Cos’è uno short squeeze sui mercati e come difendersi

Lo short squeeze è un movimento dei prezzi sui mercati che provoca un rapido aumento del prezzo delle azioni o di altri titoli negoziabili, alimentato dalle liquidazioni a cascata che forniscono spinta ulteriore.

Lo short sqeeze si verifica quando ci sono molti venditori allo scoperto di un titolo, il che indica che molti investitori stanno scommettendo sul calo del prezzo dell’asset.

short squeeze trading
Adobe Stock

Quando il prezzo sale inaspettatamente e prende piede perché una parte consistente dei venditori allo scoperto sceglie di ridurre le perdite e liquidare le proprie partecipazioni, si parla di short squeeze.

Se un’azione subisce uno short squeeze – un gran numero di persone che scommettono contro di essa – il suo prezzo invece sale. Lo short squeeze si verifica quando i venditori allo scoperto si ritirano per ridurre le perdite, facendo salire il prezzo del titolo. Gli investitori che seguono l’altra strada tentano di prevedere uno short squeeze e acquistano le azioni con un alto livello di short interest.
Sia i contrarian che i venditori allo scoperto corrono rischi in queste situazioni.

Come funzionano gli short squeeze

Nel caso di un aumento inaspettato dei prezzi di una società fortemente shortata, i venditori allo scoperto possono avere bisogno di muoversi rapidamente per minimizzare le perdite. Per acquistare azioni di un asset dopo che il loro valore è sceso, i venditori allo scoperto prendono in prestito tali azioni. Se hanno ragione, restituiscono le azioni e trattengono la differenza tra il prezzo a cui hanno iniziato la posizione short e il prezzo a cui riacquistano le azioni per chiuderla.Se si sbagliano, dovranno pagare la differenza tra il prezzo scelto e il prezzo di vendita dell’articolo e acquistarlo a un costo maggiore.

I prezzi aumentano in seguito alla contemporanea uscita dei venditori allo scoperto, che lasciano le loro posizioni con ordini di acquisto.Il prezzo del titolo attira acquirenti oltre alla sua continua e rapida crescita. Un incremento dei prezzi repentino e inaudito potrebbe derivare dal fatto che i frenetici venditori allo scoperto lasciano il posto agli ansiosi acquirenti.

Lo short squeeze è la fuga dei venditori allo scoperto e il loro effetto sul prezzo di una società. La compressione delle posizioni dei venditori allo scoperto si traduce in genere in una perdita. I venditori allo scoperto si concentrano su un titolo che ritengono sopravvalutato dal mercato.

Il caso di Tesla

Ad esempio, Tesla Inc. (TSLA) ha suscitato l’interesse di diversi investitori per il suo approccio creativo alla produzione e alla vendita di auto elettriche. Il suo potenziale è stato ampiamente scommesso dagli investitori. I venditori allo scoperto hanno scommesso molto sulla sua caduta. Con oltre il 18% delle azioni in circolazione detenute in posizioni corte all’inizio del 2020, Tesla era il titolo più shortato sui mercati americani.

Il prezzo delle azioni Tesla è aumentato del 400% tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. I venditori allo scoperto hanno sofferto molto, perdendo quasi 8 miliardi di dollari in totale.

Infine, dopo un calo del mercato all’inizio di marzo 2020, le azioni di Tesla sono scese insieme alla maggior parte delle altre. Ma alla fine il mercato si è ripreso e i venditori allo scoperto di Tesla stanno ora affrontando perdite combinate di oltre 40 miliardi di dollari nel 2020.

I motivi delle vendite allo scoperto

Come si è detto, i venditori allo scoperto avviano posizioni in aziende di cui prevedono un calo di prezzo.Anche se ciò può essere invertito da una logica convincente, da una buona notizia, da un nuovo prodotto o da un risultato positivo che stimola la curiosità dei consumatori.

La recente tendenza al rialzo del titolo potrebbe durare solo temporaneamente. In caso contrario, i venditori allo scoperto potrebbero subire perdite incontrollabili all’avvicinarsi della data di scadenza delle loro scommesse. Il più delle volte scelgono di vendere subito, anche se ciò significa subire una perdita consistente.

La frazione di azioni Tesla che ha mostrato interesse allo scoperto verso la fine del 2019. I venditori allo scoperto hanno perso milioni di dollari mentre il prezzo delle azioni è triplicato.

Questa è l’applicazione dello short squeeze. Ogni volta che un venditore allo scoperto acquista qualcosa, il prezzo sale e un altro venditore allo scoperto è costretto a comprare.

Punti particolari da ricordare

La percentuale di azioni in circolazione che sono state vendute allo scoperto è definita short interest. Il numero totale di azioni vendute allo scoperto diviso per il volume medio giornaliero di scambi della società dà il rapporto di interesse allo scoperto. Rispetto alle società più solide, i titoli speculativi presentano in genere un maggior numero di short interest.

È possibile determinare se la percezione degli investitori nei confronti di un’azienda sta cambiando tenendo d’occhio lo short interest. Ad esempio, un aumento al di sopra o al di sotto dell’intervallo che normalmente indica una percentuale di short interest del 15%-30% in un’azione potrebbe indicare un cambiamento nella percezione degli investitori nei confronti dell’azienda. Una diminuzione delle azioni short può indicare che la società è diventata troppo solida perché i venditori allo scoperto vi rimangano, oppure può indicare che il prezzo è aumentato troppo rapidamente.

Una posizione short può essere sconfitta da una notizia favorevole, da un lancio di un prodotto o da un risultato positivo che suscita l’interesse degli acquirenti. Un aumento degli interessi corti superiore alla media suggerisce che gli investitori sono diventati più pessimisti. Tuttavia, una lettura molto elevata potrebbe indicare un’imminente compressione delle posizioni corte che farebbe salire il prezzo.

Un tentativo di short squeeze

Un investitore contrarian acquisterebbe un titolo che presenta un elevato volume di vendite allo scoperto per approfittare di un’eventuale short squeeze. Sebbene un forte aumento del prezzo delle azioni sia allettante, ci sono dei rischi. Potrebbe esserci un motivo valido per cui la società è ampiamente shortata, come ad esempio una previsione futura poco incoraggiante.

I titoli azionari fortemente shortati saranno osservati da trader attivi, che aspetteranno un aumento del prezzo.Il trader acquista quando il prezzo inizia a guadagnare slancio, nel tentativo di trarre profitto da quello che potrebbe essere uno short squeeze e un forte aumento di valore.

I pericoli dello short squeeze nel trading

Ci sono diversi casi di azioni che aumentano di valore in seguito a un significativo aumento degli interessi short. Tuttavia, molti titoli fortemente shortati registrano anche continui cali di prezzo.

È possibile che il prezzo non aumenti nonostante l’elevato livello di short interest. Ciò indica che molte persone pensano che il prezzo scenderà. Chi acquista con l’aspettativa di uno short squeeze dovrebbe avere argomenti più convincenti di un semplice aumento del prezzo delle azioni.

Short Squeeze vs. Naked Short Selling (vendita allo scoperto)

La vendita di un’azione per ottenere un breve profitto senza aver prima ottenuto un prestito da qualcun altro è nota come vendita allo scoperto nuda.La vendita di azioni la cui esistenza non è stata definitivamente confermata è la pratica in questione. La strategia di naked shorting ha un grande potenziale di guadagno ma anche un rischio significativo.

A causa delle differenze tra il trading elettronico e quello cartaceo, lo shorting nudo si verifica comunque.Poiché lo shorting nudo rende possibile il verificarsi di ulteriori shorting che altrimenti non si sarebbero potuti verificare, può contribuire a intensificare gli short squeeze.

Si dice che le vendite allo scoperto nude favoriscano l’equilibrio del mercato. In altre parole, il naked short selling ha il potere di provocare un calo dei prezzi che spinge a vendere alcune azioni per compensare le perdite e, in ultima analisi, aiuta il mercato a raggiungere l’equilibrio.

valore intrinseco azione
Adobe Stock

Un esempio di short squeeze: Medicom

Pensiamo a Medicom, un’azienda biotecnologica fittizia che sta portando avanti un candidato farmaco attraverso studi clinici avanzati.

Gli investitori non sono affatto certi dell’efficacia di questa soluzione. Di conseguenza, c’è un forte short interest. In realtà, dei 25 milioni di azioni in circolazione di Medicom, 5 milioni sono state vendute. Ciò indica che Medicom ha un interesse allo scoperto del 20% e un rapporto di cinque interessi allo scoperto basato su un volume medio giornaliero di scambi di un milione di azioni. I giorni di copertura, un altro nome per il rapporto di interesse allo scoperto, indicano che i venditori allo scoperto impiegheranno cinque giorni per riacquistare tutte le azioni Medicom vendute allo scoperto.

Supponiamo che le azioni Medicom siano scese dai 15 dollari di qualche mese fa a 5 dollari a causa del notevole interesse allo scoperto. Successivamente, si diffonde la notizia che il farmaco di Medicom ha risultati migliori del previsto. Mentre i venditori allo scoperto si affrettano a coprire le loro posizioni short e gli speculatori acquistano la società, le azioni Medicom salgono a 9 dollari.

In questo momento, tutti coloro che hanno venduto allo scoperto le azioni tra i 9 e i 5 dollari stanno perdendo denaro. A causa del fatto che stanno perdendo l’80% del loro investimento, coloro che hanno venduto allo scoperto intorno ai 5 dollari subiranno le perdite maggiori e si affretteranno ad uscire. Il titolo inizia a 9 dollari, ma salirà nei giorni successivi quando altri acquirenti saranno attratti dal prezzo in crescita e dalle notizie incoraggianti, mentre i venditori allo scoperto continueranno a coprire le loro partecipazioni.

Il leggendario short squeeze di GameStop

Nei mesi successivi all’epidemia di COVID-19, gli investitori e i trader di GameStop Corp. (GME) hanno subito una significativa compressione dello short. Un’impennata della concorrenza e una riduzione del traffico pedonale nei negozi “brick-and-mortar” hanno fatto sì che analisti e investitori prevedessero che l’azienda avrebbe rischiato la bancarotta, con i consumatori bloccati e le sedi spesso chiuse. I venditori allo scoperto hanno iniziato ad attaccare spesso GME. La quota di short interest ha superato il 100% delle azioni in circolazione a causa del suo rapido aumento.

Questo ha spinto Michael Burry di Scion Asset Management a creare un bull case per l’azienda, sostenendo che avrebbe potuto ottenere un profitto in pochi anni piuttosto che dichiarare bancarotta. A metà del 2020, i fornitori di contenuti di Reddit e YouTube hanno pubblicizzato e ribadito la sua tesi. Anche Ryan Cohen, altro cofondatore di Chewy, e Michael Burry hanno preso una posizione long.

La forza della massa

Alla fine del 2020, un numero sufficiente di investitori ha iniziato ad acquistare le azioni e il prezzo delle azioni ha iniziato a crescere in modo significativo. In seguito, l’acquisto di azioni e opzioni call da parte di investitori comuni ha avuto un effetto a valanga. Elon Musk e il venture capitalist Chamath Palihapitiya sono stati tra gli investitori di spicco e i personaggi pubblici attratti dall’aumento del prezzo, che ha spinto anche alcuni venditori allo scoperto.

A causa di una stretta sui fondi speculativi di grandi dimensioni, che si sono trovati a corto di azioni della società e hanno dovuto vendere per ridurre le perdite, il prezzo delle azioni di GameStop ha subito un’impennata. In un solo mese, il prezzo delle azioni è passato da meno di 5 dollari ad azione a 325 dollari.

In che modo i giorni di copertura aiutano a determinare gli obiettivi di short squeeze?

I giorni di copertura, detti anche short interest ratio, si calcolano dividendo il numero totale di azioni vendute allo scoperto di una società per il volume medio giornaliero di scambi del titolo. Il numero di giorni da coprire, ad esempio, sarebbe dieci se un titolo avesse un milione di azioni vendute allo scoperto e 100.000 azioni fossero scambiate in media ogni giorno.

In altre parole, sulla base del numero medio giornaliero di azioni scambiate, i venditori allo scoperto impiegherebbero 10 giorni per coprire l’intera posizione short. Un titolo è spesso più vulnerabile a uno short squeeze quanto maggiore è il suo rapporto giorni-copertura. Il titolo B potrebbe essere più vulnerabile a uno short squeeze se il titolo A e il titolo B hanno giorni di copertura rispettivamente di due e venti giorni.

Chi vince e chi perde durante uno short squeeze?

Se un titolo subisce uno short squeeze, i trader e gli speculatori con posizioni corte nel titolo subiranno perdite significative.Quando il prezzo del titolo sale, gli investitori contrarian che hanno accumulato posizioni lunghe nell’azienda in previsione di uno short squeeze ne trarranno profitto.

Dove si può cercare informazioni sui titoli fortemente shortati?

Gli analizzatori gratuiti di titoli disponibili su portali finanziari come Yahoo! Finance producono elenchi di azioni fortemente shortate. Dopo un’ulteriore esplorazione dei singoli titoli, vengono visualizzati dati pertinenti sulle vendite allo scoperto, tra cui la quantità di azioni vendute allo scoperto e i rapporti di interesse allo scoperto per determinate aziende.

Statistiche utili sulle vendite allo scoperto, come le maggiori posizioni di interesse allo scoperto, le variazioni di tali posizioni nel tempo e il rapporto di interesse allo scoperto, possono essere trovate su siti web come MarketBeat. I dati sugli interessi allo scoperto per l’intera borsa sono pubblicati anche da borse come il Nasdaq e il New York Stock Exchange.