Tredicesima a rischio per questa categoria di lavoratori italiani

Continua la diatriba nel nostro paese tra pro green pass e contrari alla certificazione verde. Gli effetti si faranno presto sentire.

Green Pass
Green Pass (Adobe)

Da un po’ di settimane è viva la questione tra favorevoli e contrari al Green pass sui luoghi di lavoro. Ad inasprire ancora di più la questione ci ha pensato la normativa emanata del Governo che rende più che aspre le sanzioni per chi viene trovato sprovvisto di certificazione valida. Si va dalle ammende di natura pecuniarie alla possibilità di essere sospeso dal lavoro anche per un lungo periodo. Gli effetti di tali dinamiche rischia di farsi sentire tra un po’di settimane, quando arriveranno le tanto sospirate tredicesime per tutti i lavoratori dipendenti.

In questo caso, chiaramente a conti fatti qualora ci fosse la sospensione di un lavoratore perchè sprovvisto di Green pass si andrebbe a rischiare l’integrità stessa della tredicesima. Se consideriamo le modalità di calcolo che si utilizzano generalmente per conteggiare l’importo dovuto con la tredicesima mensilità viene da se immaginare che essere sospesi per più di 15 giorni, ad esempio, può portare ad un abbassamento della somma alla quale si avrà diritto. Il tutto per il mancato possesso del Green pass.

Lavoratori senza Green pass: tredicesima a rischio ma non solo

Il contratto collettivo nazionale del lavoro sancisce l’obbligatorietà della tredicesima per le imprese industriali, situazione estesa poi grazie al DPR 1070/1960 a tutti i lavoratori dipendenti. I lavoratori che hanno diritto alla tredicesima sono:

  • i lavoratori dipendenti (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato), pubblici e privati;
  • lavoratori domestici (colf, badanti, baby sitter);
  • i pensionati.

Ovviamente in base ai calcoli che spettano alle aziende per la determinazione della stessa quota di tredicesima si considera che una eventuale sospensione dal lavoro possa comportare un danno non da poco ai fini della somma spettante allo stesso lavoratore.

LEGGI ANCHE >>> Busta paga: la tredicesima sui periodi in cassa integrazione spetta? La risposta non è scontata

Nata come una sorta di gratifica di ulteriore somma percepita per le festività natalizie la tredicesima viene versata dall’azienda per l’appunto nel periodo prenatalizio. Uno dei momenti maggiormente attesi da tutti i lavoratori. La possibilità di guadagnare di più e nello stesso tempo di far trascorrere le festività natalizie in maniera del tutto serena, per quanto possibile, alla propria famiglia. Il tutto insomma potrebbe essere guastato dalla decisione di non vaccinarsi. La cui conseguenza porta a  non possedere il Green pass se non attraverso il continuo ricorso ai tamponi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *