Casalinghe e assicurazione: anche per chi lavora part time, saltuariamente o in NASPI?

Lavoro domestico e tutele per le casalinghe attraverso l’assicurazione contro gli infortuni, anche per chi lavora part time o saltuariamente? La risposta 

Casalinghe e assicurazione anche per chi lavora part time o in NASPI?
Casalinghe e assicurazione anche per chi lavora part time o in NASPI?

L’assicurazione casalinghe o casalinghi è obbligatoria per coloro che abbiano un’età compresa tra i 18 anni e i 67 anni e svolgono in modo continuativo attività di cura della casa e delle persone con cui abitano. Sono tenuti all’iscrizione obbligatoria coloro che si occupano degli ambienti in cui dimorano. Sono compresi gli studenti, i maggiorenni in attesa di lavoro, i titolari di pensione che non hanno ancora superato i 67 anni. Ma anche i lavoratori in mobilità, i lavoratori che percepiscono la NASPI e lavoratori stagionali o saltuari.

Le casalinghe hanno diritto ad un assegno di 337 euro, ma non lo sanno e non lo chiedono

Casalinghe e assicurazione anche per chi lavora part time o saltuariamente?

Per lavoro domestico si intende l’attività lavorativa svolta in modo esclusivo e abituale, nella propria abitazione dove si risiede Sono inclusi anche gli spazi limitrofi. Come ad esempio: cantine, soffitte, scale, androni, terrazzi, eccetera. L’assicurazione sugli infortuni INAIL, copre anche le residenze temporanee, come ad esempio la casa di vacanza, a condizione che è situata nel territorio italiano.

Pensione e rendita mensile: ecco come le casalinghe possono pensare al futuro

L’assicurazione è obbligatoria per legge, e chi è in possesso dei requisiti assicurativi richiesti, deve effettuare un pagamento di 24 euro all’anno, come premio assicurativo. Nel caso di soggetti che pur avendo i requisiti, non pagano il premio, l’INAIL prevede una somma aggiuntiva sul premio dovuto fino ad un importo massimo di 24 euro.

Chi lavora part time o saltuariamente deve pagare il premio assicurativo?

La risposta è affermativa, chi svolge un’attività lavorativa che non copre l’intero anno e tenuto a versare il premio assicurativo di 24 euro l’anno. In questo caso, la copertura assicurativa opera solo nei periodi in cui il lavoratore non svolge il lavoro domestico in modo esclusivo.

Anche chi svolge lavori saltuari è tenuto a pagare il premio assicurativo per l’importo totale, e anche in questo caso la copertura assicurativa è garantita solo nel periodo in cui non si svolge attività lavorativa.

Come iscriversi e pagare l’importo dovuto

Dal primo gennaio 2020 chi possiede i requisiti si può iscrivere online sul sito INAIL, accedendo con le credenziali SPID, CNS o CIE, alla sezione “servizi online” alla voce “Domanda di iscrizione e richiesta avviso di pagamento”.

La domanda di iscrizione deve essere presentata almeno due giorni prima dalla maturazione dei requisiti, ad esempio al compimento dii 18 anni di età, oppure, l’inizio del lavoro domestico in via esclusivo.

Il costo annuale del premio assicurativo è di 24 euro all’anno e deve essere pagato entro il 31 gennaio di ogni anno. Il premio è annuale e permette il mantenimento della copertura assicurativa.

Il pagamento del premio può essere effettuato direttamente online tramite il sistema PagoPA. Non è possibile pagare il premio tramite bonifico bancario o bollettino postale. È possibile effettuare il pagamento anche con carta debito o credito sul conto corrente attraverso il sistema PagoPA dal sito INPS, di Poste Italiane, dalle banche online.

Infine, è possibile pagare personalmente presso gli uffici di Poste Italiane, presso lo sportello bancomat, in banca, presso tabacchi e supermercati abilitati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *