Clubhouse, il social che impazza tra i trader al dettaglio

Gli investitori al dettaglio hanno conosciuto il mondo del nuovo voice-social e ne hanno colto subito la praticità e ampiezza di vedute.

Smartphone con App

Negli ultimi tempi crescono sempre più gli investitori al dettaglio, che si improvvisano trader per accaparrarsi qualche guadagno più, vista la carenza di lavoro, oppure per estraniarsi dalla monotonia quotidiana determinata da vincoli dovuti all’emergenza sanitaria. Allo stesso tempo, cresce sempre più il legame tra vita reale e non reale, e quindi l’utilizzo dei social. Tra gli ultimi, vi è Clubhouse, il social con sistema chat audio.

Questa app, grazie alle sue funzionalità live e audio, dà la possibilità agli investitori di conoscersi tra loro e condividere le proprie idee, con più decoro rispetto a quello che possono offrire altre piattaforme. La situazione pandemica ha dato un’enorme spinta alla crescita di Clubhouse, che difatti ha appena compiuto un anno di attività. Nelle stanze di Clubhouse, si trovano trader con esperienze diverse, più o meno sviluppate, che trascorrono sull’app da pochi minuti a molte ore, per ascoltare i relatori trattare di temi di attualità legate al mondo della finanza, oppure scambiarsi informazioni circa le possibili strategie  di investimento e come applicarle sul mercato.

Un segnale di questa espansione del numero di investitori, è rappresentato dalla percentuale di attività sul mercato azionario, raddoppiato rispetto al 2019, quando si attestava al 10% del totale degli investimenti. Come è noto, quest’anno c’è stato il boom dei titoli meme, che da subito ha dimostrato come l’investitore retail stesse cercando maggiori informazioni in modalità nuove e diverse rispetto al passato.

LEGGI ANCHE >>I social network stanno rivoluzionando il mondo del trading?

Trading e Clubhouse: chi possiamo trovare nelle stanze?

Nelle stanze di Clubhouse si possono incontrare soggetti con esperienze diverse: l’investitore al dettaglio, investitori in hedge fund, o analisti fondamentali. Oltre a questi, più legati al settore finanziario, ci sono giornalisti, scrittori, atleti, calciatori e investitori principianti o con esperienza. A questi, si aggiungo i veri e propri divulgatori, che semplicemente condividono con gli altri utenti informazioni che fanno parte del proprio bagaglio. Si discute di strategie di lungo termine o breve, oppure si chiacchiera sulla metodologia più opportuna per utilizzare le opzioni nel proprio portafoglio. Ci si preoccupa per gli insuccessi dei compagni di “room“, si ride e si scherza. L’atmosfera è rispettosa e rilassata, senza conflitti ma con il solo obiettivo di imparare e insegnare.

LEGGI ANCHE >>Perché l’educazione finanziaria può migliorare il mondo nel quale viviamo

Clubhouse, è uno strumento per socializzare con soggetti che hanno interessi simili ai nostri: per esempio partecipare a stanze come “All day trading”, permette agli appassionati di iniziare la giornata di trading con positività (almeno a sentire i loro commenti). Confrontarsi con persone che vivono dall’altra parte del mondo, ci permette di venire a conoscenza di cose a cui non avremmo mai pensato, oppure si possono avere conferme su ipotesi e strategie. Come sempre, però, bisogna sempre fare molta attenzione alla disinformazione e a chi fa solo autopromozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *