Il cedolino pensione dice 1000 euro al mese: ecco per chi scatta la misura

Una iniziativa si potrebbe dire. La possibilità di anticipare la pensione di entrare nella fase post lavorativa con un assegno dignitoso.

Pensione di reversibilità e legge 104: come funziona? La risposta che non ti aspetti
legge 104

Il momento di andare in pensione è probabilmente avvertito dalla maggior parte dei lavoratori interessati, con largo anticipo. Quella fase in cui ci si sente meno pronti, preparati, disposti in qualche modo al sacrificio. Il punto,  in cui per mille ragioni si vorrebbe non lavorare più, si vorrebbe per dinamiche spesso pressanti non far parte più di quella categoria ma entrare in un’altra di categoria, quella dei pensionati. Le opportunità al giorno d’oggi non mancano e numerose sono quindi le possibilità per chi ha intenzione di smettere di lavorare, per i più svariati motivi.

La misura scatterà per tutti i lavoratori, con o senza Legge 104 che sceglieranno di anticipare il momento della pensione andando chiaramente incontro a decurtazioni circa l’importo percepito mensilmente. Si potrebbe arrivare in media comunque sopra i 1000 euro mensili se si sceglie di anticipare il pensionamento. Requisiti temporali, ad esempio 64 anni e contributivi, non meno di 20 anni, possono in ogni caso portare ad un assegno mensile mille euro e più. Soluzioni che in ogni caso sono disponibili nel nostro paese grazie ad alcune misure introdotte nel corso degli anni.

1000 al mese e più di pensione senza Legge 104: ecco come

Disponendo della giusta misura di anni di contributi versati è possibile usufruire dell’opzione Ape Sociale 63. Tale misura,  offre insomma la possibilità di uscire dal mondo del lavoro anticipatamente con un assegno però non superiore ai 1500 euro. Per chi è stato per almeno 6 o 7 anni impegnato in mansioni gravose saranno necessari per accedere alla misura ben 36 anni di contributi. Il caso specifico offre insomma la possibilità di anticipare non di poco l’accesso alla pensione in condizioni del tutto ottimali, tutto sommato non perdendo nemmeno poi tanto dall’assegno mensile spettante.

LEGGI ANCHE >>> Pensione e riscatto del servizio militare: non sempre conviene ma in pochi lo sanno

Gli ultimi mesi si sono rivelati assolutamente determinanti. Per la presa in considerazione di moltissimi elementi che risulteranno utili per sancire finalmente, da parte del Governo. La linea da intraprendere in merito alle pensioni. Occorre un intervento preciso. Occorre tutelare tutti i lavoratori e tutte le categorie, anche inoltre le varie generazioni che rischiano di non vederla mai la pensione. Il momento delle decisioni da prendere è deciso, il Governo deve ad ogni modo sciogliere un nodo che può rivelarsi fondamentale per l futuro del paese. Gli italiani attendono, i lavoratori chiedono garanzie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *