Carte prepagate e acquisti online, occhio a queste soluzioni: le avete provate?

Alcune delle soluzioni circa le carte prepagate: caratteristiche, eventuali costi e aspetti da approfondire. Di seguito i dettagli al riguardo

C’è sempre grande attenzione da parte di molti quando si parla di carte prepagate, in virtù delle tante e diverse proposte e delle possibilità che queste permettono: ecco di seguito alcune delle migliori e relative caratteristiche. A seguire, i particolari a tal proposito.

Carta prepagata e acquisti online: occhio a queste soluzioni, le avete provate?
fonte foto: Adobe stock

Tanti e diversi i temi che a diverso livello hanno a che fare con l’economia e che possono suscitare interesse e destare attenzione; tra queste di certo ci sono le carte prepagate. Anzitutto, come spiegato da Quifinanza.it, va fatto un distinguo poiché talvolta si sente parlare di carte di credito prepagate, e ciò, si legge, è un errore.

Ciò riguarda il gatto che proprio in verità delle caratteristiche che contraddistinguono i due elementi in questione, le carte di credito non sono prepagate, bensì strumento di pagamenti con un fido e legate ad un conto corrente.

Dunque: quando si compie un pagamento, le carte di credito attingono dal denaro posto sul conto corrente; tuttavia, in virtù della presenza dl fido, sarebbe possibile fare il pagamento anche qualora non ci fosse denaro al momento dell’acquisto, sino ad un tetto massimo fisso ogni mese, in quanto il pagamento verrà poi scalato dal conto in un momento successivo.

Per quanto invece concerne le carte prepagate, quando si fa riferimento a quest’ultime si indica un prodotto mediante cui si possono tanto effettuare acquisti fisici, nei negozi, quanto online; tali carte, spiega Quifinanza.it,  e si possono ricaricare, in varie modalità, dell’importo che l’eventuale soggetto desidera, per l’appunto, ricaricare.

Ma quali sono alcune delle opzioni che si potrebbero prendere in considerazione per quanto riguarda le carte prepagate? Di possibilità ve ne sono molte e le proposte di certo non mancano. Tra queste si possono ricordare: la carta ricaricabile Tinaba; la carta prepagata di Widiba; la carta prepagata Postepay.

Quali le caratteristiche e gli eventuali costi da sostenere? Generalmente, le carte prepagate non richiedono costi di gestione, talvolta in alcuni casi potrebbero esserci costi di emissione. Di seguito ad ogni modo i dettagli.

Carte prepagate, alcune soluzioni: Tinaba, Widiba, Postepay, caratteristiche

Tanti gli aspetti che destano interesse quando si affrontano argomento come quello in oggetto relativo alle carte prepagate; vi sono infatti diversi spunti che possono suscitare interesse, come nel caso di un focus su alcune delle migliori banche online. Oppure, ancora, quali possono essere tra le migliori carte ricaricabili con IBAN?

Rispetto al tema in oggetto, come si legge dall’approfondimento di Quifinanza.it, una prima opzione che si potrebbe considerare riguarda la carta prepagata Tinaba (Banca Profilo), la quale propone un conto online con carta ricaricabile legata al circuito MasterCard. La gestione può avvenire direttamente dall’app dedicata.

Tinaba

La procedura di attivazione vede anzitutto come primo passo l’iscrizione a Tinaba con apertura del conto corrente Banca Profilo con IBAN Italiano. A casa si riceverà la carta prepagata in questione, la quale potrà essere ricaricata, gratis, direttamente dal proprio conto corrente e la si potrà impiegate per fare acquisti fisici e online senza il pagamento di commissioni, si legge.

Per quanto riguarda ciò che prevede, viene spiegato: massimale per bonifico singolo di 5 mila €; massimale sino a 10 mila € al giorno per bonifici in uscita; gratuità circa i primi ventiquattro prelievi di contante all’anno in zona UE; una volta superati, il costo sarà di 2€ ad per singola operazione; un costo di 4€ riguardo i prelievi agli ATM in zona extra UE.

Qui sul sito bancaprofilo.tinaba.it si possono approfondire nel dettaglio l’opzione e i vari aspetti ad essa legata.

Widiba

Altra soluzione da poter prendere in considerazione riguarda la carta prepagata Widiba; quest’ultima è una banca online che propone alla clientela varie carte di pagamento; la carta prepagata, la cui disponibilità è in diverse colorazioni differenti, prevede ricariche online gratuite, sino a 10 mila euro anche da app, e la si può impiegare, spiega ancora Quifinanza.it, anche all’estero.

Si tratta di Prepagata Maxi, legata al circuito VISA, con un canone annuo pari a 10 euro e può essere anche impiegati per prelevare contante, le cui operazioni sono gratuite presso gli ATM del gruppo MPS. Altrimenti, con Widiba, è possibile anche l’attivazione di carte di credito, i cui circuiti convenzionati sono sia VISA che MasterCard. Varie versioni disponili e costi contenuti, considerando che si tratta di carte di credito, si legge.

Nel dettaglio: Widiba Carta Classica, il cui costo è di 20€ l’anno c plafond di 1.500€; Widiba Carta Gold, costo di 50€ l’anno, plafond di 3.000€. Altrimenti, Quifinanza.it spiega anche della possibilità della carte di credito Oronero, con plafond sino a 10 mila €, ed un canone trimestrale previsto di 12,50€.

Qui sul sito widiba.it è possibile approfondire i prodotti con gli elementi e i dettagli da conoscere al riguardo.

Postepay

Un’altra possibilità è rappresentata dalle diverse carte prepagate che sono proposte da Postepay. In molti avranno sentito parlare di Postepay Connect; Postepay Evolution; Postepay Digital; Postepay PUNTOLIS; Postepay Standard; Postepay Green; IoStudio Postepay

Ciascuna carta ha un canone diverso e risponde a diversi tipi di esigenze diverse; nel caso di IoStudio Postepay, ad esempio, si tratta di una prepagata gratuita rivolta a studenti della scuola secondaria di 2° grado, e sono previste agevolazioni con esercizi convenzionati col MIUR.

Tra le più note di certo vi è la Standard, con un costo di emissione di 10 euro ma senza costi di gestione annuale; la si può impiegare all’estero, nei circuiti convenzionati VISA, e consente il prelievo di denaro contante presso ATM Postamat e bancari. Col programma ScontiPoste, vi è la possibilità di ricevere sino al 50% di cashback sui propri acquisti, inoltre la si può richiedere presso uno dei tanti uffici postali.

Rispetto alla Evolution, in questo caso si parla di carta con IBAN, il cui canone annuo è di 12€, e sui cui vi è la possibilità anche di accredito di stipendio e pensione. Permette di ricevere e fare bonifici, domiciliare le utenze e pagare bollettini, effettuare pagamenti contactless da vicino e compiere transazioni online.

Qui sul sito postepay.poste.it è possibile approfondire le varie carte e proposte disponibili.

Questi, alcuni dettagli al riguardo. Ad ogni modo è bene approfondire ed informarsi nel dettaglio per comprendere al meglio meccanismi, funzionalità, eventuali costi, fogli informativi, condizioni economiche e tutti gli elementi importanti da conoscere circe le opzioni e soluzioni possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *