Fondi azionari, i settori dove conviene investire adesso

Investire nei fondi azionari può essere assai redditizio, se si intercettano i settori interessati dalla ripresa economica post-Covid. Quali sono?

Fondi azionari (Google Immagini)
Fondi azionari (Google Immagini)

La ripresa economica è alle porte, complici le riaperture graduali e l’incedere della campagna vaccinale. Sconfitta definitivamente le pandemia Covid-19, intercettare i principali settori della crescita dei prossimi mesi si rivelerà un investimento particolarmente redditizio. Da tenere d’occhio, secondo gli analisti, saranno soprattutto i fondi azionari.

Il fondo comune di investimento è un istituto di intermediazione finanziaria definito dalla legislazione italiana come organismo di investimento collettivo del risparmio costituito in forma di patrimonio autonomo, suddiviso in quote, istituito e curato da un gestore. I fondi sono azionari se investono il capitale del proprio portafogli in titoli almeno al 70% in azioni.

Cosa dicono gli esperti? Quali settori riguarda la normalizzazione finanziaria?

Fondi azionari e ripresa economica: un connubio vincente

Il potenziale di crescita dei ricavi riguarda innanzitutto molte realtà economiche che hanno sofferto particolarmente durante la pandemia. Ci si riferisce ovviamente del settore alberghiero, della ristorazione, del turismo e di tutte le attività legate al tempo libero che si esperiscono al di fuori delle mura di casa.

L’effetto rimbalzo di questi settori potrebbe essere notevole, e favorire i titoli azionari ad essi legati. Le azioni sono ben valutate in linea con le previsioni a medio e lungo termine, e il rendimento globale dei dividendi permane al di sopra del rendimento obbligazionario.

A farla da padrone, anche nel 2021, saranno comunque i titoli legati alle società tecnologiche e delle energie rinnovabili. Gli investimenti nel cloud computing e nella tecnologia, in particolare, saranno ancora i più redditizi. Nigel Bolton , Co-Chief Investment Officer di BlackRock Fundamental Equities, lo spiega così: «il lavoro remoto part-time è diventato la nuova normalità».

La tendenza alla digitalizzazione, anche nel commercio, favorirà il rendimento in azioni e, dunque, i Fondi.

Anche i settori considerati in questo momento più deboli, proprio in ragione di ciò, potranno portare a rendimenti inaspettati in azioni. I combustibili fossili, delle materie prime e l’industria e l’auto, penalizzati dalla transizione ecologica, ma proprio per questo potrebbero portare a profitti più elevati, o se preferite meno bassi, rispetto alle correnti aspettative.

LEGGI ANCHE >>> Apple: quanto potranno valere per gli azionisti i suoi obiettivi ecologici?

Insomma, pare essercene per tutti. A fare la differenza, più che la tipologia settoriale, sarà la salute e l’adattabilità della singola impresa. La scommessa in termini di azioni paga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *