Flowe: Ecco come controllare l’attività nella prepagata dei minorenni

Ivan Mazzoleni è l’amministratore delegato di Flowe, società del Gruppo Mediolanum, rivolta all’innovazione e alla sostenibilità nel campo dei servizi bancari.

carta di credito

Mazzoleni è riconosciuto come esperto di trasformazione digitale in campo economico.

Il manager è riuscito a rendere innovativo qualcosa che tecnologicamente sembrava avere raggiunto il suo apice. Ivan è responsabile del design e dello sviluppo di Flowe un nuovo strumento di pagamento digitale calibrato sull’educazione finanziaria con un’anima sostenibile. Tra gli ultimi progetti formativi rivolti ai giovani, la collaborazione con il network di Studently.it. Questo è un network gratuito di studenti italiani in cui è possibile formarsi su molteplici materie e tematiche, per coltivare insieme ad altri appassionati i propri interessi.

Flowe collabora anche con Carriere.it e ha avviato un servizio per creatori di contenuti chiamato Self Made Club. Questo consente di aggiungere i propri video corsi a quelli disponibili nell’applicazione Flowe.

Ivan Mazzoleni è riuscito a guardare con una prospettiva inedita al modello e all’utilizzo della carta prepagata, esaltandone alcuni aspetti e innovandone altri. Questo ha reso apprezzato il suo lavoro anche da Forbes, che per i suoi risultati lo ha inserito nella Top 100 dei manager italiani.

Il curriculum di Ivan Mazzoleni e l’esperienza nel settore tecnologico

Il curriculum di Ivan Mazzoleni vanta quindici anni di esperienze nel settore delle nuove tecnologie. Dopo avere conseguito un MBA all’università Bocconi di Milano ha proseguito la sua specializzazione con Master in Marketing Strategico e Operativo all’Università di Bologna e un altro in Business Model Innovation all’Insead di Fontainebleau. Tra i suoi altri titoli che rendono quello di Mazzoleni un curriculum straordinario. i corsi in Cybersecurity Leadership alla Stanford University, nonché Disruptive Innovation Entrepreneurship Essential alla Harvard Business School.

Ivan ha maturato oltre dieci anni di esperienza in Microsoft. Qui si è occupato di sviluppare modelli di business, marketing e analisi di mercato, finalizzati a migliorare le vendite attraverso l’immagine del marchio.

Il suo interesse marcato per lo sviluppo del potenziale di un prodotto, correlato a quello delle prestazioni sportive, lo ha reso capace di sviluppare una carta di debito collegata un’applicazione dedicata che permette di personalizzarne le funzioni. Oltre al digital banking la carta è votata alla sostenibilità e all’etica.

La strategia di marketing dietro il brand Flowe

A partire dagli elementi evocativi del nome Flowe, come l’acqua, il flusso e la connessione, Mazzoleni ha voluto rendere omaggio alla potenzialità della tecnologia di aiutare le persone a prendersi cura del pianeta. Con un’utenza che sfiora le 700.000 persone e un’età media di 29 anni Flowe è una prepagata fatta di legno. L’azienda ha l’obbiettivo di offrire in associazione con il prodotto corsi e lezioni improntate non solo all’educazione finanziaria, ma anche allo sviluppo di competenze digitali, soft skill e molto altro ancora.

L’impronta ecologista si lega quindi all’immagine di un servizio che fa attenzione allo sviluppo personale con un’attenzione particolare alla formazione dei più giovani. Questi sempre più spesso utilizzano il web, oltre che per socializzare e fruire contenuti anche per fare acquisti. Secondo i dati delle indagini di mercato di Flowe il 76% dei giovani tra i 16 e i 18 anni fa acquisti online e più della metà di questi lo fa in piena autonomia.

Oggi giorno l’età media di accesso a device connessi a internet si abbassa sempre di più, arrivando ai sette anni. Flowe quindi punta a essere il riferimento sicuro tramite cui è possibile apprendere la cultura finanziaria di base necessaria a comprendere come utilizzare al meglio il proprio denaro. Oltre a questo, i genitori hanno la possibilità di controllare l’attività di acquisto dei propri figli, selezionando la tipologia di prodotti a cui possono avere accesso.

LEGGI ANCHE>>Quanto ne sanno i bambini di finanza? Piccoli insegnamenti semplici e veloci

Gli standard ESG di Flowe e la prepagata dedicata ai minorenni

È il caso di Flowe Junior, la carta rivolta agli under 18. L’obbiettivo è sensibilizzare i giovani al senso del denaro, anche in un’economia in cui la progressiva sparizione del contante ne rende poco immediato il senso del possesso.

La carta Flowe Junior si collega al conto Flowe dei genitori. Questi possono inviare soldi al giovane titolare, in modo occasionale o automatico, per fare acquisti e prelievi in Italia e all’estero. La carta Junior dialoga costantemente con quella del genitore che può prendere consapevolezza delle transazioni in tempo reale.

Tra le sue altre attività Ivan Mazzoleni è coach certificato ICF nonché maestro di sci e allenatore federale. L’imprenditore incentiva tramite la sua azienda diversi progetti ecologici, come la riforestazione e la raccolta dei rifiuti di plastica. L’azienda si muove in un’ottica di avvicinamento ai requisiti ESG. Essa è infatti parte di un ecosistema che conta circa 40 collaborazioni che contribuiscono a creare servizi innovativi socialmente responsabili.

Mazzoleni collabora oggi con diverse università. Tra queste la Luiss, Iulm – Libera università di lingue e comunicazione, la Bologna Business School, l’Università Cattolica nonché il Ministero dell’Istruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *