Disability Card al via dal 2022, occhio alle novità: cosa c’è da aspettarsi

Dal 2022 farà ufficialmente il suo ingresso la Disability Card. Entriamo quindi nei dettagli per vedere chi ne ha diritto, come funziona e tutto quello che c’è da sapere in merito.

disabiity card
Foto © AdobeStock

A partire dagli impegni lavorativi, passando per quelli famigliari fino ad arrivare al tempo libero, sono davvero molte le cose con cui ci ritroviamo puntualmente a dover fare i conti e che richiedono, nella maggior parte dei casi, il nostro massimo impegno. Se tutto questo non bastasse, spesso finiamo per perderci nei meandri burocratici, tanto da rischiare, in alcuni casi, di non essere a conoscenza del fatto di aver diritto a delle particolari agevolazioni.

Ebbene, proprio in tale ambito si annovera una novità davvero importante, volta ad offrire un valido aiuto a circa 4 milioni di persone che presentano una percentuale di invalidità che va dal 67% al 100%. A partire dal 2022, infatti, è possibile richiedere e ottenere la Disability Card. Quest’ultima, che può essere considerata una nuova “carta d’identità”, offrirà la possibilità di accedere a numerosi beni e servizi. Entriamo pertanto nei dettagli per vedere chi ne ha diritto, come funziona e tutto quello che c’è da sapere in merito.

Congedo di 2 anni con legge 104: la priorità familiare slitta con la dichiarazione di rinuncia?

Disability Card al via dal 2022, occhio alle novità: tutto quello che c’è da sapere

Qualche settimana fa abbiamo scritto della decisione del Governo di lanciare attraverso l’Inps una nuova modalità di gestione della categoria dei cittadini disabili attraverso la Disability Card. Quest’ultima si presenta come una tessera speciale che offrirà la possibilità alla categoria in questione di accedere a tutta una serie di vantaggi in settori come sport, cultura, tempo libero e trasporti. Entrando nei dettagli bisogna sapere che la Disability Card per invalidi e disabili si rivela essere un nuovo documento ufficiale valido sia in Italia che negli altri Paesi europei.

Pronta a fare il suo debutto nel corso del 2022, i soggetti interessati potranno iniziare a presentare apposita domanda all’Inps a partire dal mese di febbraio dell’anno appena iniziato. Secondo le ultime indiscrezioni, inoltre, le tessere in questione dovrebbe arrivare ad aprile e a stamparle sarà l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.  La disability Card riporterà un QR-Code, con tutte le informazioni e i servizi in vigore o che verranno approvati. Ma non solo, sulla parte anteriore saranno disponibili tutte le informazioni inerenti il soggetto interessato, come foto, dati personali e sigla dello Stato emittente.

Disability Card al via dal 2022: chi ne ha diritto e come funziona

Grazie a questa sorta di “carta d’identità” dei disabili, i soggetti interessati potranno usufruire di numerosi convenzioni, sconti e tariffe agevolate. Tra queste si annovera, a titolo di esempio, una convenzione con il ministero della Cultura per consentire alle persone con disabilità di accedere in modo del tutto gratuito ai musei pubblici. In particolare hanno diritto a tale tessera i soggetti invalidi e con disabilità, media, grave e in condizioni di non autosufficienza.

Permessi legge 104: attenzione perché in questo caso si annullano, ma non tutti lo sanno

A rilasciare tale tessera sarà l’Inps, che potrà in qualsiasi momento verificare la sussistenza o meno dei requisiti per ottenere la card in questione. In caso contrario, infatti, potrà provvedere alla relativa revoca. La Disability Card, è bene sapere, è valida per tutto il periodo di riconoscimento della disabilità, fino ad un massimo di 10 anni. Trascorso questo lasso di tempo, pertanto, bisognerà provvedere a richiedere il relativo rinnovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *