Piazza Affari, giovedì 25 marzo: apertura in ribasso, sale Telecom

L’avvio degli scambi nella borsa di Milano, i titoli migliori e i titoli peggiori, con una panoramica sulle principali borse europee. Vediamo su cosa si concentrerà l’attenzione degli operatori durante la giornata.

borsa
Adobe stock

Ancora un’apertura in ribasso per i principali mercati azionari europei, nonostante il rimbalzo osservato nelle ultime ore della seduta di ieri, che aveva consentito alle borse del vecchio continente di recuperare le perdite registrate nella prima parte della giornata.

Si registrano perdite, seppur di piccola entità, su tutti i settori: in particolare, il comparto media perde lo 0,40% e quello automobilistico lo 0,34%.

Queste nel dettaglio le performance registrate in apertura dai principali indici azionari europei:

  • SMI (Zurigo): -0,32%
  • FTSE MIB (Milano): -0,33%
  • FTSE 100 (Londra): -0,40%
  • DAX (Francoforte): -0,47%
  • IBEX 35 (Madrid): -0,50%
  • CAC 40 (Parigi): -0,59%

L’indice Euro Stoxx 50 si muove anch’esso in territorio negativo (-0,40%). Si tratta, comunque, di un avvio di seduta che segue quanto avvenuto nelle tre precedenti sedute di questa settimana: ovvero movimenti che, nel complesso delle borse europee, sono sintomatici di una certa prudenza da parte degli investitori. Gli indici borsistici, seppur in leggera perdita, continuano infatti ad oscillare nei pressi della parità.

Lo spread Btp/Bund resta stabile a quota +95 punti base. Il Btp con scadenza decennale ha attualmente un rendimento del +0,59%.

Ancora al di sotto dei massimi il rendimento del Treasury Note con scadenza decennale, a quota 1,62%.

LEGGI ANCHE >> Piazza Affari, mercoledì 24 marzo: chiusura positiva, tonfo per Leonardo e Amplifon

Titoli migliori del FTSE MIB

Tra i titoli che si stanno muovendo in controtendenza e, dunque, al rialzo ci sono:

  • Telecom Italia: +1,78%.
  • Hera: +1,51%
  • Campari: +1,18%
  • Ferrari: +1,18%
  • Amplifon: +0,72%

Il titolo Telecom rimbalza in apertura di seduta dopo le perdite degli scorsi giorni, grazie al riaccendersi della speranza che il progetto rete unica possa essere realizzato, dopo le dichiarazioni rilasciate ieri dal Ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, il quale è intervenuto durante il webinar “Reshape the World”, organizzato dal Sole 24 Ore, affermando: “Io non mi sono espresso contro la rete unica”.

Titoli peggiori del FTSE MIB

Le perdite più rilevanti nei primi minuti di negoziazione riguardano i seguenti titoli:

  • Tenaris: -1,78%
  • Nexi: -1,27%
  • Saipem: -1,11%
  • Cnh Industrial: -1,00%
  • Moncler: -0,83%

I principali eventi della giornata: debutta il Btp Short Term

Ad accentuare il clima di prudenza che già regnava tra gli investitori, ha contribuito (oltre alle note faccende legate alla nuova ondata della pandemia e alla situazione dei vaccini) l’incremento del rischio geopolitico determinato dal lancio, da parte della Corea del Nord, di due missili balistici in mare, non lontano dal territorio giapponese.

Inizierà oggi (e si concluderà nella giornata di domani) il Consiglio europeo durante il quale si discuterà soprattutto degli sviluppi della pandemia, delle relazioni con la Russia e della situazione legata alla Turchia.

LEGGI ANCHE >> Crollo della lira turca nel mercato valutario: cosa è successo

Grande attesa in Italia per la prima emissione del nuovo Btp Short Term che andrà a sostituire i Ctz, allo scopo di attrarre nuovi investitori nel comparto dei titoli di Stato a breve scadenza. Inoltre, dopo la chiusura dei mercati, il Ministero dell’Economia e delle Finanze annuncerà la tipologia e l’ammontare complessivo dei titoli obbligazionari a medio-lungo termine che saranno messi in asta martedì 30 marzo.

L’attenzione sarà rivolta anche verso le prossime mosse della Banca Centrale Europea, in quanto sono previsti numerosi interventi di autorevoli membri dell’istituto di vigilanza: alle 10:00 un video pre-registrato della governatrice, Christine Lagarde, e alle 18:00 sono attese dichiarazioni da parte del vice-presidente della BCE, Luis de Guindos, e del membro del Comitato esecutivo, Isabel Schnabel.

Come indicato nel calendario economico, è previsto per le ore 13:30 italiane il rilascio, da parte degli Stati Uniti, dei dati relativi al PIL del quarto trimestre e alle richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *