Nuovo concorso indetto dal Comune: assunzione con contratto a tempo indeterminato e le qualifiche ricercate sono varie

In questo periodo di crisi economica è bene dare un’occhiata ad ogni nuovo bando di concorso per scoprire se c’è una possibilità da non lasciarsi sfuggire.

Il comune di Genova ha pubblicato un bando di concorso, per titoli ed esami, per la copertura di 7 posti di collaboratore professionale sanitario-tecnico, sanitario di laboratorio biomedico.

Nuovo bando di concorso
Adobe stock

Si tratta di una grande opportunità lavorativa che permette, a chi ne ha l’attitudine e le capacità, di mettersi a disposizione del prossimo, supportando il personale medico nella cura dei pazienti.

Da un punto di vista occupazionale, il bando di concorso pubblicato dal comune di Genova permette di accedere ad un contratto di lavoro a tempo indeterminato, con inquadramento contrattuale di categoria D.

Gli interessati hanno 30 giorni di tempo, a partire dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando. La domanda dovrà essere inviata su carta semplice e corredata di tutti i documenti e i titoli richiesti.

Per partecipare al concorso è necessario essere in possesso di specifici requisiti e prendere parte ad una prova d’esame che prevede un test scritto, una prova pratica e una orale. Sempre in ambito di ricerca lavoro, ecco un’altra offerta da considerare: Strepitoso concorso forestale: serve solo diploma e promette possibilità di carriera

Quali sono i requisiti per essere ammesso al concorso

Per poter partecipare al bando di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di 7 unità di personale con la qualifica di collaboratore professionale sanitario, è necessario avere 18 anni ed essere cittadino italiano. Ferme restando le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti.

Inoltre, occorre essere in possesso dell’idoneità fisica nello svolgere le funzioni da conferire. La visita che serve a confermare l’idoneità fisica del candidato sarà effettuata dall’azienda sanitaria locale prima dell’immissione in servizio.

Il soggetto che intende prendere parte al concorso non deve essere stato escluso dall’elettorato politico attivo. Inoltre, non deve essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione. Infine, il candidato non deve aver riportato condanne che comportano l’interdizione dai pubblici uffici. E, per i soggetti per i quali sussiste l’obbligo di leva, è necessario essere in una posizione regolare nei confronti di tale obbligo.

Per quanto, invece, riguarda i requisiti specifici di ammissione occorre che il candidato sia dotato di una laurea triennale, in assistenza sanitaria abilitante alla professione di assistente sanitario. È possibile essere ammessi alla prova anche con un diploma universitario di assistente sanitario o titoli dichiarati equipollenti, secondo quanto stabilito dal decreto ministeriale del 27 luglio 2020.

Per concludere, è necessario che il soggetto si è iscritto all’albo professionale.

Tutti i requisiti appena citati devono essere in possesso del candidato, alla data di scadenza del termine stabilito dal bando.

Come presentare la domanda al nuovo bando di concorso

Per prendere parte al concorso è necessario presentare la domanda di ammissione al direttore generale. Inoltre, la richiesta deve essere redatta in carta semplice, datata e sottoscritta dal candidato. Al documento dovrà essere allegata fotocopia della carta d’identità in corso di validità.

La domanda deve essere firmata in calce e non deve essere autenticata. Infatti, la mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione.

La domanda deve essere inoltrata a mezzo del Servizio Pubblico postale con lettera raccomandata a/r  all’indirizzo: Asl 3 – Struttura Complessa Affari Generali/Ufficio Protocollo, Via A. Bertani n. 4 – 16125 Genova.

Tuttavia, è possibile optare anche per la posta elettronica certificata indicando nell’oggetto: “Domanda di partecipazione al Concorso Pubblico per l’assunzione a tempo indeterminato di n. 28 Collaboratori Professionali Sanitari Assistenti Sanitari /Cat. D”.

Il destinatario della mail è protocollo@pec.asl3.liguria.it.

La prova da sostenere

L’esame da sostenere per vincere il concorso prevede tre prove:

  • Scritta che può concedere un massimo di 30 punti. Il test prevede lo svolgimento di un tema o la soluzione di quesiti a risposta sintetica, relativi ad argomenti attinenti con il profilo professionale del concorso;
  • Pratica che conferisce massimo 20 punti e prevede l’esecuzione di tecniche specifiche o di predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta.
  • Orale che conferirà massimo 20 punti e consiste in un colloquio relativo le materie inerenti al profilo richiesto dal bando.

Per il superamento della prova scritta è necessario aver raggiunto una valutazione di sufficienza di almeno 21 su 30. Per la prova pratica e la prova orale, invece, è necessario aver raggiunto una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14 su 20.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *