Dal Superbonus al bonus mobili con e senza ISEE: ecco tutte le novità del Governo

Dal Superbonus al bonus mobili, tutte le proroghe fino al 2025 con l’ingresso dell’ISEE su alcune misure, ecco tutte le novità.

Dal Superbonus al bonus mobili con e senza ISEE: ecco tutte le novità
Dal Superbonus al bonus mobili con e senza ISEE: ecco tutte le novità

Cambiano i bonus casa nella Legge di Bilancio varata dal Governo: nuovi limiti e regole con cambio di aliquote di detrazione, ed entra in campo anche il valore ISEE. Una manovra ampia ma che prevede le proroghe di tutte le misure che vanno dal Superbonus al Bonus mobili. Analizziamo nel dettaglio come si potrà ristrutturare casa nel 2022.

Dal Superbonus al bonus mobili con e senza ISEE: ecco tutte le novità

Approvato il 28 ottobre 2022 il  disegno di Legge di Bilancio con la proroga del Superbonus fino al 2023 ma con tantissime sorprese che limitano la platea di beneficiari. Inoltre, introdotto un calendario specifico che arriva fino al 2025, anno in cui la misura esaurirà tutti gli effetti straordinaria tornando all’ordinarietà, quindi, una detrazione sulle riqualificazioni energetiche. Analizziamo nel dettaglio ogni aspetto della nuova manovra sui bonus casa.

LEGGI ANCHE>>>Superbonus e detrazione al 110%: importanti i dati in Catasto e non solo, lo dice l’AdE

Superbonus fino al 2025

Dal 2022 concessa una proroga del Superbonus 110% di sei mesi (dal 30 giugno al 31 dicembre) per singole unità immobiliari e plurifamiliari, ma solo se si tratta di abitazioni adibite a prima casa. Inoltre, la vera novità è l’introduzione dell’ISEE che per ottenere la proroga bisogna avere un valore massimo di 25.000 euro. Infine, più tempo, fino al 31 dicembre 2020, per le persone fisiche che al 30 settembre 2021 hanno presentato la CILA per un’unità immobiliari. Oppure,  hanno in corso un titolo di acquisizione.

Nel 2023 il Superbonus confermato al 110% solo per i condomini e case popolari, con gli attuali requisiti. Ricordiamo che la proroga è valida anche per  le IACP e le cooperative, se entro il 30 giungo hanno eseguito il 60% dei lavori.

Il 2024 cambia la detrazione del Superbonus e dal 110% passa al 70%;

Infine, nel 2025 la detrazione del Superbonus subisce un ulteriore taglio, passa al 65% e ritorna ad essere una detrazione ordinaria facente parte dell’Ecobonus.

Novità per bonus facciate e bonus mobili

Prorogato anche il bonus facciate per il 2022 con una riduzione dell’aliquota, infatti, passa dal 90% al 60%. Novità anche per il bonus mobili che permette l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici se si effettua un intervento di ristrutturazione su immobile. La detrazione prevista è del 50% su un determinato tetto di spesa. Si prevede una riduzione di circa 5.000 euro del tetto previsto per il 2021 di 18.000 euro. Al momento non è ancora chiaro quest’aspetto. Ricordiamo che questo bonus permette di acquistare arredi e grandi elettrodomestici di elevate prestazioni energetiche, ed è possibile accedere solo se si effettua un intervento di ristrutturazione.

In riferimento agli altri bonus, sono confermati anche: il bonus ristrutturazione con una detrazione del 50%, il bonus mobili con una detrazione al 50%, il Sismabonus con aliquota variabile a seconda i casi di intervento e le zone. Infine, entra tra i rinnovi il bonus verde che prevede una detrazione del 36%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *