ISEE, attenzione a bonus e agevolazioni: può fare la differenza

L’ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente permette l’accesso a bonus, agevolazioni e misure: ecco alcuni dettagli al riguardo

ISEE, attenzione a bonus e agevolazioni: può fare la differenza
Conti, calcolatrice (fonte foto: Adobe Stock)

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, ISEE, è uno strumento dalla grande importanza che permette di misurare la condizione economica delle famiglie, consentendo l’accesso a diverse misure e agevolazioni pensate per quelle famiglie che versano in condizioni di difficoltà: ma per quali bonus e per quali agevolazioni serve, come fare per richiederlo? Cosa c’è da sapere al riguardo.

Sono tante le misure previste e pensata per il Governo, destinate ai cittadini meno abbienti e alle famiglie che possono versare in condizioni di difficoltà economica; tani infatti le agevolazioni e bonus, a cominciare dal reddito di cittadinanza, ma anche il bonus tv e tanti altri ancora.

Un ruolo importante in tal senso è rappresentato dall’ISEE aggiornato, strumento importante legato ai requisiti previsti e legati ai suddetti ed altri bonus, a cui si può accedere solo entro alcuni tetti. La comunicazione dei propri redditi, si può leggere su Today.it, serve tanto alla richiesta eventuale di nuove agevolazioni quanto al rinnovo di quelle che sono già state attivate.

Un aspetto da non trascurare è anche quello delle scadenze, che possono cambiare a seconda della misura in questione. Ad esempio, si legge, per quel che riguarda il Reddito di Cittadinanza, il termine ultimo per presentare l’ISEE aggiornato è il 31 gennaio 2022. Diverse però, come detto, le date e le scadenze per altre misure.

ISEE 2022, cos’è e come richiederlo

C’è grande curiosità e attenzione sul tema dell’ISEE, come detto strumento molto importante al fine di poter avere accesso e con determinate differenze, ad alcuni bonus, agevolazioni e misure previste dal Governo, pensate per i cittadini che possono versare in uno condiziona economica più complicata.

Anzitutto, quando si parla di Indicatore della Situazione Economica Equivalente, si intende un documento che rappresenta la principale fonte di accesso a determinate prestazioni sociali, spiega Today.it, e riguarda reddito da lavoro o generati da investimenti da coloro che appartengono al medesimo nucleo familiare, così come il patrimonio immobiliare come case e terreni, da cui viene sottratta la quota legata alla principale abitazione.

Spiega Today.it che per calcolare l’ISEE si addiziona il reddito alla somma di patrimonio mobiliare e immobiliare moltiplicato per il 2o%, senza dimenticare nell’equazione anche il nucleo della famiglia e la relativa composizione. Ad essere importante è il rapporto infatti tra Isa e il parametro della scala di equivalenza indicato sul sito INPS, che comprende differenze a seconda del numero di componenti ed altre maggiorazioni.

Al fini della richiesta dell’ISEE, il contribuente può  compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), predisposta dall’INPS, dove dovranno essere indicati i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali, con la validità al 31 dicembre di ogni anno.

Da gennaio si può chiedere il rinnovo, e gli interessanti potranno rivolgersi al Comune di appartenenza, Caf e patronati, così come inoltrare la richiesta in via telematica sul sito INPS. Today.it sottolinea che in aggiunta al codice fiscale di ciascun componente, i richiedenti dovranno aver curo di inserire tutti i redditi percepiti nel 2020, la disponibilità sui conti correnti, abitazioni e terreni di proprietà, i veicoli intestati.

LEGGI ANCHE >>> ISEE 2022, occhio ai documenti da presentare al CAF: saranno fondamentali

ISEE, RdC, Assegno Unico e gli altri Bonus

Per quanto riguarda l’assegno Unico e universale per figli a carico, questa è una misura che va a sostituirne altre e va in relazione a famiglie con figli. Come si legge su Today, avrà una periodicità annuale da marzo a febbraio, e ogni 12 mesi la famiglia dovrà provvedere a fare una nuova richiesta a INPS. Entro giugno, viene spiegato, la presentazione della domanda comporterebbe l’erogazione anche delle mensilità pregresse, viceversa l’assegno, con domanda dopo giugno, decorrerà dal mese seguente.

Today spiega che per ottenerlo bisogna avere un ISEE valido ma che non è necessario allegarlo alla domanda, poiché sarà l’INPS ad occuparsi delle verifiche e della relativa esistenza. È opportuno fare l’aggiornamento onde evitare eventualmente un importo più basso.

Con ISEE sotto i 15 mila euro, la cifra sarà di 175 euro per ciascun figlio minorenne e 85 euro per quelli che hanno tra 18 e 21 anni e disabili con più di 21 anni. Con ISEE pari o maggiore di 40 mila euro, sono di 50 e 25 euro al mese, rispettivamente. Vi sono inoltre anche altri aspetti che possono far crescere gli importi, come ad esempio i figli con disabilità grave o non autosufficiente ed altri ancora.

Altro aspetto importante riguarda il Reddito di Cittadinanza, i cui interessati devono presente l’ISEE aggiornato entro la data, come sopra indicato, del 31 gennaio 2022. Today.it spiega che qualora non venisse rinnovata la DSU, si perderà il sussidio, poiché occorre avere un ISEE in corso di validità. Va anche aggiunto che, dal prossimo febbraio, il RdC sarà ricalcolato in virtù dell’ISEE 2022, e potrebbero esserci aumenti, diminuzioni ed eventuali cessazioni per alcuni.

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente serve inoltre per altri bonus ed altre misure, come nel caso del bonus prima casa per i giovani under 36; in presenza di uno inferiore a 40 mila euro, se comprato un immobile adibito ad abitazione principale, si può ottenere la garanzia dello stato all’80% del muto e varie agevolazioni legate.

Tra 20 e 31 anni in presenza di ISEE minore di 15.493,71 euro, è possibile fare richiesta del bonus affitti e si ha diritto ad uno ‘sconto’ del 20% dino a 2 mila euro. Ancora, si possono menzionare il bonus bollette, o anche uno dei due bonus tv.

È opportuno ed importante informarsi ed approfondire la tematica tanto in generale quanto nel particolare della propria eventuale situazione, consultando gli esperti del campo e gli specialisti, al fine di conoscere tutte le specifiche, le condizioni, i requisiti e quanto va compreso in merito a ISEE in relazione ai vari bonus e alla misure cui si potrebbe accedere ed avere diritto, se le condizioni fossero rispettate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *