Volume di trading e Open interest: due fattori chiave nel trading di opzioni

Open interest e Volumi di trading: le scelte che i trader e gli investitori fanno in merito all’acquisto o alla vendita di contratti di opzione si riflettono nelle variazioni di prezzo che si verificano nel mercato delle opzioni. D’altra parte, il prezzo non è l’unico parametro che un buon trader di opzioni tiene sotto controllo.

Il volume degli scambi su base giornaliera e l’open interest sono due ulteriori statistiche da monitorare costantemente. Conoscendo questi indicatori dell’analisi tecnica, sarete in grado di formulare giudizi più responsabili sui vostri investimenti. Per determinare l’attività del mercato, la liquidità e l’umore, è essenziale monitorare il volume delle sessioni di trading delle opzioni.

open interest trading
Adobe Stock

L’analisi delle dinamiche generali della domanda e dell’offerta che influenzano il prezzo delle opzioni è arricchita da ulteriori informazioni. Le opzioni che vengono negoziate con un volume elevato offrono in genere maggiori opportunità di trading liquido.

L’open interest è il numero totale di contratti di opzione in essere che sono stati negoziati ma che non sono ancora stati liquidati o chiusi da un’operazione di compensazione, un esercizio o un’assegnazione. Ciò può avvenire attraverso una combinazione di questi tre eventi.

Liquidità, volumi di scambio e open interest

La quantità di contratti ancora attivi è il simbolo dei mercati delle opzioni e serve a misurare la liquidità. Di conseguenza, un mercato più liquido è indicato da un open interest più elevato. Il volume di negoziazione giornaliero è la misura chiave della liquidità delle opzioni. Volumi più elevati indicano spesso che il contratto di opzione è più liquido, il che rende più semplice per gli investitori acquistare o uscire dalle posizioni ai livelli di prezzo che preferiscono. Esiste una correlazione tra un volume di scambi più elevato e spread denaro-lettera più bassi, il che ha l’effetto di ridurre il costo del trading.

L’analisi del volume degli scambi giornalieri può anche fornire indicazioni sul sentiment del mercato. Il sentiment del mercato può essere dedotto da questa analisi. Ad esempio, un rapido aumento del volume degli scambi può indicare l’inizio di una nuova tendenza, mentre una diminuzione del volume può suggerire che una tendenza si sta concludendo o sta iniziando a invertirsi.

Misurazione della volatilità

Un aumento del volume di scambi giornalieri può anche essere correlato a un livello più elevato di volatilità. Ciò avviene in particolare quando notizie o eventi importanti spingono un gran numero di trader ad acquistare o vendere contratti di opzione.

Conferma dei movimenti di prezzo

Quando si tratta di confermare le tendenze e i modelli grafici, l’analisi del volume viene spesso utilizzata insieme all’analisi del prezzo e ad altri indicatori. Nel caso del movimento dei prezzi, ad esempio, un movimento al rialzo accompagnato da un volume in aumento è generalmente considerato un segnale rialzista più potente di un movimento al rialzo accompagnato da un volume in diminuzione.

Confronto storico

Per avere un’idea dell’attività relativa del mercato delle opzioni, gli investitori e gli analisti confrontano spesso il volume di negoziazione giornaliero attuale con i livelli di volume che si sono verificati in passato. Il confronto storico può essere una risorsa preziosa per valutare il significato degli attuali livelli di volume.

Attività istituzionale

I grandi volumi di trading possono talvolta essere un’indicazione dell’attività istituzionale, che può rappresentare un giudizio professionale sulla direzione in cui si sta muovendo il prezzo dell’attività sottostante.

Quando si tratta di trading di opzioni, lo sfruttamento dei dati sui volumi di trading giornalieri è assolutamente necessario per gli investitori che vogliono comprendere meglio le dinamiche del mercato e prendere decisioni di trading più consapevoli. Gli investitori possono acquisire importanti informazioni sulla probabile direzione futura del mercato delle opzioni monitorando i modelli di volume e confrontandoli con le fluttuazioni dei prezzi.Questo può essere fatto confrontando i due dati.

Quali sono le alternative di Open Interest da valutare nel tarding di opzioni

L’Open interest è l’ammontare totale dei contratti di opzione aperti su un’attività che sono stati negoziati ma non sono ancora stati liquidati tramite una transazione di compensazione, un esercizio o un’assegnazione.Questo può essere ottenuto con una combinazione di questi tre metodi. È prassi comune che ogni contratto di opzione corrisponda a cento azioni del titolo sottostante; tuttavia, questo numero può variare.L’open interest è una misura che fornisce agli investitori una comprensione della liquidità, dell’attività e del movimento di denaro nel mercato delle opzioni per un determinato asset.

Ecco come viene utilizzato:

Indicatore di liquidità

Una quantità maggiore di Open Interest indica che il contratto di opzioni ha un grado di liquidità più elevato. Grazie a questa liquidità, è più semplice per i trader entrare o uscire dalle posizioni a prezzi coerenti con il mercato. Il sentiment del mercato può essere determinato anche osservando l’open interest, che è un’altra misura del sentiment del mercato. È possibile che un aumento dell’open interest sia un’indicazione dell’ingresso di denaro fresco sul mercato, il che segnalerebbe che la tendenza attuale è destinata a continuare.

D’altro canto, una diminuzione dell’open interest può indicare che il mercato è in fase di liquidazione, nonché un possibile cambiamento nella direzione del mercato.Alcuni trader esaminano l’open interest a vari prezzi di esercizio per determinare i livelli in cui il mercato può potenzialmente trovare livelli di supporto o resistenza. Questi livelli vengono definiti livelli di supporto e resistenza. È possibile che un elevato livello di open interest a uno specifico prezzo d’esercizio funga da area di supporto o di resistenza.

Copertura e gestione del rischio

Gli investitori istituzionali e i gestori di fondi utilizzano spesso i dati sull’open interest delle opzioni per creare strategie di copertura che proteggano i portafogli da oscillazioni avverse dei prezzi.

Strategie di trading

I trader di opzioni possono utilizzare l’open interest per individuare le opportunità di trading che hanno il potenziale per avere successo. Ad esempio, possono cercare i contratti di opzione che hanno un grande Open Interest e un grande volume, poiché è possibile che questi contratti siano più semplici da negoziare. Gli investitori e i trader sono in grado di misurare meglio l’umore del mercato, trovare opportunità di trading e pianificare le loro strategie di mercato in base alle informazioni fornite dall’open interest delle opzioni, che fornisce uno sguardo sulle attività del mercato delle opzioni. Fornisce una visione più approfondita delle dinamiche del mercato e delle possibili fluttuazioni di prezzo che potrebbero verificarsi in futuro, rendendola una statistica essenziale per chiunque si dedichi al trading di opzioni.

Un nuovo contratto viene aggiunto alla catena di opzioni contemporaneamente all’esecuzione di un nuovo ordine di opzione, con conseguente creazione di open interest.
Un contratto di opzione esistente che è scaduto, è stato esercitato o è stato chiuso attraverso un’operazione di compensazione, comporterà una riduzione di questo importo:Quando l’open interest è elevato e continua a salire, indica che c’è un interesse attivo da parte dei partecipanti all’opzione.Quando l’open interest diminuisce, indica che gli operatori stanno chiudendo le posizioni, il che può essere visto come un’indicazione di un interesse decrescente. Quando si tratta di opzioni call e put, l’open interest viene monitorato in modo distinto. È possibile che il sentimento rialzista sia espresso da un elevato Open Interest nelle opzioni call, mentre l’emozione negativa può essere mostrata da un elevato Open Interest nelle opzioni put.

medie mobili
Adobe Stock

Utilizzare il volume delle scelte disponibili e l’interesse attivo

L’analisi della relazione tra l’interesse aperto e il volume, che si riferisce al numero totale di opzioni e contratti futures che sono stati scambiati in un determinato giorno, può fornire indicazioni preziose sulla forza o sulla debolezza di un movimento di prezzo. Ad esempio, l’inizio di una nuova tendenza al rialzo potrebbe essere indicato da un aumento dei prezzi, del volume e dell’open interest nell’ambiente di mercato.

Un esempio pratico

Consideriamo la seguente situazione ipotetica: un’azienda quotata in borsa nota come TechFlow Inc. (ticker: TFL) decide di espandere le proprie attività. Supponiamo, ad esempio, che l’azienda venda attualmente a 100 dollari per azione e che siate interessati ad acquistare le opzioni call a 105 dollari che scadono tra un mese. Si tratta di opzioni che diventano redditizie quando il prezzo di TFL supera i 105 dollari e scadono tra un mese.

A questo punto, decidete di esaminare il numero di opzioni e l’Open Interest per avere un’idea dell’emozione e dell’attività che circonda queste opzioni sul mercato.

Vedete che il volume di scambi per le opzioni call TFL a 105 dollari è di 500 contratti in un giorno specifico, quando il volume medio regolare è inferiore a 50 contratti.Si tratta di una deviazione significativa dalla norma. Dato l’enorme volume, è chiaro che c’è stata una notevole attività di trading in quel particolare giorno.
Inoltre, si è visto che l’interesse aperto sulle opzioni call TFL a 105 dollari è di 2.000 contratti, il che rappresenta un aumento significativo rispetto al livello iniziale di meno di 100 contratti nel corso del tempo. Ciò implica che ora ci sono 2.000 contratti aperti che non sono stati chiusi, eseguiti o scaduti fino a questo momento.
Interpretiamo questi numeri come segue:

Aumento dell’attività

L’elevato numero di contratti scambiati in un giorno rispetto ai giorni precedenti può suggerire un crescente interesse per il titolo TFL. Questo potrebbe essere il risultato di un recente forte rilascio di utili o di notizie di mercato favorevoli riguardanti il settore tecnologico.

Interesse prolungato

L’Open Interest di 2.000 contratti suggerisce un interesse prolungato per queste particolari opzioni. Ciò potrebbe essere indice di un continuo atteggiamento positivo da parte degli investitori che prevedono che il prezzo di TFL salirà oltre i 105 dollari.

Forte liquidità

L’ampio Open Interest segnala anche una forte liquidità per le opzioni call TFL a 105 dollari, il che indica che è più semplice entrare o uscire dalle posizioni a livelli favorevoli. Considerate l’acquisto di alcune opzioni call TFL $105 in previsione di un aumento del prezzo. Questa decisione potrebbe basarsi sui dati qui presentati e su ulteriori ricerche. L’elevato volume e l’interesse aperto potrebbero essere interpretati come un buon indicatore, indicando che anche altri operatori di mercato potrebbero prevedere un aumento del prezzo delle azioni di TFL. Nei giorni successivi continuerete a tenere d’occhio il volume e l’open interest. È possibile che il vostro atteggiamento ottimistico si rafforzi se il volume e l’open interest continueranno a crescere di pari passo con il prezzo delle azioni TFL. Se invece il volume e l’open interest iniziano a diminuire, potreste riconsiderare la vostra posizione.

In questa situazione, il volume e l’open interest operano congiuntamente per creare un quadro più coerente dell’umore del mercato riguardo al probabile movimento del prezzo di TFL. Un forte volume di scambi insieme a un considerevole open interest indica non solo un aumento dell’attività, ma anche un continuo interesse per le opzioni call a 105 dollari di TFL.

Invece di osservare il volume o l’open interest in modo isolato, questa combinazione potrebbe essere interpretata come una maggiore conferma dello stato d’animo positivo degli investitori. Ciò è in contrasto con l’osservazione del volume o dell’open interest. L’analisi combinata di entrambe le misure consente di ottenere una conferma più completa dell’umore prevalente sul mercato. Questo potrebbe rafforzare la vostra fiducia nella scelta di investimento che avete fatto con le opzioni call a 105 dollari di TFL.

Domande Frequenti

Che cosa significa un alto volume di scambi e di Open Interest?

Quando si tratta del mercato delle opzioni, un volume e un interesse aperto elevati sono spesso indicativi di un aumento dell’attività e dell’interesse di trader e investitori in relazione a un’attività o a un contratto specifico.

È possibile che ciò indichi un notevole interesse degli investitori per un contratto di opzioni e che il prezzo sia fortemente sostenuto. Poiché il mercato di quel contratto è liquido, il pricing dovrebbe essere effettuato in modo efficace.4.

Cosa significa quando c’è un basso open interest?

L’assenza di posizioni attive in un determinato contratto di opzioni è tipicamente indicata da un basso open interest, che implica che i trader o gli investitori non utilizzano il contratto. Ma tenete d’occhio la metrica. Nel caso in cui si osservi un lieve aumento dell’open interest, si saprà che gli operatori stanno aprendo nuove posizioni.Se le persone acquistano piuttosto che vendere, ciò potrebbe indicare che c’è una crescente domanda dell’articolo, che potrebbe portare a un aumento del prezzo.

È importante capire la distinzione tra volume e open interest?

L’intero numero di contratti di opzione acquistati e venduti in un determinato periodo di tempo (ad esempio, anche un solo giorno) viene definito volume.Attraverso l’uso del prezzo di esercizio, call o put, viene calcolato per ogni singolo contratto. Ogni giorno (o per tutta la durata dello studio), il volume viene azzerato. Nel contesto di un’opzione, l’open interest si riferisce al numero di posizioni aperte, note anche come contratti in essere.

Una posizione che non è ancora scaduta, non è stata esercitata o non è stata chiusa da un’operazione di compensazione rientra in questa categoria. Entrambi possono offrire indicazioni preziose sulla domanda degli operatori, sulla liquidità del mercato e sui movimenti di prezzo previsti.

Quali fattori vengono utilizzati per determinare il volume e l’Open Interest nel mercato delle opzioni?

Il numero totale di contratti di opzione acquistati e venduti in un determinato periodo di tempo, che spesso è un singolo giorno di negoziazione, viene definito volume.Nella maggior parte dei casi, viene aggiornato più volte durante la giornata di trading quando vengono effettuate nuove operazioni.

L’open interest, invece, si riferisce al numero totale di contratti di opzione ancora attivi e non ancora chiusi, esercitati o scaduti.Il suo calcolo viene tipicamente effettuato alla fine di ogni giornata di trading.

È possibile che il volume degli scambi superi l’Open Interest?

In un qualsiasi giorno, è possibile che il volume sia superiore all’open interest. Ogni giorno di negoziazione il volume viene azzerato, ma l’open interest viene riportato dal giorno precedente. È possibile che il numero di transazioni del giorno superi l’open interest ora disponibile in presenza di un’elevata attività di trading.Questo perché è probabile che alcune transazioni siano posizioni di chiusura, il che fa diminuire l’open interest.

Il trading non si svolge nel vuoto. Per informare la vostra strategia di trading, gli indicatori che vi mostrano cosa stanno facendo gli altri operatori di mercato e come il prezzo può essere influenzato potrebbero essere vantaggiosi. Il volume degli scambi giornalieri e l’open interest possono essere utilizzati come indicatori di potenziali opportunità di trading che altrimenti sfuggirebbero. Questi indicatori sono utili anche per garantire che le opzioni negoziate siano liquide, il che consente di entrare e uscire prontamente da una transazione al miglior prezzo possibile. Questo è un altro modo in cui questi indicatori possono essere utili.