Stipendio, quanti soldi servono per vivere bene: tre casi a confronto

Con quale stipendio e con quanti soldi si vivono bene nel 2022 a seconda dei casi: confronti e dettagli, di cosa si tratta

Stipendio, quanti soldi servono per vivere bene: tre casi a confronto
Stipendi (fonte foto: Adobe Stock)

Sono tanti e diversi i dettagli e i particolari che portano in molti ad avere un’attenzione alta sui discorsi inerenti la materia economica, a diversi livelli, come nel caso dello stipendio e dei soldi che possono servire, a seconda dei casi, per poter vivere bene: tre casistiche a confronto, ma ecco di che cosa si tratta nel dettaglio.

Non vi è dubbio che l’attenzione di tanti risulti essere particolarmente alta circa i discorsi inerenti l’economia, anche in virtù della situazione pandemica e delle conseguenze che, ciascuno a proprio modo e in base alla propria situazione, ci si è trovato e si sta trovando ad affrontare. Inoltre, l’arrivo del nuovo anno porta a porsi delle questioni, come la quantità di soldi che potrebbe essere ritenuta giusta per affrontare con serenità proprio i mesi che si hanno davanti.

Chiaro che un discorso del genere non può prescindere da alcuni elementi, poiché molto dipende dalle necessità di ognuno, dalle abitudini di spesa e dallo stile di vita, come viene spiegato nel proprio approfondimento da Proiezionidiborsa.it.

Ogni caso inoltre può risultare diverso dall’altro a seconda delle condizioni; si pensi ad esempio ai single che potrebbero avere uno stipendio sopra la media e vivere con i genitori, e avere difficoltà ad arrivare alla fine del mese, mentre potrebbero esserci famiglie con figli che, effettuando delle rinunce e con un solo reddito, si tengono lontane dai conti in rosso.

Premesse doverose e necessarie da tenere presente, ma ecco che può risultare interessante confrontare alcuni casi e cercare di capire quale potrebbero essere uno stipendio con cui vivere bene nel 2022.

Stipendi, con quali lavori si guadagna di più: classifica dei più pagati

Stipendio 2022 per vivere bene: single, in coppia o con bambini: casi a confronto

Grande attenzione dunque sul tema dello stipendio per vivere e affrontare con serenità il 2022 a seconda dei casi e tenute conto le doverose promesse di cui sopra; ad occuparsi di tale questione è, come detto, Proiezionidiborsa.it ponendo tre casi, ovvero quello del single, della coppia e con bambini.

Nel primo dei suddetti, ovvero del single, Proiezionidiborsa.it spiega che stando ai dati disponibili, rispetto al 2021 lo stipendio medio netto si sia aggirato sui circa 1500-1550 euro; nel caso in cui si viva a casa dei genitori, la busta paga potrebbe essere considerata più che sufficiente, a differenza del caso in cui si viva da soli, soprattutto qualora si paghi un affitto o la rata del muto. In particolare nelle grandi città, in linea generale, lo stipendio potrebbe non risultare essere particolarmente ampio.

Ecco che, secondo Proieizionidiborsa.it, una buona soluzione potrebbe essere un eventuale aumento della retribuzione da poter chiedere, se possibile, o anche l’eventualità di cercare un secondo lavoro.

Per quanto concerne la vita di chi vive in coppia, Proiezionidiborsa.it spiega che se ad aumentare sono le uscite, nel caso di due stipendi le spese che riguardano la singola persona calano; si pensi al muto o all’affitto che può essere diviso in due, stesso discorso per le bollette e cosi via.

Viene spiegato che, tenendo conto in generale delle possibili principali spesse fissi e variabili, le entrate base di una coppia dovrebbero attestarsi in media su 1800-2000 euro. Ovviamente ad avere un peso è il costo della vita e le proprie abitudini. 2800 euro, si legge, sarebbe la cifra di entrate con cui affrontare con serenità l’anno.

Le migliori professioni su cui puntare: quante opportunità in questi lavori

Qualora la coppia abbia figli, chiaramente le spese risultano essere ancora maggiori; occorre ad esempio avere una stanza per il bambino o magari due nel caso siano due e di genere diverso; una seconda auto potrebbe risultare essere necessaria e si pensi poi alle spese di cura e di crescita, dal pediatra alla scuola, all’abbigliamento e così via.

In tal caso, si legge su Proiezionidiborsa.it, una buona strategia potrebbe essere quella di pianificare le spese e avere uno sguardo ancor più attento sulla situazione del bilancio familiare. Le entrate ideali in questo caso, viene spiegato, sarebbero di circa 3500-4000 euro al mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *