Euro-dollaro, ribasso continuo: si prenderà una pausa o continuerà a scendere?

Analisi operativa del 5 ottobre 2021 sul future del cambio Euro-dollaro, i prezzi continuano la fase discendente con qualche accenno di reazione, piccolo segnale di rimbalzo all’orizzonte?

acquisto euro-dollaro

Il cambio Euro-dollaro, per tutto il mese di settembre ha dovuto fare i conti con un trend ribassista abbastanza marcato, che ha portato i prezzi a perdere più di 3 figure, senza quasi mai rialzare la testa dai continui ribassi. Da giovedì 30 settembre però, vi è stato un primo tentativo di ripresa, per quanto riguarda il breve termine chiaramente, che ha portato ad una reazione interessante di un 80 punti circa in qualche giorno. Successivamente nella giornata di ieri e in parte oggi lentamente il mercato si stà rimangiando ciò che aveva guadagnato, però un primo segnale di ripresa sembra essere stato dato, quindi portiamo attenzione agli sviluppi di mercato.

Infatti noi crediamo che, per quanto riguarda l’operatività di giornata, si può tranquillamente iniziare a studiare qualche ingresso in acquisto, soprattutto se si andranno a verificare determinate condizioni operative e un pattern che vedremo successivamente, che ci fornisce la tranquillità di un ingresso con poco rischio, in quanto devono verificarsi certe condizioni prima di entrare a mercato.

Livelli e pattern operativo per ingresso di giornata

La zona volumetrica in cui si trovano i prezzi, cioè quella nei dintorni di 1,16, è una fascia che anche nel passato non è stata caratterizzata da particolari picchi di scambi, ma che è sempre stata strutturata con poche zone volumetriche di rilievo, anche se è comunque un punto di appoggio che si può sfruttare e che aiuta nel rallentare il mercato. Per queste ragioni gli ingressi in espansione non vanno bene, ma abbiamo dalla nostra la possibilità di sfruttare un pattern grafico per entrare a mercato, che è quella della rottura minimi e ripresa, che in molte occasioni sfruttiamo.  Se i prezzi durante la sessione odierna, foreranno di massimo 15 punti i minimi di giovedì 30 settembre che sono stati a 1,1579, per poi ritornarci sopra, noi entriamo in acquisto.

Lo stop loss lo andremo a posizionare a 1,1560, che dato noi entreremo a 1,1580/81 sono giusto 20-21 punti di stop, almeno siamo tranquilli che lo abbiamo già identificato e non corriamo il rischio che venga forato di poco il minimo e poi ci troviamo con stop troppo stretti. I target dell’operazione invece saranno 2, il primo è il raggiungimento della piccola zolla volumetrica a 1,1612, mentre il secondo è il ritorno in area minimi di ieri a 1,1634, che sarebbe un gran bell’obbiettivo di profitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *