10 centesimi, se trovi l’ape hai un vero tesoro tra le mani: quanto vale

Una moneta dal sapore particolare. Centesimi di Lira, il Regno di Italia ed un’epoca del tutto diversa, molto lontana nel tempo.

10 cent ape
10 cent ape (Adobe)

Una moneta che forse qualcuno avrà intravisto, magari riposta chissà come e dove da un genitore molto anziano o da una nonna o dal nonno. Il ricordo che simboleggia un tempo ormai smarrito nel tempo, lontano, troppo lontano per poterci entrare e comprenderne ragioni e dinamiche. La moneta da 10 centesimi Ape, rappresenta una vera e propria chicca per i collezionisti di tutto il mondo, un pezzo unico forse nel suo genere sul quale gli occhi di chi vive di certe passioni, sono più attenti che mai.

Coniata nel 1919 e fino al 1937, questa moneta raffigura da un lato un’ape su un fiore, dall’altro lato il profilo dall’allora Re d’Italia, Vittorio Emanuele III.  La moneta in questione, per tutta una serie di motivi, cosi come del resto le monete attuali, conserva un valore diverso a seconda dell’annata di conio. Questo generalmente per il numero di pezzi realizzati anno per anno, chiaramente nel momento in cui la tiratura risulta limitata, il valore del pezzo in questione aumenta sostanzialmente il proprio valore.

LEGGI ANCHE >>> La moneta da 5 cent che vale un tesoro: il suo valore non ha eguali

L’esemplare più prezioso è quello datato 1919

Per questa particolare moneta l’annata migliore, chiaramente riferendosi al conio, è la prima il 1919. In quel caso un esemplare in perfette condizioni, quindi perfettamente conservato ed in base alla classificazione stessa che in genere si fa in questi casi conserva un valore che va dai 30 euro ai 750 euro al pezzo. Esemplari coniati tra il 1920 ed il 1924, invece, hanno un valore che va dai 2 ai 30 euro al pezzo. Dal 1925 al 1927 invece si va dai 4 euro agli 80 euro, valore già più alto del precedente.

Mediamente, soprattutto per le annate successive si ha una valutazione che varia dai 60 ai 90 euro al pezzo. Una moneta di discreto valore insomma, nonostante la stessa valutazione, che come spesso succede, in base alle varie tirature varia da annata ad annata.

LEGGI ANCHE >>> Moneta da 100 lire, attenti alla data: se la trovate avete un assegno circolare in tasca

10 cent, un tempo smarrito ormai, una moneta che può arrivare a valere circa 750 euro, davvero niente male per un pezzo magari poco conosciuto ma che nonostante tutto racchiude un valore assolutamente di rilievo, un valore che fa letteralmente impazzire i collezionisti di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *