La tredicesima farà sognare gli italiani: salgono anche gli stipendi, ecco quali

La tredicesima di quest’anno farà davvero sognare gli italiani. Una piccola rivoluzione per il pubblico impiego che farà felice tanti.

Tredicesima
Tredicesima (Adobe)

Uno dei momenti più attesi dell’anno, in concomitanza con le feste natalizie, la tredicesima è pronta a rallegrare ancor di più l’atmosfera natalizia. Una tredicesima che quest’anno in alcuni settori sarà più ricca, a partire da quello dei pensionati che in base ad una nuova determinazione della ripartizione delle ritenute Irpef calcolate stavolta su 13 mensilità anziché 12. Di conseguenza la tredicesima mensilità risulterà più alta degli alti anni, ma i casi di aumento degli importi della tredicesima mensilità sono anche altri.

In corso d’opera i confronti all’Aran, l’agenzia che si occupa del rinnovo del contrato di lavoro del pubblico impiego è in fermento per il riconoscimento di un incremento di 104 euro lordi mensili per ogni dipendente statale. Nella pubblica amministrazione si pensa anche ad una nuova tipologia di quadro, con una retribuzione quasi paragonata a quella di un dirigente, parliamo di un profilo altamente qualificato che di conseguenza ambisce e merita una paga di tutto rispetto ed altrettanto prestigio.

Tredicesime in aumento: quali sono le categorie interessate

Chiaramente in questo caso ci sarà bisogno di uno stanziamento importante di fondi. Per quel che riguarda invece lo smart working, il ministro di dice a mandare in soffitta il provvedimento almeno per il pubblico impiego: “Va ripensato assolutamente il lavoro da remoto – ha dichiarato il Ministro della pubbblica amministrazione – dobbiamo avere in presenza tutto il capitale umano pubblico che è fondamentale perchè il paese abbia una crescita non solo intensa ma anche duratura. Abbiamo – continua – bisogno del massimo della presenza, se ci sono le condizioni sanitarie di sicurezza ci dovranno essere anche le presenze”.

LEGGI ANCHE >>> Scure sulle pensioni, ritorno alle regole della legge Fornero: chi rischia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *