Muore dopo aver fatto il vaccino: aveva 49 anni, si attende l’autopsia

Un’altra morte sospetta in seguito alla somministrazione del vaccino. C’è attesa per l’autopsia e per ciò che diranno i vari esami.

Vaccino

Non si fermano le morti in seguito alla somministrazione del vaccino anti covid. Incertezza e sgomento ancora una volta un decesso avvolto nel mistero, almeno stando a quanto ad esso può essere collegato. Purtroppo, ultimamente l’accostamento viene spontaneo a gran parte dei cittadini, per non parlare ovviamente dei familiari. Morti sospette che coincidono con la somministrazione del medicinale anti covid. Il caso di Valentina Bencini, 49 anni, ritrovata senza vita in provincia di Siena.

Era in casa del suo ex fidanzato a San Gusmè, a Castelnuovo Berardenga quando è stata ritrovata senza vita lo scorso venerdi.  Non è ancora chiara, ad oggi, la causa del decesso della donna, cosi come disposto dal pm Valentina Magnini l’autopsia dovrà chiarire se esiste un nesso tra la somministrazione del vaccino Moderna alla donna avvenuto nei giorni precedenti ed il decesso. L’incarico è stato dunque assegnato al professor Marco Di Paolo e l’autopsia è durata circa due ore alla presenza del medico legale nominato dalla famiglia della donna, dott. Mario Valgimigli, stimato professionista stimato a Siena.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass: i supermercati potrebbero chiudere le porte ai clienti

Si attende il nulla osta per poter dare l’ultimo saluto alla donna

Valentina Bencini
Valentina Bencini

Si attenderanno quindi i risultati dell’autopsia, di tutti gli esami eseguiti in quella fase per capire se effettivamente esiste un nesso tra la somministrazione del vaccino alla donna e la morte della stessa avvenuta poco dopo. Nel frattempo la famiglia Bencini tramite il suo legale ha chiesto il nulla osta per la restituzione della salma per dare un ultimo saluto alla cara Valentina. L’autorizzazione potrebbe arrivare già in giornata, cosi da poter accontentare il desiderio della famiglia di rivedere.

Non si fermano, insomma le morti sospette in coincidenza con la somministrazione della prima o seconda dose di vaccino. In questi casi, cosi come immaginabile il dubbio cresce nelle famiglie delle vittime, che fino in fondo vogliono provare a capire i motivi di un decesso del tutto inaspettato, anche se la cosa rientra purtroppo nell’ordine naturale delle cose.

LEGGI ANCHE >>> Il vaccino e poi la morte improvvisa, i familiari: Indagate, era sanissimo

Si attendono i risultati degli esami seguiti sulla povera Valentina Bencini, per provare a capire cosa sia successo, e nel caso avere la possibilità di fornire delle risposte alla famiglia della donna, risposte convincenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *