Pensioni, ad agosto aumenti di oltre 600 euro ma solo per pochi: ecco a chi sono destinati

Finalmente buone notizie per le pensioni: ad agosto sono previsti aumenti di oltre 600 euro, ma solo per pochi. Scopriamo insieme di cosa si tratta e chi sono i fortunati che li riceveranno. 

Senza dubbio, quella dei pensionati è una categoria piuttosto svantaggiata. Costoro si godono il meritato riposo dopo una vita di lavoro ma, spesso, ciò costa davvero caro. Sono tanti coloro che ricevono un assegno pensionistico davvero ridotto o rasentante il minimo: dopo anni di sacrifici, spesso risulta impossibile vivere con somme così esigue.

Pensione compatibile con i guadagni derivanti dai Titoli di Stato BTP?
Adobe Stock

Per questo motivo, l’INPS ha pensato a degli aumenti di oltre 600 euro per quanto riguarda le pensioni di agosto. Tuttavia, tali cifre non sono destinate a tutti, ma solo a pochi. Ecco chi saranno i beneficiari e a chi saranno destinati tali aumenti: scopriamo tutto quello che c’è da sapere in merito a questa questione.

Aumento pensioni, oltre 600 euro ad agosto: i beneficiari sono davvero pochi

Il pagamento delle pensioni per quanto riguarda il mese di agosto riserva grandissime novità. In molti saranno coloro che riceveranno diversi e sostanziosi aumenti. In primo luogo, costoro riceveranno sull’accredito della pensione di agosto il rimborso del 730 circa tutte le spese sostenute nel corso del 2021 e portate in detrazione. 

Coloro che hanno maturato un credito nei confronti del Fisco riceveranno, dunque, un rimborso proprio a partire dal prossimo mese. Tale aumento, inoltre, riguarderà non solo il mese di agosto, ma anche i mesi da settembre in poi. Ovviamente, tutto ciò potrà variare da pensionato a pensionato, in base a quanto dichiarato e alle spese sostenute.

Un secondo aumento, ancora riguarderà proprio il trattamento pensionistico. Tale aumento è giustificato dal mancato accredito del bonus 200 euro una tantum, nell’erogazione della mensilità di luglio. Essa, come già ben sappiamo, non è riservata a tutti ma solo ai pensionati che presentano un ISEE inferiore ai 35mila euro annui. Dunque, tutti coloro che non hanno ricevuto l’agevolazione nel mese di luglio la vedranno direttamente accreditata nell’assegno previdenziale del mese di agosto.

La quattordicesima mensilità, un ulteriore aumento per agosto

I pensionati, inoltre, nella mensilità di agosto riceveranno anche un ulteriore beneficio economico: la quattordicesima mensilità. Tale importo extra, qualora non fosse erogata per il mese di luglio arriverà certamente ad agosto. Tale importo non è destinato a tutti, ma solo ai pensionati che si trovano in condizioni di particolare disagio economico e che possiedono una determinata anzianità.

Potranno beneficiarne unicamente coloro che hanno un età pari o superiore ai 64 anni e con un reddito annuo attestato entro i entro i 10.224,83 euro. Dunque, coloro che presentano tali requisiti e non hanno ricevuto l’importo della quattordicesima nel mese di luglio, riceveranno i seguenti aumenti:

  • 437 € fino a 15 anni dipendente;
  • 546 € da 15 a 25 anni dipendente;
  • 655 € oltre i 25 anni dipendente.

Qualora, invece, il reddito annuo dovesse superare tale soglia ma non oltrepassare i 13.663,10 €, gli aumenti saranno pari a:

  • 336 € fino a 15 anni dipendente;
  • 420 € da 15 a 25 anni dipendente;
  • 504 € oltre i 25 anni dipendente e i 28 anni autonomo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *