Lavoro, un 2022 ricco di opportunità per queste professioni: le migliori

Le opportunità per lavorare nel 2022: occhio agli annunci di lavoro e a queste professioni e misteri, ecco di cosa si tratta e dettagli

Lavoro, un 2022 ricco di opportunità per queste professioni: le migliori
Lavoro pc (fonte foto: Adobe Stock)

La questione lavoro tiene sempre banco e non smette, comprensibilmente e per chiari motivi, di destare attenzione, curiosità, interesse, con un occhio di molti che si poggia sempre sui possibili annunci di lavoro e su quelle che potrebbero essere le opportunità per il 2022.

In alcune parti del mondo si discute di “great resignation”, ovvero di dimissioni di massa ad opera di una larga fetta di popolazione non più soddisfatta delle proprie mansioni lavorative; in Italia l’attenzione è posta sugli occupati in crescita, così come a coloro che non riescono ad entrare a far parte dei circuiti del lavoro stesso.

Tuttavia, come si legge da Adnkronos, le opportunità per chi è alla ricerca del lavoro non mancano a seguito del fenomeno della pandemia che ha causato problemi per quanto concerne la presenza di manodopera in molteplici aree e un turnover più o meno forzato.

Ecco che, si legge ancora su Adnkronos, a scoprire le professioni con maggiori opportunità lavorative in somministrazione per il 2022 è stata Jobtech, la prima agenzia italiana per il lavoro tutta in digitale, dopo aver analizzato gli annunci di lavoro nel modo del retail, logistica, call center, hospitality e Ho.Re.Ca.

Lavoro, tanti i posti vacanti in Europa: la situazione dell’Italia

Lavoro in somministrazione, occhio agli annunci e alle possibilità per il 2022 per queste professioni e mestieri

Grande attenzione dunque sul tema del lavoro, delle professioni e dei mestieri che potrebbero dare opportunità di inserimento per il 2022, con un argomento, questo, che comprensibilmente desta grande attenzione e curiosità tra gli interessati.

A parlarne come detto è Adnkronos nel proprio approfondimento in cui menziona l’analisi di Jobtech. A destare attenzione sono i picker e i packer per i dark store, ovvero i punti vendita che si concentrato esclusivamente sugli acquisti e sullo shopping online. Quest’ultimi stanno acquisendo via via popolarità maggiore e, si legge, sono un fenomeno in crescita al cui riguardo potrebbero esserci grandi opportunità circa il modo del lavoro.

Si legge della creazione di piccoli centri di distruzione di quartiere in cui a lavorare saranno rider, coloro che si occuperanno della preparazione degli ordini, i magazzinieri e gli store manager.

La logistica, viene spiegato, è un settore in grande trasformazione, mai così strategico e tecnologico, con la figura del responsabile della logistica che acquisisce grande importanza, essendo punto di contatto con il consumatore finale ed essendone in parte responsabile rispetto alla soddisfazione di quest’ultimo.

Il lavoratore formato, digitale ed esperto, pronto alle sfide circa la costruzione di un carico, la pianificazione di un percorso e la conferma della disponibilità del cliente, potrebbe trovarsi davanti ad opportunità importanti in relazione all’inserimento, prossimamente.

Un settore dove si sono viste e percepite le conseguenze della pandemia, e dove si è prodotto, si legge su Adnkronos, una turnover della forza lavoro, è quello della ristorazione. Nel 2022, viene spiegato che la situazione genererà una spinta per assunzione di camerieri, barman, chef e pizzaioli, con tante e numeroso opportunità soprattutto per lavorativi con esperienza.

Tra le ragioni della “Great Resignation”, stando alle analisi, si legge, vi è la richiesta di un bilanciamento migliore in relazione alla vita e al lavoro; ecco che le possibilità derivanti dal lavoro da remoto risultano essere appetibili per coloro che sostengono la Yolo Economy – You Only Live Once, che potranno considerare, viene spiegato, le opportunità inerente il lavoro come call center.

Legge 104, accompagnamento e compatibilità con il lavoro: i dettagli

Tanti, si legge ancora, gli annunci relativi al customere car o inside sales, la cui gestione verrebbe fatta però da casa. Altro settore che risulta essere appetibile è quello della contabilità, stando a quanto emerge dalle analisi, soprattuto tra le donne e chi è alla ricerca di occasioni di remote working.

Si tratta di un lavoro che richiede precisione, organizzazione, gestione del tempo e competenze informatiche. Occasioni che potrebbero non mancare soprattutto per chi, accanto a queste, saprà unire competenze nel campo della sostenibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *