Bond lunghi: massimo rendimento in tempi ristretti

Il concetto dell’investimento a breve termine non compreso da tutti e non sposato di conseguenza dalla maggioranza degli investitori.

Bond mercato
Bond mercato (Adobe)

Gli investimenti preferiti dagli italiani restano quelli a lungo o al massimo a medio termine. Poca dimestichezza e poca, spesso, informazione, addirittura cultura rispetto agli investimenti a breve termine che hanno tutt’altro tipo di concetto impostazione e quant’altro. Il mercato negli ultimi mesi non ha tutelato, ad esempio i rendimenti dei bond, rimasti molto bassi rispetto a  quanto si potesse immaginare e sperare. Gli investitori, quindi non hanno di certo fatto i salti di gioia quando hanno scoperto la scarsa convenienza, almeno al momento, in questo particolare periodo del prodotto che avevano opzionato.

L’instabilità dei titoli, insieme a ciò che si diceva prima fa in modo che non si scelgano prodotti che abbiano per cosi dire una durata breve. Si tende spesso a non prediligere il mercato nel senso pieno del termine ma anzi andare su prodotti più stabili e dal rendimento certo. Ci sono ad esempio titoli, a lunghissimo termine che però assicurano rendimenti maggiori in periodi meno lunghi, questo vuol dire guadagnare magari settimana dopo settimana. Gli esempi pratici possono riguardare ad esempio due diverse tipologie di prodotti che hanno natura e origine completamente differenti.

Bond lunghi: il rendimento è assicurato dalla stessa natura del prodotto

Più la scadenza del titolo appare lontana, maggiore sarà la movimentazione dei prezzi rispetto a quelle che saranno le variazioni dei rendimenti. Due prodotti molto rappresentativi in questo caso possono essere per l’appunto due bond a lunghissima scadenza. Quello greco a 30 anni e quello austriaco a 100 anni. Il bond trentennale greco, dopo un periodo in cui il paese versava in condizioni disperate che hanno portato ad enormi sacrifici non solo di natura finanziaria, qualcosa ha ripreso a muoversi. I bond trentennali in questione saranno pagati nel 2052 e finora stanno mostrando un rendimento altissimo, che ha visto la sua quotazione salire del 20%.

LEGGI ANCHE >>> Bond Matusalemme, il mercato sorride a questi titoli: tutti i dettagli

Altro caso particolare è quello austriaco, dove però parliamo di un paese che è considerato un porto sicuro per quelle che sono gli andamenti economico finanziari e quant’altro. In questo caso il Governo ha provveduto addirittura all’emissione di bond dalla durata di ben 100 anni, che assicurano chiaramente nel breve periodo un rendimento più che ottimo. Spesso alla base di tutto c’è il volere o meno rischiare con determinati investimenti e non è detto che essi siano a tutti i costi per cittadini privati. Il profilo di un investimento spesso si addice di più ad un piano istituzionale che meramente privato, lo dice lo stesso mercato.  Bizzarro, instabile, di certo, spesso non per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *