Bonus e agevolazioni, incredibile: alcuni benefattori non sanno di averne diritto

Sono previsti diversi bonus e agevolazioni regionali e comunali per le persone con disabilità ai quali è riconosciuta la legge 104.

I disabili con legge 104 hanno la possibilità di accedere a bonus e agevolazioni che sono erogate sia a livello regionale che comunale. Si tratta di benefici indirizzati alle persone affette da disabilità e riguarda diverse tipologie di aiuti.

Bonus e agevolazioni, incredibile: alcuni benefattori non sanno di averne diritto

Si passa dal bonus elettrico comunale, con sconti in bolletta di luce e gas, alla Carta acquisti per fare la spesa. Ma tra le agevolazioni sono presenti anche le esenzioni regionali al pagamento del bollo auto o i contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Gli incentivi introdotti nel 2022 hanno incrementato la lista di bonus e agevolazioni indirizzate alle persone affette da disabilità accertata e alle quali è stata riconosciuta la legge 104.

Gli aiuti stanziati in favore di queste categorie di persone non rappresentano solo un supporto economico, ma offrono un sostegno anche dal punto di vista sociale, sanitario e psicologico.

Bonus e agevolazioni per persone disabili: quali sono le novità del 2022?

Per ottenere i bonus e le agevolazioni regionali e comunali indirizzati alle persone affette da disabilità è necessario presentare una specifica domanda all’istituto previdenziale che eroga l’indennità.

Dopo aver presentato la richiesta, è prevista una visita medica obbligatoria che serve ad accertare l’effettivo stato di disabilità del richiedente. Successivamente la domanda sarà esaminata da una commissione medica.

Se la richiesta va in porto, il soggetto affetto da disabilità e i suoi familiari possono beneficiare di una serie di agevolazioni. Tra questi abbiamo: i permessi retribuiti mensili e il congedo per chi assiste i disabili.

Inoltre, vi sono anche delle agevolazioni fiscali e previdenziali, oltre ai bonus e alle agevolazioni sociali.

Il bonus elettrico comunale per disabili

Le persone affette da disabilità a cui è stata riconosciuta la legge 104 hanno la possibilità di accedere al bonus elettrico comunale. Si tratta di uno sconto che permette di beneficiare di una riduzione dei costi delle bollette di fornitura di gas e luce.

Questa agevolazione è estremamente conveniente, soprattutto in questo periodo di forte crisi energetica, in cui si è registrato un incremento notevole dei costi delle utenze domestiche.

Il bonus elettrico per persone disabili può essere ottenuto presentando un’apposita domanda al Comune di appartenenza.

Dopo aver presentato l’istanza, sarà compito del Comune verificare che sussistano tutti i requisiti previsti per ottenere il beneficio. In caso di esito positivo, il bonus elettrico viene applicato direttamente in bolletta, facendo registrare una notevole riduzione dell’importo da pagare.

Per presentare la richiesta per il bonus elettrico è necessario compilare un modulo in cui occorre inserire i seguenti dati:

  • Documento di identità in corso di validità
  • Codice fiscale
  • Codice Pod per la lue e codice PDR per il gas
  • Potenza del contatore espressa in kw
  • Attestato dell’ASL chi certifica lo stato di disabilità.

Per ottenere il beneficio che permette di avere uno sconto sul costo di gas e luce occorre dimostrare di avere necessità di un continuo supporto Dd apparecchiature elettroniche come:

  • Macchinari di supporto alla funzione cardiorespiratoria
  • Strumenti elettrici di supporto alla funzione renale
  • Macchinari di supporto alla funzione alimentare e attività di somministrazione
  • Mezzi di trasporto e ausili per il sollevamento di disabili
  • Dispositivi per la prevenzione e la terapia di piaghe da decubito.

Nel certificato prodotto dall’Asl, è necessario che sia indicata espressamente il dettaglio in merito alla:

  • Grave situazione di salute
  • Necessità dell’uso di apparecchiature elettromedicali per supporto vitale
  • Apparecchiature elettroniche usata e ore di utilizzo giornaliero
  • Indirizzo presso il quale l’apparecchiatura elettronica è installata.

Per beneficiare del bonus gas, invece, è necessario avere un indicatore ISEE che non superi €20.000. Inoltre, il nucleo familiare deve essere composto da almeno tre figli a carico.

Carta acquisti

Per coloro che hanno la Legge 104 è possibile richiedere la Carta Acquisti. Si tratta di un’agevolazione a livello comunale che è riconosciuta alle persone affette da disabilità e rappresenta una misura di sostegno al reddito indirizzata anche agli over 65.

Per poter beneficiare della carta acquisti occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • ISEE non superiore a 7.120,39 euro;
  • Trattamenti pensionistici o assistenziali pari o inferiore a 7.120,39 euro all’anno, per gli over 70, invece, il limite di reddito è 9.493,86 euro all’anno;
  • Avere un patrimonio mobiliare che non superi €15.000 di ISEE;
  • Non essere intestatari di più di un’utenza elettrica domestica;
  • Non essere intestatario di più di un’auto;
  • Dimostrare di non essere proprietari di immobili ad uso abitativo con quota superiore o uguale al 25% oppure di immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7 con una quota pari al 10%;
  • Non usufruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni.

La Carta Acquisti prevede un importo di €40 al mese che viene ricaricata ogni due mesi (80 euro). Il valore massimo erogabile è pari a €480 l’anno. L’importo è riconosciuto dall’INPS e può essere utilizzato per effettuare spese presso negozi e esercenti commerciali purché siano convenzionati con il circuito MasterCard.

Bonus e agevolazioni: esenzione bollo auto

Per le persone affette da disabilità e a cui è stata riconosciuta la legge 104 è prevista l’esenzione al pagamento del bollo auto. Si tratta di un’imposta regionale chi non deve essere versata, nel caso in cui il disabile sia intestatario di un veicolo o ad un familiare di cui lo stesso disabile di tutti i tipi.

L’esenzione del bollo auto non è automatica e deve essere richiesta rivolgendosi all’Agenzia delle Entrate.

Infine le persone affette da disabilità hanno la possibilità di beneficiare di contributi da utilizzare per effettuare i lavori volti all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *