Come sfruttare il mercato con lo swing trading

L’importanza di adattare il trading al proprio stile di vita. Tu scegli il day trading oppure lo swing trading?

swing trading

Lo swing trading è una tipologia di investimento che cattura rendimenti di breve o medio termine all’interno di un portafoglio, in pochi giorni o poche settimane. Per lo swing trading è importante fare un’analisi tecnica di mercato approfondita, valutare prezzi e tendenze oltre a un’analisi fondamentale.

La differenza tra lo swing trading e il day trading sta nel periodo di detenzione delle posizioni. Il day trading prevede la chiusura delle posizioni entro la  chiusura di mercato, mentre lo swing trading cavalca un trend, quindi porta le posizioni anche overnight. Di solito i day trader possono utilizzare un margine del 25% mentre i trader di swing possono ricorrere a un margine o leva del 50%.

Lo swing trading prende il nome dalle oscillazioni, infatti cerca di trarre profitto sia dal rialzo che dal ribasso delle oscillazioni di mercato. Sia gli swing trader che i day trader, utilizzano diverse metodologie di trading tecnico solo per un periodo di tempo che è simile al trading di posizione.

Gli swing trader per sviluppare le loro strategie usano strumenti come le bande di Bollinger, il ritracciamento di Fibonacci, oscillatori mobili. Spesso studiano l’evoluzione dei pattern grafici nell’arco di più giorni così da riuscire a costruire una strategia di trading che può assumere nomi differenti.

  • Modello testa e spalle
  • Modello di bandiera
  • Modello di tazza e manico
  • Motivo a triangolo
  • Crossover medio mobile

LEGGI ANCHE >>Il trading non è un’occupazione per tutti: fa al caso tuo?

Quali sono i differenti approcci di swing trading?

Le linee di rintracciamento di Fibonacci hanno la funzione di aiutare i trader a definire i livelli di supporto e resistenza.  I trader in questo caso ai vari intervalli percentuali, andranno a  tracciare linee orizzontali, come 23,6%, 38,2% e 61,8%, per definire i possibili livelli di inversione. Ad esempio, un trader organizzerà una vendita allo scoperto a 61,8 della linea di Fibonacci mentre il trend è al ribasso, agendo come un livello di resistenza, dove l’azione ritraccia prima di rimbalzare e uscirà dal mercato quando questo toccherà la linea di Fibonacci 23,6 o il livello di supporto.

Le bande di Bollinger, invece, sono intese come fasce di prezzo che forniscono un intervallo tra le oscillazioni dei valori delle varie attività. Per programmare quelli che saranno i punti di ingresso ed uscita dal mercato, i trader utilizzano proprio le bande di Bollinger.

Il trading di canale è una strategia che prevede lo studio del canale, il quale può anche essere definito come l’intervallo in cui il prezzo di un titolo è stato scambiato per un determinato periodo di tempo. Il trading del canale implica il trading nell’intervallo formato dal canale, è più efficace per il trading a breve termine, nonché per il trading a medio termine, ma non per il trading a lungo termine. Ciò è dovuto dal fatto che per usare i canali e le strategie è  importante che ci sia volatilità nei mercati finanziari. Bisogna prima di tutto identificare un trend, sia esso in salita o discesa. Una volta identificata una tendenza di mercato sarà possibile trovare un canale e usarlo a nostro favore. A questo punto lo swing trader crea una strategia che riesce ad offrirgli un vantaggio su diverse operazioni, quindi va alla ricerca di modelli di scambio che sembrano portare a oscillazioni prevedibili nel prezzo degli asset.

I vantaggi e gli svantaggi dello swing trading

  • Lo swing trading può essere un buon stile di trading per coloro che durante l’orario di negoziazione non hanno la possibilità di essere presenti davanti ai monitor, ma in ogni caso vogliono essere operativi.
  • Anche se il rischio notturno per lo swing trading può essere visto come uno svantaggio nel caso vengano interrotti gli scambi, i divari che possono verificarsi di notte, talvolta portano maggiore produttività. In questo modo si guadagna velocemente anche la notte, quando il day trading non è operativo.
  • Lo swing trading, a differenza del day trading permette all’investitore di prendere decisioni con più calma.

Lo swing trading è una scelta strategica eccezionale rispetto al day trading. Permette di lavorare in maniera più tranquilla e senza l’obbligo di stare incollato ai mercati tutto il giorno. Inoltre, considerata la sua struttura, ha la capacità di offrire opportunità operative al trader in momenti in cui i mercati si muovono in maniera imprevedibile. In queste situazioni, i buoni swing trader, riescono a cogliere l’incertezza e trasformarla in profitto.

Lo svantaggio più grande dello swing trading è che possono essere perse quelle tendenze più lunghe che fanno salire il prezzo di un’azione verso l’alto. Un buon swing trader,  per compensare i mancati guadagni, metterà in atto numerosi scambi nel mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *