Superbonus 110% anche per le partita Iva: come beneficiarne

Una delle misure che ha maggiormente avvantaggiato i cittadini italiani. Una misura davvero eccezionale, cercata da tutti.

Superbonus e detrazione al 110%
Superbonus e detrazione al 110%

Parliamo della misura probabilmente ormai più celebre degli ultimi anni. La possibilità di ristrutturare casa, ovviamente parliamo di strutture “pulite” che non risano in qualche modo macchiate da abusi edilizi, farlo nella maniera più convenzionale possibile, secondo gli ultimi canoni per quel che riguarda il rispetto dell’ambiente e quant’altro. Una casa ecosostenibile insomma, una casa che rispetti tutte quelle che sono le piccole indicazioni fornite dai protocolli internazionali. Una casa che rappresenta l’espressione viva della modernità, del concetto odierno di spazio, ottimizzazione e quant’altro.

Ovviamente in questa operazione tutte le movimentazioni dovranno essere certificate, tutto dovrà essere pulito, chiaro e leggibile. L’impresa che parteciperà all’operazione con i suoi servizi dovrà presentare tutte le documentazioni del caso, la situazione dei propri dipendenti ed il loro inquadramento. Tutto deve essere rispettato, insomma, secondo quelli che sono i regolamenti in materia. La misura può essere esercitata da persone fisiche e non da chi potrebbe in qualche modo farne interessi di impresa. Questo non vuol dire che ne siano escluse le partite Iva, ci sono però delle eccezioni ben specifiche.

Superbonus 110%: cosa succede con le partite iva

Per quel che riguarda le partite Iva, come si diceva, non è possibile utilizzare il bonus in questione per quelle che sono delle vere e proprie attività, sulle strutture che in qualche modo fanno parte dell’attività stessa. Non è possibile quindi per l’imprenditore ristrutturare il capannone di cui è proprietario, questo è chiaro. Esiste però la possibilità di ristrutturare la propria abitazione, quindi un locale ad uso abitativo di sua proprietà, in quel caso godendo però della metà dei vantaggi del superbonus, quindi del 65%. Le partite Iva, quindi, possono tranquillamente approfittare della misura ma in versione, per cosi dire, ridotta.

LEGGI ANCHE >>> Bonus vacanze: si può chiedere il rimborso? Ecco cosa accade ai voucher inutilizzati

Succede però che se ad esempio l’immobile presso il quale un imprenditore ospita una attività commerciale, si trovi all’interno di un condominio, e questi si attivi per avere diritto al Superbonus 110%, allora in quel caso il discorso cambia. In quel caso l’imprenditore in questione può usufruire dei vantaggi della misura in proporzione a quella che è la sua quota all’interno del condominio stesso. Parliamo insomma della possibilità concreta di accedere alla misura, in un caso ben delimitato quindi ma comunque abbastanza possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *