Luce e gas: l’aumento delle bollette è solo questione di tempo

Il Nimex, principale mercato mondiale per futures e opzioni su prodotti energetici, vede il future sul Gas Naturale a un livello di prezzo che negli ultimi tre mesi è incrementato del 43,9%.

foto adobe

Il gas naturale si trova oggi a un particolare livello di prezzo, suscettibile di una variazione importante sia in ottica ribassista che rialzista.

Il future cosi come il CFD sul Gas Naturale, è arrivato a un livello di prezzo che non si vedeva dal novembre 2018. Scambiato oggi ai 3,792 dollari, ha iniziato piuttosto recentemente il suo trend rialzista. Il bull trend è cominciato il 26 maggio, su quello che era il supporto di prezzo posto a 2,984 dollari, fino al superamento della resistenza a 2,340 dollari superata il 14 giugno, che ha portato i prezzi fino ai massimi di agosto a quota 4,200 dollari.

I Rincari record del gas si accompagnano a quelli del metano che ha toccato nelle quotazioni del borsino italiano Psv i 46 euro per mille chilowattora, un aumento maggiore del 125% rispetto ai prezzi intorno ai 20 euro, ai quali poteva essere acquistato in primavera.

Gas naturale: perché è il momento di investire

La richiesta simultanea di energia determinata dai fattori di crescita e ripresa economica, avvenuti nelle nazioni industrializzate a qualche mese di distanza, hanno determinato un incremento nelle quotazioni, che nel caso del gas naturale potrebbe offrire una nuova occasione di ingresso in ottica rialzista. Il nuovo long dopo il recente ritracciamento potrebbe ripartire dal supporto di prezzo a livello di 3,75 dollari formato dalla conclusione dell’ultima onda rialzista, fino a obbiettivi di prezzo verso i 4,05 dollari. In caso contrario il trigger point rappresentato dalla violazione del supporto, potrebbe innescare una ulteriore variazione ribassista fino almeno ai 3,47 dollari, in coincidenza con lo sviluppo medio della tendenza.

A esclusione di chi ha optato per un contratto dell’energia a prezzo fisso sul mercato libero, l’effetto rincari del gas e del metano, utilizzato in particolar modo dalle centrali termoelettriche, andrà inevitabilmente a influire sul prezzo delle bollette di luce e gas, le cui tariffe dovranno essere aggiornate secondo le tempistiche dell’Arera il 1° ottobre 2021.

LEGGI ANCHE>>Luce, gas e benzina: sarà stangata, cosa succede dal 1° luglio

Le informazioni presenti in questo articolo non sono da intendersi come un invito all’investimento né alla speculazione.