Risparmi in conto corrente, perdiamo soldi ogni giorno: ecco quanti

Con l’aumento dell’inflazione coloro che hanno i propri risparmi in conto corrente potrebbero perdere soldi ogni giorno. Scopriamo insieme di cosa si tratta. 

L’aumento dell’inflazione ha portato ad un generale aumento dei prezzi e a una diminuzione del valore della moneta. Il suo aumento era stato già avvertito negli ultimi mesi dello scorso 2021 e, purtroppo, non ha fatto altro che crescere ulteriormente in questi primi mesi del 2022. L’aumento generale dei prezzi, infatti, è peggiorato con le recenti tensioni geopolitiche in Europa e, in particolare, a seguito del conflitto con tra Russia e Ucraina.

inflazione perdere risparmi

Neanche i nostri risparmi sono al sicuro e con l’aumento dell’inflazione si perdono soldi davvero ogni giorno. Ecco per quale motivo e come mettere al sicuro il denaro sul vostro conto corrente e non correre più il rischio di perderne una parte. Scopriamo insieme come fare.

Attenzione ai vostri risparmi in conto corrente: l’inflazione arreca numerosi danni

Le conseguenze della crisi economica accentuata dall’ormai trascorsa emergenza sanitaria e dalle tensioni geopolitiche sfociate a seguito dell’invasione della Russia in Ucraina, hanno comportato un grave aumento dell’inflazione. Questo fenomeno, ha comportato non solo l’aumento dei prezzi e, in generale, del costo della vita, ma anche gravi danni ai risparmi degli italiani. 

Le ripercussioni di quanto accade nel mondo, infatti, si ripercuotono spesso anche sulle tasche dei cittadini e mettono a repentaglio i loro risparmi. Stesso effetto produce anche l’insicurezza che, per l’appunto, si ripercuote in modo negativo sul tasso di inflazione. Tale tasso, ad oggi, è attestato essere intorno al 7% circa: questa cifra rende ora più che mai rischioso detenere del denaro sul proprio conto corrente. 

Da aggiungersi, infine, alla base di tale avvenimento, vi è la produttività degli ultimi due anni che, per certo, non è riuscita a rispondere in modo adeguato alle varie domande di mercato. 

Il rischio per i risparmiatori

La perdita di valore della moneta, dunque, mette in serio rischio anche i risparmi in giacenza nel conto corrente dei risparmiatori italiani. Si stima, infatti, che con l’aumento dell’inflazione, essi perdano sempre più valore e quindi i correntisti si ritrovino a perdere soldi ogni giorno che passa. 

Un esempio interessante, in tal senso, è stato fornito da Wall Street Italia. Gli esperti in questione, hanno presupposto che un risparmiatore abbia accumulato negli anni 50mila euro: con l’attuale tasso di inflazione la perdita si stima essere di ben 3500 euro. Tale calcolo, tradotto in termini mensili,  si traduce in circa 300 euro al mese.

Al giorno si perderebbero, dunque, circa 10 euro. Una perdita che pesa sulle tasche di molti che hanno lavorato una vita intera per mettere da parte un proprio gruzzoletto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *