Le migliori professioni su cui puntare: quante opportunità in questi lavori

Quali sono i lavori e le professioni a cui prestare attenzione e che potrebbero essere ricche di opportunità? Occhio alle migliori

Le migliori professioni su cui puntare: quante opportunità in questi lavori
Lavoro (fonte foto: Adobe Stock)

C’è sempre grande curiosità ed una forte attenzione sul tema del lavoro e delle professioni, con un orecchio sempre teso all’ascolto dei contesti che potrebbero dare nuove e ricche opportunità: ma quali sono i lavori che in tal senso vanno attenzionati? Ecco di cosa si tratta e i dettagli al riguardo.

Sempre più si parla di recente di un particolare fenomeno che va diffondendosi, quello inerente la Great Resignation, che come alcuni sapranno, riguarda la decisione di molti lavoratori, in particolare d’Oltreoceano, di licenziarsi dal lavoro che svolgono e dalle proprie mansioni, poiché in cerca di un bilanciamento migliore per quel che concerne la vita e il lavoro, dopo il rallentamento che ha coinvolto tutto il mondo in seguito alla pandemia e all’arrivo nella vite di tutti del Coronarivus.

In parte, spiega qufinanza.it, tale fenomeno coinvolge anche l’Italia, sebbene il Paese sia alle prese con altri aspetti, quali la crescita degli occupati e, allo stesso tempo, la difficoltà da parte dei lavoratori ad entrare a far parte del mondo del lavoro e dei circuiti produttivi.

Le ripercussioni sulle attività economiche dovute alla pandemia hanno portato ad una scarsità di manodopera in alcuni settori ed un turnover più o meno forzato ha portato a chi è in cerca di lavoro oggi, diverse opportunità lavorative.

Quifinanza.it spiega che Jobtech, la prima agenzia italiana per il lavoro tutta digitale, ha avuto modo di occuparsi dell’analisi degli annunci di lavoro in somministrazione per quel che concerne il retail, la logistica, i call center, l’hospitality e l’Ho.Re.Ca.

Da tale ricerca sono emerse le cinque professioni con maggior opportunità di lavoro in somministrazione per quanto riguarda il 2022.

Lavoro, chi ha guadagnato di più nel 2021 (e chi meno)

Le migliori professioni per il 2022: lavori in somministrazione

Interessantissimi spunti, dunque, quelli che emergono dall’approfondimento di quifinanza.it, in collaborazione con Adnkronos, circa l’analisi condotta da Jobtech, su un tema di grande rilevanza ed importanza quale il mondo di lavoro, le professioni e le opportunità di inserimento per il 2022.

Degni di attenzione anzitutto sono i picker e i packer per i dark store, vale a dire i punti vendita che si focalizzano sugli acquisti e sullo shopping online, e che vanno via via prendendo sempre più notorietà; si legge che si tratta di un fenomeno in crescita e in tal senso le opportunità lavorative potrebbero essere importanti, in tal senso.

Si fa cenno alla creazione di piccoli centri di distruzione di quartiere in cui a svolgere attività lavorativa saranno i rider, quelli che si occuperanno della preparazione degli ordini, magazzinieri e store manager. Un settore in grande trasformazione è la logistica, che forse mai prima d’ora è stato tanto strategico e tecnologico, e che vede affermarsi al figurate del responsabile della logistica. Un punto di contatto con il consumatore finale e responsabile, per quanto gli compete, del grado di soddisfazione proprio del consumatore.

Potrebbero essere grandi occasioni ed opportunità rispetto all’inserimento, prossimamente, per una persona che ha studiato ed ha approfondito, formandosi, con padronanza del digitale ed esperto, pronto alle sfide inerenti la costruzione di un carico, la pianificazione del percorso e la conferma della disponibilità del cliente.

La ristorazione di certo è stato un ambito che ha vissuto le conseguenze dovute alla pandemia, dove però si è prodotto un turnover della forza lavoro. Si legge che nel 2022 la situazione porterà ad una spinta circa l’assunzione di alcuni profili quali camerieri, barman, chef, pizzaioli, con molte opportunità soprattutto per chi vanta esperienza.

Qui Finanza sottolinea che tra le causa della “Great Resignation”, secondo le analisi vi è proprio la richiesta di avere un maggior bilanciamento tra due elementi quale vita e lavoro. La possibilità del lavoro da remoto, dunque, può risultare interessante ed appetibile per molti e per coloro che sostengono la Yolo Economy – You Only Live Once, che potranno fare affidamento sulle numerose opportunità inerenti il call center.

Lavoro e colloqui, occhio: la ‘nuova’ domanda da aspettarsi sorprende

Non mancherebbero tanti annunci riguardo a lavori nel customer car o nelle inside sales, con la gestione che verrebbe svolta però da casa. E ancora, un altro ambito da considerare è quello della contabilità, secondo le analisi e stando a quanto si legge, in particolar modo tra le donne e chi cerca possibilità nel remote working.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *