Come utilizzare il dividend yield per selezionare le azioni delle aziende quotate in borsa

Il dividend yield spesso abbreviato semplicemente con yeld è una misura utilizzata per calcolare il rendimento immediato di un’azione indipendentemente dal suo andamento sul mercato azionario.

rendimenti preziosi

Scegliere un titolo sul quale vogliamo investire richiede un’ottima capacita di discernimento tra le variabili di rendimento in grado di valorizzare il nostro capitale.

Le caratteristiche tali da attrarre il nostro capitale devono essere tali da poterci garantire una continuità in modo da massimizzare nel tempo il rapporto tra il rischio e il rendimento. Statisticamente il momento in cui esponiamo il nostro capitale al rischio maggiore è proprio quando entriamo a mercato, da quel momento in poi il nostro trade può andare immediatamente in nostro sfavore, oppure aumentare le nostre probabilità di profitto in proporzione alla sua variazione favorevole rispetto al prezzo d’ingresso.

Come si calcola e come usare il dividend yield per fare trading

Con il calcolo del dividend yield abbiamo la possibilità di valutare con un parametro oggettivo la capacità del titolo di remunerare il nostro investimento, avendo un calcolo su base fondamentale o secondo il value investing del rischio e delle potenzialità dell’azienda. Più il dividend yield sarà elevato più quell’azienda avrà capacità di remunerare il capitale investito. Esso rappresenta infatti il rapporto tra il dividendo per azione dell’azienda, calcolato dividendo l’utile distribuito per il flottante, con il prezzo di una singola azione, il tutto viene espresso in percentuale.

Per avere un esempio di come si può calcolare il dividend yield, immaginiamo un dividendo pari a 10 euro con il prezzo delle azioni a 50 euro.

La formula per calcolare il dividend yield sarà quindi espressa come

DY = (10/50)*100 = 200%

LEGGI ANCHE>>Come valutare oggettivamente la qualità di una strategia

Il significato del dividend yield per l’investitore

Il significato del dividend yield per l’investitore è relativo alle altre variabili che esso può considerare per valutare la qualità e la rimuneratività di un’azienda per mezzo dell’analisi fondamentale e dell’analisi tecnica. Volendo tuttavia considerare questo come unico parametro, un dividend yield elevato è in grado di mostrare in modo chiaro il rendimento che è possibile ottenere semplicemente mantenendo investito il nostro capitale fino alla distribuzione dei dividendi. Un dividend yield troppo elevato potrebbe costituire un problema rispetto a quelli che sono le fonti di guadagni maggiori nell’investimento azionario, ovvero la crescita del valore delle azioni.

Bisognerebbe investire considerando l’azienda come una realtà a cui vogliamo effettivamente partecipare e non solo in un ottica speculativa. Considerare un ottica orientata a un profitto sul breve termine ci espone ai pericoli di un’analisi superficiale amplificando il rischio di perdere il capitale investito.

Il margine di profitto di un’attività economica come un’azienda deve essere messo in relazione alla sua capacità di gestire la sua catena di approvvigionamento, nonché tutto il processo con il quale il prodotto arriva al consumatore finale. In modo semplice e diretto è possibile mettere in relazione il dividend yield con i profitti netti dell’azienda quotata. Questo ci dà una chiara indicazione della la sua capacità di mantenersi competitiva anche nei momenti di crisi, offrendoci a colpo d’occhio la capacità delle sue quotazioni di aumentare nel tempo il suo valore.

Bisogna considerare il dividendo come un costo indiretto per l’azienda che lo distribuisce e che per farlo rinuncia a investire una parte del suo rendimento. Quindi maggiore è la durata nel tempo e la stabilità di questo valore, maggiore sarà l’affidabilità dell’investimento e maggiori saranno i potenziali di rendimento, non solo dal punto di vista del singolo dividendo, ma anche rispetto alla somma totale del profitto che possiamo ottenere dato dalla continuità dell’attività economica dell’azienda.

LEGGI ANCHE>>Se non controlli queste variabili i tuoi investimenti sono a rischio

Trailing e forward dividend yield

A questo proposito è utile osservare il valore del trailing dividend yield, che fornisce una media del dividend yield pagato generalmente nell’arco degli ultimi dodici mesi. Questo permette all’investitore di realizzare un’aspettativa basata su una media indicativa dei futuri rendimenti, evitando le trappole che un singolo valore senza un contesto è in grado di generare.

Un modo ancora più sofisticato per ottenere una stima dei rendimenti che possiamo ottenere, è osservare il forward dividend yield. Proprio come una trend line tracciata sulle quotazioni di un grafico è in grado di darci un’approssimazione sui futuri livelli di prezzo di una tendenza, allo stesso modo è possibile stimare quali saranno i valori del dividend yield futuri, prendendo in considerazione uno o due dividendi staccati in un momento di mercato efficiente, sulla base del primo quadrimestre di attività dell’azienda, proiettando questo valore come riferimento per il resto dell’anno, moltiplicandolo quindi per quattro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *