Archegos: la crisi dell’hedge fund investe i mercati

Tremano i titoli di alcune banche internazionali, la ragione è il caos creato dall’hedge fund americano

default

Sarebbe Archegos Capital Management l’hedge fund che dopo aver mancato il rientro dalla margin call il 26 marzo, sta espandendo i suoi effetti anche su alcune banche. Gli istituti più convolti sono Credit Suisse e Nomura, ma si parla anche di altre top banche mondiali come Deutsche Bank, Morgan Stanley e Goldman Sachs.

Le banche che svolgevano per il fondo i servizi di brokeraggio, hanno richiesto di dichiarare l’hedge fund in default dopo che quest’ultimo non è rientrato dalla margin call.

LEGGI ANCHE>> Quali sono i vantaggi di un fondo comune di investimento?

Caso Archegos: le ripercussioni sulle banche

Le banche come Nomura e Credit Suisse, che a oggi si stanno ponendo nella posizione di creditori, hanno iniziato ad avere le prime ripercussioni. Entrambi i titoli azionari hanno subito un fortissimo crollo, sull’onda del grosso credito nei confronti dell’hedge fund:

  • Credit Suisse raggiunge il – 13,83%, una perdita sensazionale per una banca così solida.
  • Nomura, una delle più imponenti banche giapponesi, nella sessione asiatica (Tokyo) ha registrato la perdita record di -16,30 %.

Le forti oscillazioni a ribasso non sono solo state generate dal collegamento diretto con il fondo e dalla richiesta di dichiararlo in default. C’è dell’altro.

Date le difficoltà che stanno avendo le due banche nel gestire la margin call dell’hedge fund, circolano già voci sul rischio di un forte impatto sugli utili del primo trimestre del 2021. Sono partite direttamente dagli istituti le dichiarazioni che riportano allarmismo sul primo trimestre, dichiarando apertamente che le banche stesse hanno dovuto fare i conti con perdite significative generate dalla situazione.

LEGGI ANCHE>>Il Money Management, il salva portafogli per eccellenza

Gli effetti della margin call

Dopo che le banche hanno iniziato a richiedere la liquidazione forzata dei titoli da parte del fondo, si sono scatenati gli effetti anche sui mercati. Basti pensare che la cifra di cui doveva rientrare l’hedge fund è da calcolarsi per non meno di 20 miliardi di dollari, in questo senso si spiegano i crolli subiti da alcuni titoli tecnologici americani e cinesi nella giornata di venerdì 26 marzo. Secondo alcune fonti, quella del fondo che si ipotizza essere Archegos, è una delle margin call più grandi id tutti i tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *