Ichimoku Cloud: cos’è e come si usa nel trading

Ichimoku Cloud è il nome di una serie di indicatori tecnici molto utilizzati nel trading e nell’analisi tecnica dei mercati finanziari. Questi mostrano i livelli di supporto e resistenza, nonché il momentum e la direzione della tendenza.

Il risultato di indicazione della Ichimoku Cloud si ottiene calcolando numerose medie e tracciando poi queste medie su un grafico. Inoltre, utilizza questi numeri per calcolare una “nuvola” che tenta di prevedere dove il prezzo potrebbe trovare supporto o resistenza in futuro.

Ichimoku cloud
Una rappresentazione della Ichimoku Cloud – Trading.it

È stato un giornalista giapponese di nome Goichi Hosoda ad avere l’idea della Ichimoku Cloud, pubblicata per la prima volta alla fine degli anni Sessanta.

Rispetto al tradizionale grafico a candele, la Ichimoku cloud offre un maggior numero di punti dati.Nonostante appaia difficile a prima vista, le persone che hanno già familiarità con la lettura dei grafici lo trovano di solito semplice da comprendere, poiché presenta indicazioni di trading chiaramente definite.

Per una guida completa alla scelta del broker più sicuro e adatto alle proprie esigenze e strategie, oltre ai parametri vitali da valutare nella scelta, corri a leggere il nostro articolo:
Come scegliere il broker per il trading sullo stock market: guida per il 2023

Che cos’è l’Ichimoku Cloud

L’Ichimoku Cloud è composto da cinque linee o calcoli, due dei quali formano una nuvola in cui la differenza tra le due linee è colorata in modo diverso. C’è una media a nove periodi, una media a 26 periodi, una media delle due medie, una media a 52 periodi e una linea di prezzo di chiusura trailing.

La nuvola ha un ruolo significativo nell’indicazione. Il prezzo è considerato in tendenza al ribasso quando si trova al di sotto della nuvola. La tendenza al rialzo è indicata quando il prezzo è superiore alla nuvola. Nel caso in cui la nuvola viaggi nella stessa direzione del prezzo, i segnali di tendenza discussi in precedenza si intensificano. Quando il mercato è in una tendenza al rialzo, ad esempio, la parte superiore della nuvola si muove verso l’alto, mentre quando il mercato è in ribasso, la parte inferiore della nuvola si muove verso il basso.

Quali sono le Formule per le Ichimoku Cloud e relativi simboli

L’indicazione della Ichimoku Cloud è composta da cinque linee e le seguenti costituiscono le cinque formule per tali linee.

  • La “linea di conversione” (tenkan sen) è uguale a (9-PH + 9-PL)/2
  • La Linea di base 2 (kijun sen) equivale a (26-PH più 26-PL )/2
  • La Leading Span A (senkou span A) è uguale a: (linea corrente + la linea di base)/2
  • Leading Span B (senkou span B) è uguale a (52-PH + 52-PL)/2
  • Lagging Span (chikou span) è uguale a: Close plotted 26 periods in the past

Dove:

PH=Period high

PL=Period low

CL=Conversion line

Come si determina determina la Ichimoku Cloud

Per quanto riguarda la linea di conversione, i massimi e i minimi sono i prezzi più alti e più bassi osservati nel corso del tempo. Ad esempio, i prezzi più alti e più bassi osservati nel corso degli ultimi nove giorni sono i massimi e i minimi. Aggiungendo l’indicazione Ichimoku Cloud al vostro grafico, i calcoli verranno eseguiti automaticamente; tuttavia, se scegliete di eseguire i calcoli manualmente, dovrete seguire le seguenti procedure:

  • Convertire la linea di base e la linea di conversione utilizzando la calcolatrice.
  • Utilizzando i risultati dei calcoli precedenti, si determina l’intervallo principale A. Dopo il completamento del calcolo, questo punto di dati viene mostrato fino ai 26 periodi successivi.
  • Determinare innanzitutto il leading span B.
  • ùPosizionare questo punto di dati su un grafico che si estende nel tempo di 26 cicli.
  • È necessario tracciare il prezzo di chiusura sul grafico 26 volte nel passato per calcolare il Lagging Span.
  • Per generare la nuvola, la differenza tra il Leading Span A e il Leading Span B viene colorata.
  • La nuvola deve essere colorata di verde se il Leading Span A è superiore al Leading Span B, mentre deve essere colorata di rosso se il Leading Span A è inferiore al Leading Span B.

Il risultato delle fasi sarà un punto dati. Quando ogni periodo si conclude, è necessario ripetere i processi per generare nuovi punti dati per quel periodo. In questo modo sarà possibile tracciare le linee. Stabilite delle connessioni tra i punti di dati per ottenere l’aspetto di linee e nuvole di dati.

Quali informazioni si possono apprendere dalla nuvola di Ichimoku

Grazie all’utilizzo delle medie, l’indicatore tecnico fornisce una visualizzazione concisa delle informazioni essenziali. Quando il prezzo si trova al di sopra della nuvola, la tendenza generale è al rialzo; quando il prezzo si trova al di sotto della nuvola, la tendenza è al ribasso; quando il prezzo si trova all’interno della nuvola, la tendenza sembra essere senza tendenza o transitoria.

La conferma del trend rialzista si ha quando la Leading Span A sale e si trova al di sopra della Leading Span B. Il gap tra le linee è spesso colorato di verde e ciò contribuisce a sottolineare il trend rialzista. La conferma della tendenza al ribasso è favorita dal fatto che la Leading Span A è in calo e si trova al di sotto della Leading Span B. In questo caso particolare, lo spazio che esiste tra le linee è spesso colorato di rosso.1.

L’Ichimoku Cloud è spesso utilizzata dai trader come area di supporto e resistenza, il cui utilizzo dipende dal posizionamento relativo del prezzo. La nuvola fornisce livelli di supporto e resistenza che possono essere previsti per il futuro. A differenza di molti altri indicatori tecnici, che mostrano solo i livelli di supporto e resistenza per la data e l’ora corrente, la Ichimoku Cloud fornisce questi livelli solo per la data e l’ora corrente.

bollinger bands adx
Adobe Stock

Per una guida completa alle stock, cosa sono e come si negoziano le azioni sui mercati, quali rischi e opportunità comportano e come possiamo partire con il piede giusto evitando gli errori più frequenti, corri a leggere la nostra guida:
Cosa sono le azioni: guida al trading nello stock market

Come utilizzare l’Ichimoku Cloud nella pratica

Si consiglia ai trader di utilizzare l’Ichimoku Cloud insieme ad altri indicatori tecnici per ottimizzare i profitti corretti per il rischio. Ad esempio, l’indicatore viene spesso visto insieme all’indice di forza relativa (RSI), che è uno strumento che può essere utilizzato per convalidare il momentum in una certa direzione. Inoltre, è essenziale esaminare le tendenze più ampie per determinare come le tendenze minori si inseriscano in quelle più ampie.

Ad esempio, quando il prezzo si trova in una tendenza al ribasso molto forte, può spingersi momentaneamente nella nuvola o leggermente al di sopra di essa prima di scivolare di nuovo verso il basso. Concentrarsi solo sull’indicazione significherebbe perdere di vista il quadro più ampio, ovvero che il prezzo sta subendo una significativa pressione di vendita per un periodo di tempo più lungo.

L’utilizzo dell’indicazione nei crossover è un altro metodo che può essere realizzato. Quando il prezzo si trova al di sopra della nuvola, è molto importante tenere d’occhio che la linea di conversione superi la linea di base. È possibile che questo sia un forte segnale di acquisto. Trattenere la transazione fino a quando la linea di conversione non scende al di sotto della linea di base è una delle opzioni a disposizione dell’investitore. Esiste la possibilità che una qualsiasi delle altre linee possa fungere da punto di partenza.1.

Qual è la distinzione tra la Ichimoku Cloud e le medie mobili nell’analisi tecnica dei mercati

Nonostante l’Ichimoku Cloud faccia uso di medie, queste medie non sono uguali alle normali medie mobili. Per calcolare le medie mobili semplici, i prezzi di chiusura vengono sommati e la somma risultante viene divisa per l’intero numero di prezzi di chiusura. I prezzi di chiusura dei dieci periodi precedenti vengono combinati in una media mobile a 10 periodi e la media risultante viene divisa per il numero totale di periodi.

Si noti che i calcoli coinvolti nella Ichimoku Cloud sono distinti. Sulla base dei massimi e dei minimi che si sono verificati in un periodo di tempo, essi vengono divisi per due. Le medie Ichimoku, invece, si distinguono dalle medie mobili regolari, anche se in entrambi i tipi di medie viene utilizzato lo stesso numero di periodi. Non è vero che un’indicazione è superiore a un’altra. Piuttosto, diversi indicatori forniscono semplicemente informazioni in modi diversi.

L’utilizzo della Ichimoku Cloud comporta alcune restrizioni

Se ci sono molte linee su un grafico, l’indicatore potrebbe farlo sembrare affollato. Come soluzione a questo problema, la maggior parte dei software grafici consente di nascondere linee specifiche. Tutte le linee, ad esempio, possono essere nascoste, ad eccezione della Leading Span A e della Leading Span B, responsabili della formazione della nuvola. Ogni trader deve concentrarsi sulle linee che forniscono le maggiori informazioni e, se tutte le linee sono fonte di distrazione, deve esaminare la possibilità di nascondere le altre linee.

Inoltre, l’Ichimoku Cloud dipende dai dati storici, il che rappresenta un altro vincolo della piattaforma. Tuttavia, nonostante il fatto che due di questi dati siano proiettati nel futuro, la formula non contiene alcun elemento intrinsecamente predittivo. Tracciare le medie nel futuro non è altro che un semplice processo.

È anche possibile che la nuvola diventi irrilevante per lunghi periodi di tempo se il prezzo continua a essere molto più alto o più basso di essa.In circostanze come queste, la linea di conversione, la linea di base e i loro incroci assumono un livello di importanza maggiore, poiché tendono a rimanere rappresentazioni più accurate del prezzo.

Domande frequenti

Cosa significa il termine “Ichimoku” in inglese?

Il termine “ichimoku” deriva dalla frase giapponese “one look”, che si riferisce al fatto che i livelli di supporto e resistenza possono essere valutati con un solo sguardo.

Cosa sono la Tenkan Sen e la Kijun Sen?

Tenkan e Kijun Sen sono i nomi dati alla serie di linee di media mobile utilizzate nella nuvola di Ichimoku in lingua giapponese.

Calcolata nel corso dei nove periodi precedenti, la Tenkan Sen è la media dei massimi e dei minimi raggiunti in quel periodo.
Nel corso degli ultimi 26 periodi, la Kijun Sen è calcolata prendendo la media dei massimi e dei minimi raggiunti.

Quali sono i Senkou Span utilizzati nelle Ichimoku Clouds?

Gli intervalli Senkou sono ciò che compongono la “nuvola” di cui si compone la nuvola Ichimoku.

La media della Tenkan Sen e della Kijun Sen, che sono state tracciate 26 volte prima dell’attuale azione di prezzo, è ciò che viene utilizzato per calcolare il Senkou Span A. In seguito al calcolo della media dei massimi e dei minimi degli ultimi 52 periodi temporali, il Senkou Span B viene visualizzato con 26 periodi temporali di anticipo.

Che cos’è il Chikou Span nelle Ichimoku Clouds?

Utilizzando il prezzo di chiusura più recente e tracciato 26 volte dietro il movimento del prezzo, il Chikou Span è uno strumento progettato per determinare il sentiment del mercato.

Conclusioni

Le medie multiple vengono tracciate su un grafico per produrre una “nuvola” che indica le potenziali aree di resistenza o supporto dei prezzi in futuro.Questo avviene tramite la Ichimoku Cloud.Non solo dimostra il supporto e la resistenza, ma mostra anche la direzione del trend e il momentum, tutti derivati da una raccolta di indicatori tecnici.L’Ichimoku Cloud presenta alcune limitazioni, ma non è né superiore né inferiore ad altri indicatori tecnici attualmente in uso, come le medie mobili. In altre parole, è solo una rappresentazione alternativa delle informazioni.

 

*NB: Le riflessioni e le analisi condivise sono da intendere ad esclusivo scopo divulgativo. Quanto esposto non vuole quindi essere un consiglio finanziario o di investimento e non va interpretato come tale. Ricorda sempre che le scelte riguardo i propri capitali di rischio devono essere frutto di ricerche e analisi personali. L’invito è pertanto quello di fare sempre le proprie ricerche in autonomia.