Agenzia delle Entrate, questi lavoratori potranno ricevere 1000 euro: tutti i beneficiari

Le misure adottate a favore dei lavoratori non sono ancora finite: l’Agenzia delle Entrate ha previsto ben 1000 euro a fondo perduto per alcune categorie di lavoratori. Ecco chi sono e come fare per riceverli.

Lavoro
foto adobe

 

 

Fin dai primi momenti dell’emergenza sanitaria numerose sono state le misure varate a favore dei lavoratori: si è pensato, infatti, di aiutarli ad uscire dalla situazione di crisi generale causata dalla pandemia. Imprese e dipendenti: nessuno è stato lasciato indietro, anche nei flebili momenti di ripresa.

In particolare, per quanto riguarda gli interventi economici e di sostegno all’impresa, l’Agenzia delle Entrate ha specificato che ci sono alcuni lavoratori che potranno ricevere ben 1000 euro a fondo perduto. Ecco di chi si tratta e come fare per riceverli.

Agenzia delle Entrate, 1000 euro a fondo perduto a questi lavoratori: ecco chi

L’Agenzia delle Entrate, attraverso il provvedimento n. 365798 del 17 dicembre 2021 ha confermato l’erogazione di un contributo che ammonta fino a mille euro per lavoratori autonomi e titolari di Partite Iva. In particolare, tale misura riguarda le start-up che, a partire dal 2018, hanno aperto una Partita Iva. 

LEGGI ANCHE: L’Agenzia delle entrate cala il bonus: ecco i lavoratori che ne beneficeranno

Costoro, infatti, qualora abbiano richiesto un contributo a fondo perduto per i danni arrecati dal Covid-19, potranno finalmente ricevere il 100% di quanto previsto. Tra i beneficiari, infatti, i titolari di reddito d’impresa che hanno registrato i primi ricavi nel 2019 e che erano stati esclusi dai primi ricoveri. 

Nessuno, dunque, sarà lasciato indietro a subire inerme le conseguenze dell’emergenza sanitaria.

Come fare per riceverli

I lavoratori delle categorie sopra elencate, dunque, godranno del 100% del beneficio richiesto che, dall’Agenzia delle Entrate, ammonta a 1000 euro. Tutto ciò perché il numero delle domande non ha superato il plafond disponibile.

In questo caso i beneficiari non dovranno fare niente: la cifra verrà accreditata direttamente sul proprio conto corrente, ovvero, su quello indicato al momento della presentazione della domanda. 

Ma non solo, per tutti i lavoratori che lo riceveranno è disponibile anche un’altra alternativa. Sarà possibile utilizzare tale sussidio anche come credito d’imposta. In questo caso lo si potrà fare attraverso il modello F24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *