Banconote della vecchia lira che valgono oro: occhio ai vecchi cassetti di casa

Alcune banconote hanno il potere di legarsi indissolubilmente al proprio paese, dinamica non sempre naturale e spontanea.

Banconote lire
Adobe

La vecchia lira e le sue gemme preziose fanno sempre lo stesso effetto su appassionati e collezionisti di ogni parte del mondo. Una moneta celebre, affascinante, che ha legato le sue sorti a quella del paese che per secoli l’ha prodotta in ogni modo, forma  e fattura. L’Italia ha fatto della lira una sorte di testimone d’eccezione di ciò che tra i suoi confini accadeva, anno dopo anno, epoca dopo epoca. Sconvolgimenti, riassestamenti, guerre, regimi e ricostruzioni. Tutto sotto gli occhi di una moneta che ha fatto letteralmente la storia della numismatica europea e mondiale. I suoi esemplari, oggi sono tra i più apprezzati in assoluto. Le valutazioni di questi, inoltre, tra i più sorprendenti, in alcuni casi, in assoluto.

Le piattaforme che oggi, forse più di tutte facilitano gli scambi tra gli appassionati ed i collezionisti di tutto il mondo hanno a che fare esclusivamente con il web. Su tutte, Ebay. E’ li che avvengono miglia di scambi, acquisti, vendite, confronti serrati ed appassionati. E’ li che si mastica quella sana competizione tra venditori, intenti a piazzare ognuno il colpo della vita. Valutazioni spesso coincidenti con il pensiero dei massimi esperti del settore e spesso in alcuni casi anche gonfiate, tutto questo fa parte in qualche modo del gioco, cosi come in ogni contesto in cui avvengono transazioni di qualsiasi entità esse siano.

Banconote della vecchia lira che valgono oro: i pezzi più pregiati degli ultimi decenni

10mila lire
Adobe

Tra i tagli più prestigiosi ed amati dagli italiani troviamo certamente quello da mille lire. Canzoni, cinema, letteratura, una immagine ricorrente in ogni angolo della vita degli italiani, si potrebbe dire componente indissolubile nella cultura di massa legata allo stesso paese. Parliamo di una banconota stampata per la prima volta nel 1872. L’immagine assegnata alla banconota in questione si riferiva all’epoca alle città di Torino e Genova, protagoniste assolute nell’allora Regno d’Italia. Un busto di Cristoforo Colombo faceva il resto. Una delle più celebri versioni però, della vecchia mille lire è quella con sopra impresso il volto di Maria Montessori. Una banconota celebre, stampata tra il 1990 ed il 1998.

La moneta da 100 lire che ha fatto storia: trovarla vuol dire che è una giornata fortunata

2 miliardi di esemplari prodotti complessivamente, di questa che è l’ultimo esemplare cartaceo della vecchia mille lire prima dell’entrata in circolazione dell’euro. Nel caso specifico di questa banconota, però, maggiore valore è stato assegnato per tutta una serie di fattori a poche importanti serie. Quelle con lettera  iniziale X possono arrivare a valere,  anche in base alle condizioni di conservazione circa 100 euro al pezzo. La serie iniziante per XA può raggiungere, invece,  un valore per ogni esemplare pari a circa 200 euro. Pochi euro al pezzo, invece per tutti gli altri casi.  Banconota di altrettanto prestigio è inoltre quella da 500mila lire stampata tra il 1997 ed il 2001. Il suo valore  è tutt’ora molto alto considerato anche l’originale valore nominale. Valutazioni dati dalla piattaforma Ebay che vanno dai 250 euro fino ai 500 euro.

Perla in alcuni casi molto rara è poi considerata la banconota da  10mila lire anch’essa andata in pensione con l’arrivo della moneta comunitaria europea. Il pezzo di maggior prestigio, in questo caso,  è quello stampato nel 1986 con numero di serie tra XA-000.001 e XA-600.000. Soltanto 600mila, all’epoca, gli esemplari stampati di questa particolare serie. In condizioni ottimali la banconota può valere fino a 1100 euro. In altri casi il suo valore si attesta intorno ai 70 euro. Valore abbastanza rilevante  anche per la serie XB del 1988, in quel caso parliamo di una tiratura da 800mila pezzi con esemplari compresi tra XB-000.001 e XB-800.000. Un fior di conio,  può valere fino a 700 euro, altri esemplari in condizioni nient’affatto perfette possono invece valere circa 50 euro a pezzo.

Monete, la 20 lire che fa impazzire i collezionisti: se la trovi guarda quanto sei ricco (FOTO)

 

La banconota sempre da 10mila euro coniata nel 1993 con serie XD , altro esemplare abbastanza prestigioso, fu stampata in  500mila esemplari. La valutazione per i numeri di serie compresi tra XD-000.001 e XD-500.000 può raggiungere nel caso di un fior di conio circa i 350 euro, 10 euro a pezzo invece per gli altri esemplari. Esemplari che hanno letteralmente fatto la storia, oggi contesi dai collezionisti di tutto il mondo per il proprio fascino e l’elevato valore di mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *