Piazza Affari, martedì 16 marzo: avvio positivo, bene Banco BPM

Vediamo cosa sta succedendo in avvio delle negoziazioni nella borsa di Milano, i titoli migliori e i titoli peggiori.

borsa orso e toro

Avvio positivo per la borsa di Milano. Il Ftse Mib, infatti, a circa un’ora dall’inizio degli scambi fa registrare un incremento dello 0,57%, rispetto alla chiusura di ieri, in area 24277 punti indice.

Tra i migliori titoli si segnala una prevalenza del settore bancario, in particolare:

  • Banco BPM: +4,18%
  • Leonardo: + 2,58%
  • Mediobanca: +1,99%
  • Unicredit: +1,49%

Tra i titoli peggiori, invece, vanno segnalati:

  • Terna: -1,02%
  • Saipem: -0,49%
  • Recordati: -0,46%
  • Snam: -0,46%
  • Italgas: -0,38%

Positive in avvio di seduta tutte le borse europee: la migliore è quella spagnola, l’IBEX-35 fa registrare infatti un rialzo dello 0,67%, bene anche le altre con il Dax (Francoforte) a +0,58%, Cac40 (Parigi) a +0,31% e il Ftse100 (Londra) a +0,62%.

Rialzo che segue quanto accaduto nelle borse asiatiche durante la notte e i record della giornata di ieri a Wall Street.

LEGGI ANCHE >> Wall Street si ferma dopo i livelli da record

Oggi si riunisce il FOMC

Previsto per oggi l’inizio della riunione del FOMC che si concluderà nella giornata di domani con l’annuncio del tasso di interesse e la successiva conferenza stampa del governatore della Federal Reserve, Jerome Powell. Il FOMC è il comitato della Fed che si occupa di determinare l’orientamento di politica monetaria.

Secondo gli analisti, non dovrebbero esserci cambiamenti significativi nella politica monetaria della Fed, ma sarà molto importante capire quali sono le prospettive della banca centrale circa la futura evoluzione dell’economia e dei tassi di interesse, elemento fondamentale nell’orientare le decisioni di investimento degli operatori.

Gli analisti ritengono che le stime riguardanti la crescita del PIL e l’andamento del mercato del lavoro verranno migliorate e questo sta, probabilmente, determinando il sentiment positivo dei mercati finanziari mondiali, nonostante le incertezze legate alla campagna vaccinale Covid-19 con la sospensione della somministrazione del vaccino Astrazeneca.

Lo spread Btp/Bund sale a quota 94,7 punti base. Il tasso del titolo di debito decennale italiano si attesta intorno allo 0,61%.

Ieri sera, dopo la chiusura dei mercati, il Tesoro italiano ha annunciato l’emissione, nella giornata di domani, fino a 2,5 miliardi di euro del Btp con scadenza ad aprile 2031, con previsione del riacquisto di quattro titoli in scadenza quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *