Maria Patrizia Grieco: amministratrice e imprenditrice con un curriculum eccezionale

Maria Patrizia Grieco è nata a Milano nel 1952. Questa dirigente d’azienda è stata tra le figure di spicco nella dirigenza delle grandi aziende italiane degli ultimi 20 anni.

Premio Bellisario

Maria Patrizia Grieco si distingue nel panorama manageriale per non avere un curriculum con basi economiche. Tuttavia Grieco è riuscita ad assumere fin da subito ruoli di responsabilità a cominciare dal 1977. Dopo la laurea in giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, assume il ruolo di responsabile della direzione legale e affari generali di Italtel. L’azienda italiana operante nel settore delle telecomunicazioni, assegna a Grieco nel 1994 il ruolo di direttore generale, con compito di mettere ordine agli affari dell’azienda in modo da riposizionarla adeguatamente nel mercato.

Nel 1997 la strategia di mercato di questa azienda la porta a una fusione con Siemens. Data la preparazione e il ruolo dirigenziale, Patrizia Grieco assume, nella società che si costituisce, la direzione delle Risorse Umane, Acquisti e Pubbliche Relazioni.

Il vertice della carriera manageriale di Patrizia Grieco

La manager riesce in pochi anni a portare a termine il suo obbiettivo, così che nel 1999 le due società avviano una scissione. Tre anni dopo la Grieco arriva al vertice, assumendo nel 2002 il ruolo di amministratore delegato. Come spesso accade le società che condividono strategie di impresa, realizzano sinergie che portano a condividere il personale amministrativo o dirigenziale. Per questo motivo Lo stesso ruolo gli viene affidato l’anno successivo anche in Siemens. Il prestigio della sua figura è tale che nel 2000 viene insignita del premio Bellisario, un riconoscimento alle donne che si sono distinte a livello nazionale e internazionale.

L’inizio della carriera imprenditoriale

L’esperienza di questo manager unita all’ottima conoscenza del contesto imprenditoriale sono sufficienti da sole a portare i progetti di cui è incaricata al successo. Non occorrono curriculum eccezionalmente specializzanti per fare della Grieco una figura ambita, anche da realtà che operano in contesti differenti. Consapevole di riuscire ad avvantaggiarsi delle sue capacità, nel 2006 lascia Siemens per diventare partner di Value Partners e amministratore delegato del Gruppo Value Team. La società è una multinazionale che si occupa di consulenza nel settore amministrativo nonché di pianificare, progettare e gestire i sistemi di information technology.

Gli altri incarichi del curriculum di Patrizia Grieco

Date le esperienze rilevanti in ambito tecnologia, telecomunicazioni e informatica, dal 2008 al 2013 è presidente e Amministratore delegato di Olivetti. Condivide in oltre le sue esperienze professionali entrando a far parte del consiglio di amministrazione di Fiat Industrial e Compagnie Industriali Riunite, la holding della famiglia De Benedetti. Maria Patrizia Grieco ricoprendo attualmente un ruolo analogo in Anima Holding, Ferrari e Amplifon.

È inoltre membro del consiglio direttivo di Assonime l’associazione delle S.p.A italiane. A questo proposito nel 2017 diventa Presidente del Comitato italiano per la Corporate Governance nel 2017. Tale Comitato ha il compito di promuovere le pratiche di buon governo societario delle società quotate italiane.

Nonostante la sua formazione iniziale non abbia previsto un curriculum economico o finanziario, dato l’impegno profuso, Maria Patrizia Grieco fa parte del consiglio di amministrazione dell’Università Bocconi e dal 2018 è Presidente del Consiglio di Amministrazione di MPS, Banca Monte dei Paschi di Siena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *