Libretti postali, attenzione alla data del 21 giugno: cosa è bene sapere

Attenzione alla data del 21 giugno per alcuni titolari dei libretti postali: c’entrano quelli “dormienti”, cosa bisogna sapere al riguardo

Occhi aperti ed attenzione sulla questione inerente il libretto postale, uno strumento noto e molto diffuso di Poste Italiane: perché occorre prestare attenzione e quali alcuni dettagli da sapere in merito alla data del 21 giugno 2022.

Libretti postali, attenzione alla data del 21 giugno: cosa è bene sapere
fonte foto:adobestock

È dunque bene prestare attenzione alla data del 21 giugno 2022 per quel che concerne i libretti postali “dormienti”, ovvero quelli non rendicontati negli ultimi 10 anni, su cui non vi è stata fatta alcuna operazione in questo lasso di tempo.

In tale data ad essere estinti saranno i libretti di Poste Italiane, ma si tratta di quelli rimasti, per l’appunto dormienti negli ultimi 10anni e in più su di essi ci devono essere importi uguali o maggiori di 100 euro.

A parlarne nel proprio approfondimento è Investireoggi.it, il quale fa riferimento ad un avviso di Poste Italiane (in data 23 aprile 2022), proprio riguardo i libretti di risparmio postale; e in esso si può leggere che negli uffici postali si trova l’elenco provinciale di quelli “Dormienti” alla data del 31 marzo 2022.

Viene spiegato che con tale termine si indica che il possessore del libretto con disponibilità di importi uguali o maggio di 100€ non ha compiuto operazioni su di esso da dieci anni.

È dunque necessario che l’eventuale soggetto si rechi presso uno sportello Poste Italiane entro la data del 20 ottobre 2022 per consentire il censimento anagrafico del proprio libretto postale. Qualora si superasse tale data, si legge che Poste provvederebbe all’estinzione del libretto in questione.

Rispetto alla data del 21 giugno, in tale giornata si legge che scadrà il tempo utile per quel che concerne la rendicontazione del proprio libretto dormiente alla data del 30 novembre 2021. Dunque, occorre prestare attenzione poiché se si superasse tale giorno senza compiere alcuna operazione, le cifre contenute sul libretto andrebbero al Fondo Consap istituto dalla Finanziaria 2006.

Qui è possibile consultare il sito di Poste Italiane  – Depositi dormienti: elenco dei Libretti di risparmio postale non movimentati da almeno 10 anni.

Libretti postali dormienti: cosa evitare che venga estinto

Si tratta dunque di un tema che desta grande attenzione, quello inerente il libretto postale dormiente, argomento che è stato approfondito anche qui insieme ad un’altra scadenza, ma di tipo diversa, legata invece al 20 giugno.

Ritornando al tema in oggetto, come viene spiegato da Investireoggi.it, al fine di evitare che l’eventuale libretto venga estinto, occorre recarsi in Poste entro la data del 21 giugno 2022 per farlo censire o per rendicontarlo. Viene poi spiegato che coloro che hanno un prodotto in scadenza riceve una comunicazione da parte dell’azienda circa la segnalazione riguardo la dormiente del libretto per evitare che quest’ultimo venga estinto e gli eventuali importi trasferiti al fondo indicato.

Come già indicato, qui sul sito di Poste, vi è l’elenco dei libretti dormienti dal 2008 al 2013, dal 2014 al 2018, e dal 2019. Dunque, vi è la possibilità di poter consultare tale elenco. Inoltre per saperne di più ed informarsi circa la situazione del proprio eventuale libretto postale, vi è anche la possibilità di chiamare al numero del servizio clienti, il quale è 800.00.33.22.

Qui, l’avviso alla clientela – libretti di risparmio postale “dormienti” da parte di Poste in data 23 aprile 2022.

Questi alcuni dettagli. In ogni caso è opportuno ed è bene approfondire temi ed elementi, ed informarsi anche mediante un confronto con esperti del campo e professionisti del settore, rivolgendosi al personale di PosteItaliane, così da poter chiarire eventuali dubbi e comprendere nel dettaglio e al meglio i punti e gli aspetti da sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *