Conto corrente online o tradizionale? Uno dei due è più conveniente

Ci sono molte differenze tra un conto corrente online e uno tradizionale, a partire dalle spese di gestione: ecco quale dei due è più conveniente.

conto corrente

I tempi più recenti, segnati dall’emergenza sanitaria e dalla conseguente crisi economica hanno spinto i consumatori all’insegna del risparmio in ogni campo. Dall’avvento del Covid c’è stata una diminuzione degli investimenti provocando un potenziale effetto di stagnazione.

Anche i sistemi di gestione del denaro hanno risentito di tale scenario con degli aumenti nei costi di gestione. Per questo motivo sono sempre più gli italiani che si chiedono: costa meno un conto corrente tradizionale o uno innovativo online? Cerchiamo di rispondere a questa domanda.

Conto corrente online o tradizionale, quale conviene di più

Secondo una recente indagine di mercato ben 33 istituti di credito hanno modificato i propri costo di gestione. Tale aumento è da leggere nell’ottica della situazione pandemica: dall’inizio del 2020, infatti, si è verificato un aumento del numero di coloro che hanno deciso di aprire un conto.

LEGGI ANCHE:Conto corrente on line: ecco come risparmiare in base alle proprie esigenze

Per quanto riguarda il conto corrente tradizionale, infatti, il costo medio nel 2020 era di circa 58 euro mentre a settembre 2021 si è passati a 60 euro con un incremento del +3% su base annua.

Una situazione che ha di certo messo in crisi i risparmiatori che hanno cominciato ad affidarsi a servizi alternativi.

Quali sono gli utenti che risparmieranno di più

Nel 2021 il risparmio è stato maggiore per i soggetti che hanno deciso di aprire un conto corrente online: essi, infatti hanno risparmiato in media ben 107 euro. Tra gli utenti, inoltre, coloro che hanno registrato un risparmio più sostanzioso vi sono le coppie: per loro la percentuale è stata attestata essere intorno al -14%.

Ai single è andata peggio in quanto la percentuale per loro è minore, attestata intorno al -11% su base annua.

È evidente, dunque, che in virtù di tali aumenti riguardanti i costi di gestione l’opzione che premia di più i correntisti è proprio quella online. Al momento, infatti, questa sembra essere l’opzione migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *