Il segreto della società di software che cresce di più al mondo

Oracle Corporation è una multinazionale americana di tecnologia informatica. L’azienda è oggi la seconda più grande società di software al mondo per fatturato e capitalizzazione.

Lavoro, un 2022 ricco di opportunità per queste professioni: le migliori

Le sue applicazioni aziendali automatizzano i processi di back office ma anche di front office. Includendo servizi software di gestione di database, supporto decisionale, finanza e risorse umane.

Oracle commercializza i suoi prodotti insieme ai relativi servizi di consulenza, formazione, supporto e integrazione dei sistemi in oltre 140 paesi. La storia dell’azienda affonda le sue radici nella progettazione di programmi di database personalizzati per le agenzie governative.

Nel 1979 la società rilascia Oracle, il primo programma di database relazionale commerciale a utilizzare il linguaggio di programmazione Structured Query Language (SQL) che la fece rapidamente divenire popolare. Il suo primo cliente fu la U.S. Air Force, fu poi la volta di IBM per cui Oracle sviluppa il primo sistema per la gestione database di tipo relazionale al mondo, che consente alle organizzazioni di utilizzare computer di diversi produttori tramite lo stesso software. Un anno dopo il suo sviluppo pionieristico, Oracle è diventata un’azienda redditizia e nel 1982 con soli 24 dipendenti fattura già quasi 2,5 milioni di dollari.

Qual è il motivo principale del successo di Oracle?

Uno dei motivi principali del successo di Oracle durante la metà degli anni 1980 è stato l’emergere di SQL come linguaggio standard del settore per i sistemi di gestione di database relazionali. Questo tipo di database funziona seguendo un modello intuitivo e diretto di rappresentare i dati nelle tabelle. In un database relazionale ogni riga della tabella è associato a un ID univoco che venendo richiamato può attribuire all’elemento tutte le informazioni a essa associate. Ad esempio, un’azienda potrebbe utilizzare un database relazionale per elaborare gli ordini per i suoi prodotti. Ad ogni cliente sono associati nome, l’indirizzo, telefono nonché informazioni di spedizione e fatturazione. A queste informazioni deve essere associato, prodotto, quantità e prezzo.

I dati del cliente e il tipo di ordine non sono naturalmente correlati, ma grazie al database relazionale essi sono associati in una relazione attraverso un ID univoco assegnato tramite cui è possibile elaborare ed evadere correttamente l’ordine.

La straordinaria crescita economica di Oracle, oggi tra le più grandi società di software al mondo

Il 1982 è anche l’anno in cui Oracle comincia a espandere il giro d’affari in Europa, dando avvio a una sua divisione in Danimarca. Con la prosecuzione dell’innovazione Oracle diventa la società di software a più rapida crescita al mondo, con un fatturato che raddoppia ogni anno per i primi otto anni. Nel 1986 Oracle ha già 17 filiali con sedi internazionali in 39 paesi che commercializzano i suoi prodotti. Un anno dopo l’azienda ha superato i 100 milioni di dollari di vendite, diventando la più grande società di software di gestione di database al mondo, con oltre 4.500 clienti in 55 paesi.

Nel 1987 Oracle era emersa come la scelta DBMS relazionale della maggior parte dei principali produttori di computer, consentendo all’azienda di espandere la portata dei marchi hardware su cui i prodotti Oracle potevano operare. Due anni dopo la società entra nell’indice S&P500 chiudendo il suo anno fiscale con un fatturato netto di 82 milioni di dollari.

Oggi Oracle continua la sua espansione all’interno di trend che ha visto nel 2021 un crescendo di operazioni di fusione e acquisizione. Le operazioni M&A hanno superato l’anno scorso i 5 trilioni di dollari, con record nelle aziende nei settori tecnologici e dall’assistenza sanitaria.

LEGGI ANCHE>>Oracle, il potenziale economico della divisione italiana e il suo progetto di cloud regionale

L’attività di Oracle oggi e l’espansione nel settore dei database sanitari

Il gigante del software aziendale Oracle acquisterà Cerner, società nel settore dell’information technology. L’azienda si pone l’obbiettivo di innovare attraverso i suoi servizi il campo della medicina. L’evoluzione tecnologica sta rapidamente facendo breccia in tutti i settori tradizionali semplificando ad esempio, la raccolta, l’archiviazione e la ricerca dei dati clinici. L’accordo del valore di 28,3 miliardi di dollari si concluderà nel 2022, è la più grande acquisizione di sempre per Oracle. L’investimento può aiutare Oracle a rafforzare la sua presenza nell’assistenza sanitaria, portando i suoi servizi cloud a sostegno dei database sanitari.

A guidare la strategia dei prodotti di Oracle c’è oggi Rob Tarkoff responsabile del marketing, delle vendite e della qualità del servizio. Il suo compito è aiutare le aziende ad avere successo nel fornire ai propri clienti la migliore esperienza con i prodotti dell’azienda. Il manager con una esperienza di 15 anni nel settore è entrato a far parte di Oracle nel 2018. In precedenza, ha ricoperto ruoli di rilievo in ambito dirigenziale per realtà come Lithium Technologies, Adobe, guidando per quest’ultima diverse acquisizioni chiave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *