Regalare soldi ai parenti: in questo modo eviterai problemi con l’Agenzia delle Entrate

Ogni volta che si regalano soldi a parenti si incorre in problemi legati alle spese e all’Agenzia delle Entrate: ecco come fare per evitare tutti questi problemi

regalare soldi

Il periodo natalizio è sicuramente esasperante sotto tanti punti di vista: questo periodo dell’anno è sicuramente un momento di gioia in cui fare e ricevere doni, ma anche stressante poiché indaffarati tra la ricerca dei regali. 

Proprio per queste ragioni moltissime persone scelgono la strada più semplice: regalare dei soldi. Infatti, i soldi oltre ad essere un regalo sempre ben gradito permettono di risparmiare tempo ed evitare le lunghe code dei centri commerciali.

Bisogna però prestare molta attenzione quando si regalano,  perché il fisco è sempre attento ad ogni minimo dettaglio. Ecco come fare per regalare soldi ai propri parenti: i limiti delle cifre per evitare problemi con l’Agenzia delle Entrate. 

Regalare soldi ai parenti: ecco come evitare i problemi con l’Agenzia delle Entrate

Il Fisco è sempre attento sia nei confronti degli evasori, sia verso i contribuenti sbadati che prestano poca attenzione alle procedure corrette quando si regalano dei soldi. Infatti, quando si fanno regali del genere, è importantissimo prestare attenzione a quello che si indica nella causale del bonifico.

Oltre a una causale precisa è sempre bene prestare attenzione alla modalità di trasferimento se non si decide di ricorrere a pagamenti tracciabili. I controlli sulle transazioni in contanti, infatti, potrebbero essere molto più severi.

LEGGI ANCHE: Soldi in regalo, questo Natale sarà tutto più difficile: le ultime disposizioni

Ci sono dei modi per evitare gli accertamenti fiscali da parte dell’Agenzia delle Entrate su questi tipi di aiuti economici: il più importante riguarda la cifra inviata. Ecco cosa dicono i consulenti esperti per regalare soldi ai parenti evitando i controlli del Fisco. 

Ecco la cifra più sicura

L’Agenzia delle Entrate potrebbe decidere di far scattare dei controlli su alcune transazioni di denaro sospette: alcune donazioni, infatti, potrebbero nascondere tentativi di evasione o di trasferimento di denaro proveniente da redditi in nero. Basta poco per evitare che il proprio regalo possa essere considerato sospetto.

Qualora l’importo sia elevato e non possa essere ridotto, sarà necessario recarsi presso lo studio di un notaio con due testimoni. Qualora, invece, la somma possa essere ridotta è sempre bene ricordare che l’unico limite posto è quello della proporzionalità. Non ci sono, infatti, cifre precise oltre le quali non procedere, ma la donazione deve essere sempre proporzionata alla condizione economica di chi la effettua. 

Infine, è importante ricordare che anche su alcune donazioni in Italia è applicata un’imposta: essa si aggira intorno al 4% solo nel caso in cui il regalo consista in una cifra superiore ad 1 milione di euro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *