Controlli fiscali ormai all’ordine del giorno, evitarli non è impossibile: come fare

Evitare un accertamento da parte del Fisco, un controllo, non è certo qualcosa di impossibile in condizioni di estrema normalità.

Risparmio fiscale
Risparmio fiscale (Adobe)

Di questi tempi scampare ad un eventuale controllo fiscale potrebbe non essere facile di questi tempi considerata la crisi, gli stenti e quant’altro. Dall’altra parte però potrebbe essere la cosa più semplice ed agevole di questo mondo. Basta limitarsi a vivere di ciò che si guadagna, chiaramente se si guadagna abbastanza e non destare sospetti in chi controlla solitamente l’andamento delle nostre posizioni bancarie ecc. La cosa più importante, ad esempio è lasciare traccia di ciò che si spende,  e d ciò che si guadagna.

E’ chiaro che avere un conto corrente con una forte movimentazione, giustificata da una costante ingresso di denaro, certificato, non è qualcosa che desta sospetti. In caso contrario una forte movimentazione senza entrate di denaro fa sorgere qualche dubbio. Dall’altra parte anche continui ingressi di denaro senza movimentazione potrebbero portare ad una incognita non del tutto insignificante. Si potrebbe immaginare che la persona possa avere ad esempio altre entrate in nero.

Controlli fiscali, come evitare di destare sospetti in chi controlla i nostri movimenti

Comportarsi nella maniera più consona implicherebbe quindi il rispetto di tutto ciò che può essere letto nel nostro conto corrente. Una forte movimentazione deve corrispondere ad una grossa entrata di denaro periodica, di conseguenza senza movimentazione verrebbe da chiedersi come fa la persona a vivere ed in ogni caso sorgerebbero dei dubbi. Attenzione anche a prestare soldi, magari ad un parente in in difficoltà. Servirsi di un atto certificato per chiarire al meglio l’uscita di quei soldi che potrebbe anch’essa destare sospetti.

LEGGI ANCHE >>> Prelevi troppo? Il Fisco si potrebbe insospettire, prelevi poco? Si insospettisce lo stesso

Il Fisco controlla, potrebbe controllare, anzi anche le nostre eventuali cassette di sicurezza. Quante volte andiamo ad aprirla, questo potrebbe sapere, e di conseguenza immaginare una certa movimentazione di oggetti, ad esempio. In poche parole la possibilità da parte dell’Agenzia delle Entrate di controllare qualsiasi aspetto della nostra vita, per quel che riguarda la natura economico finanziaria, è talmente pressante che sarebbe più che rischioso, oggi, mettersi a giocare con il fuoco con atteggiamenti poco chiari. La ricetta esiste, rispettarla metterebbe al sicuro chiunque da controlli e quant’altro, sembra facile, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *