Buoni fruttiferi: il migliore per rendimento a 5 anni è facile da individuare

Uno dei migliori prodotti presenti su mercato. Il buono fruttifero per eccellenza, si potrebbe dire. Eccone i principali dettagli.

Buono fruttifero
Buono fruttifero (Adobe)

La maggior parte dei cittadini italiani, e non solo ha come obiettivo primario ad un certo punto della propria vita quello di risparmiare. Risparmiare per i propri figli, risparmiare per la pensione, risparmiare per acquistare un giorno casa. Il ritornello è in pratica lo stesso al di la del fine ultimo. Il risparmio come tappa fondamentale ad un certo punto della vita. Esistono quindi, sul mercato, numerosi prodotti che offrono la possibilità di risparmiare, di investire, insomma per ritrovarsi poi una discreta somma di denaro accantonata da utilizzare tra qualche anno.

Esistono dunque, dicevamo numerosi prodotti sul mercato che possono fare al caso nostro nel momento in cui sentissimo forte l’esigenza di un breve investimento che abbia come fine principale, quantomeno la conservazione del capitale iniziale investito. Uno dei prodotti a più alto rendimento è sicuramente il  buono fruttifero. Emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti (CDP), questo prodotto garantisce sia, come detto un alto rendimento che la certezza dell’integrità del patrimonio iniziale investito.

Buoni fruttiferi, l’investimento del momento: ecco perchè

I prodotti in questione, per l’appunto i buoni fruttiferi emessi da Poste italiane, possono inoltre essere rimborsati anche prima della naturale scadenza senza alcuna commissione. I punti forti del buono fruttifero oltre a quelli già elencati vanno dalla consapevolezza di un investimento garantito dallo Stato, al tasso agevolato sugli interessi del 12,50%. Altro punto forte è la possibilità di acquistare il prodotto in questione anche ad importi molto contenuti. Prevista sia la forma cartacea che quella virtuale.

LEGGI ANCHE >>> Buoni fruttiferi prescritti: il termine ultimo per goderne

Immaginando un investimento quinquennale, ipotizzando quindi un disinvestimento precedente alla scadenza naturale, che nel buono ordinario è di 20 anni, possiamo notare come il buono fruttifero sui 5 anni sia il prodotto attualmente più conveniente sul mercato. Di seguito varie ipotesi con relativi incassi derivanti dalla tipologia di investimento:

  • nel buono 3X4, il capitale andrebbe moltiplicato per questo coefficiente netto: 1,00262763;
  • nel buono 4X4, il coefficiente netto da impiegare per il calcolo del montante è pari a: 1,00702103;
  • infine il coefficiente netto di riferimento per il buono ordinario al termine dei 5 anni è pari a: 1,00438157.

Risulta evidente, quindi quale sia il prodotto a più alto rendimento in cinque anni di investimento. Niente male davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *