Con la pensione minima si ha diritto al bonus di Natale? La risposta è sorprendente

Con l’arrivo del Natale arrivano tante novità sugli stipendi e pensioni, ci si chiede se spetta il bonus di Natale sulla pensione minima. Verifichiamolo

Con la pensione minima si ha diritto al bonus di Natale?

Alcune pensione annualmente ricevono la tredicesima a dicembre o l’importo aggiuntivo. Una Lettrice ha chiesto chiarimenti in merito al bonus di Natale se spetta sulla pensione minima. In effetti, si tratta dell’importo aggiuntivo  sulla pensione, chiamato anche “bonus di Natale” perché riconosciuto nel mese di dicembre. L’importo aggiuntivo è riconosciuto sulle pensioni minime solo in base a determinati requisiti di reddito.

Con la pensione minima si ha diritto al bonus di Natale?

Una Lettrice si è rivolta agli Esperti di Trading.it per informazione sulla possibilità di ricevere il “bonus di Natale” considerando che ha una pensione minima, inoltre, ha da poco compiuto 64 anni di età.

Ricordiamo che il bonus corrisponde ad un importo aggiuntivo sulla prestazione pensionistica, è in vigore dal 2001 a favore dei soggetti incapienti, cioè coloro che non versano imposte al Fisco e non possono usufruire di sgravi fiscali. L’importo aggiuntivo è riconosciuto sulle pensioni minime senza maggiorazioni fino ad un importo di 154,94 euro.

LEGGI ANCHE>>>Pensione di invalidità: il ‘regalo’ di Natale con il doppio assegno in anticipo

Beneficiari

Possono usufruire del cosiddetto “bonus di Natale” i soggetti che hanno determinate condizioni. Nello specifico i requisiti si possono raggruppare in tre punti:

1) pensione: l’importo annuale non deve essere superiore al valore del trattamento previdenziale minimo con l’aggiunta di 154,94 euro;

2) reddito personale annuale: il reddito annuale non deve essere superiore ad una volta e mezzo il trattamento minimo in vigore;

3) reddito complessivo annuale dei coniugi: non deve essere superiore ad un importo pari a tre volte il trattamento minimo in vigore.

Limiti di reddito personale e coniugale

I limiti da considerare per le pensioni 2021 sono:

a) l’importo aggiuntivo spetta nella misura piena su un importo mensile di 515,58 euro che genera un importo complessivo annuale di 6.702,48 euro;

b) il valore oltre il quale l’importo aggiuntivo non spetta nemmeno in misura parziale: importo mensile di 527,50 euro che genera un importo complessivo annuale di 6.857,48 euro.

Inoltre, bisogna considerare anche il requisito reddituale complessivo che nel 2021, i limiti sono i seguenti:

a) reddito personale annuo pari a 10.053,81 euro;

b) se coniugato il reddito complessivo annuo deve essere pari a 20.107,62 euro.

Quindi, in risposta alla nostra Lettrice, se rientra nei requisiti evidenziati, l’importo aggiuntivo “bonus di Natale” sarà corrisposto in automatico con l’assegno pensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *