Fare testamento senza la presenza di un notaio: i casi in cui è possibile

In alcuni casi è possibile effettuare questo tipo di operazione senza avvalersi della presenza del professionista in questione.

Notaio
Notaio (Facebook)

Spesso ci si chiede nel trovarsi in situazioni molto particolari se sia sempre necessaria la presenza di un notaio per fare testamento. Gli enormi costi, le operazioni pratiche da sbrigare, il trovarsi al centro di una dinamica del tutto nuova potrebbero spingere gli interessati a cercare soluzioni alternative anche solo per risparmiare. Il dubbio appare legittimo ma non è certo che il tutto possa prescindere dalla presenza di un professionista che in qualche modo è parte integrante dell’intero procedimento.

Il codice civile prevede questa possibilità, trattasi di testamento olografo definendolo come “testamento scritto interamente a mano, con la propria abituale scrittura, datato con certezza (giorno, mese, anno) e sottoscritto alla fine delle disposizioni”. In questo caso non è necessaria la figura di un notaio e nemmeno l’obbligo di fare del professionista in questione il depositario delle ultime volontà dell’interessato. Il testamento quindi risulta valido anche se interamente redatto esclusivamente dall’interessato, in corsivo o in stampatello , in maniera completa e soprattutto firmato.

Fare testamento senza notaio: quanto conviene conservarlo personalmente

Ciò che potrebbe accadere nel caso in cui si decidesse di fare testamento senza la presenza del notaio e quindi di conservare da se tale atto risponde alle logiche più comuni del vivere quotidiano. Potrebbe esserci il rischio di smarrimento del documento stesso, di una sua eventuale manomissione o addirittura dello stesso furto. Per prevenire ciò, al diretto interessato sono concesse tre diverse soluzioni:

  • conservare il documento in luogo solo ad egli noto
  • consegnare il documento ad una persona di fiducia
  • consegnare anticipatamente più originali identici di testamento agli eredi.

LEGGI ANCHE >>> La strana morte del milionario bitcoin che ha portato la password nella tomba

In conclusione si potrebbe dire che nel caso in cui si scegliesse di non avvalersi della figura di un notaio per quel che riguarda la stesura del proprio testamento e sebbene il codice civile consenta di comportarsi in questo modo, ci sono alcune garanzie che la stessa figura del notaio garantirebbe a prescindere. Scegliere un professionista del settore vuol dire affidarsi ad uno specialista che garantirebbe la segretezza del contenuto del testamento senza alcun rischio ed inoltre provvederebbe a conservarlo ed affidarlo agli eredi al momento opportuno. Non resta che scegliere insomma, investire o meno in questa operazione, certo non pochi soldi, o provvedere da se, consapevole di tutti i rischi del caso riscontrabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *