Risparmiare in bolletta: una nuova guida ci insegnerà la convenienza

Il risparmio energetico ed anche quello economico passa per alcuni accorgimenti che tutti prima o poi dovremmo prendere in considerazione.

Risparmio fiscale
Risparmio fiscale (Adobe)

In tempi di grande crisi economica arriva la decisione da parte dell’Unione Europea di una nuova etichetta energetica per quei prodotti che riguardano l’illuminazione. La decisione che aveva già convolto in passato la categoria degli elettrodomestici, con  lavastoviglie, lavatrici, frigoriferi e display, ora investe le lampadine. Il tutto ha come missione l’incentivare determinati comportamenti da parte dei cittadini. Chiaramente in questa fase di continua metamorfosi il cittadino potrebbe sentirsi incerto e spaesato.

Cominciamo con il dire che le classi di efficienza dei sistemi di illuminazione, lampadine quindi in linea di massima, non saranno più classificate da A+ ad A+++, cosi come avveniva prima, ma da A a G. Insieme all’articolo verranno fornite una serie di informazioni, l’intensità della luce, se calda, fredda o neutra, la durata della lampadina, il tipo di lampeggiamento, il colore e la sua efficienza. Una serie di informazioni che insomma andranno a rappresentare la vera e propria etichetta energetica, in questo caso.

Il progetto che guida i cittadini alla scoperta della convenienza nell’acquisto di lampadine

BELT (Boost Energy Label Take up), è un progetto portato avanti da Altroconsumo in collaborazione con diversi partner europei. Il progetto si pone l’obiettivo di guidare il cittadino nella complessa, troppo spesso, scelta delle lampadine che risultano essere più convenienti. Il risparmio in bolletta in questo caso è il fattore principale. Si tratta di un vero e proprio calcolatore che andrà a studiare le caratteristiche delle varie lampadine presenti per tipologia sul mercato andando a scegliere quella economicamente più vantaggiosa.

LEGGI ANCHE >>> Bolletta luce: quanti giorni possono passare prima del blocco totale

L’intuizione è assai preziosa perchè questo strumento darà la possibilità ai cittadini anche di imparare a scegliere la lampadina per loro più congeniale, in questa fase in cui tutto sembra essere cambiato tra classificazione e descrizione delle diverse tipologie di lampadine presenti sul mercato. L’impatto ambientale oggi è diventato il fattore determinante, tutto il resto ne è una logica conseguenza. Miglioramenti, risparmio ed efficienza, questo, oggi, cercano i cittadini europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *