Vuoi iniziare a fare trading, ma non sai da dove partire?

Vi è mai capitato di essere interessati a iniziare a fare trading, ma semplicemente vi mancava la conoscenza per iniziare? Sei fortunato, questa è una guida completa per principianti che ti permetterà di vedere i mercati finalmente con altri occhi e valutare seriamente se il trading può essere fatto per te.

L’atto di acquistare e vendere un’attività di vostra scelta, che si tratti di indici, azioni, valute o materie prime, senza possedere realmente l’oggetto sottostante è noto come trading.

trading principianti
Adobe Stock

I contratti per differenza (CFD) sono un tipo di strumento derivato che consente di speculare sulle fluttuazioni di prezzo di un’attività sottostante senza possederla realmente. Se siete agli inizi, questo è il modo più semplice per partire, grazie al lottaggio ridotto, che permette di operare con capitali non esagerati, che per la semplicità delle piattaforme che forniscono questi strumenti.

Avete la possibilità di andare long (acquistare) o short (vendere). Se credete che il prezzo dell’investimento sottostante salirà, andrete long. Una posizione short è quella in cui si ritiene che il prezzo dell’attività sottostante diminuirà e si farà quindi profitto dal ribasso nelle quotazioni del contratto “shortato”. Se la vostra previsione è accurata, potrete ottenere un profitto. Se invece non è accurata, potrete subire una perdita.

Per una guida completa alle stock, cosa sono e come si negoziano le azioni sui mercati, quali rischi e opportunità comportano e come possiamo partire con il piede giusto evitando gli errori più frequenti, corri a leggere la nostra guida:
Cosa sono le azioni: guida al trading nello stock market

Come iniziare a fare trading usando i contract for difference (CFD)

Per facilitare il trading si utilizzano comunemente i contratti per differenza (CFD). Si acquistano o si vendono contratti per scambiare la differenza di prezzo di uno strumento finanziario tra la posizione aperta e quella di chiusura. Il risultato della vostra previsione determinerà se otterrete un profitto o una perdita nel periodo di tempo in questione.

In quanto derivati con leva finanziaria, i contratti per differenza (CFD) consentono di ottenere la piena esposizione al valore dell’attività sottostante a una frazione del costo. Ciò avviene tramite l’utilizzo di un deposito che si chiama comunemente margine. Poiché la leva finanziaria comporta un aumento dei profitti o delle perdite, è essenziale assicurarsi di gestire attentamente tali rischi.

Elementi essenziali per capire la leva e margine

Nel trading di strumenti derivati come i contratti per differenza (CFD), la leva finanziaria è una tecnica che viene utilizzata. Pur essendo ancora in grado di ottenere un’esposizione completa a un’attività sottostante, vi dà la possibilità di creare una posizione utilizzando il margine, che è un deposito in denaro. Ciò significa che vi sarà richiesto di effettuare un deposito iniziale, che è una parte del valore totale della transazione, e che il vostro fornitore vi presterà la percentuale rimanente.

A titolo di esempio, se voleste creare una posizione in azioni del valore di 1.000 dollari, dovreste effettuare un deposito di 200 dollari se il margine richiesto è del 20%. Per quanto riguarda gli indici, un margine del 5% richiederebbe un deposito di cinquanta dollari per avviare una transazione. Un requisito di margine del 3% richiederebbe un deposito di trenta dollari per avviare un’operazione del valore di mille dollari.

Poiché la posizione si basa ancora sulla piena esposizione, il trading con la leva finanziaria è associato a un rischio significativo. Per questo motivo, avete la possibilità di guadagnare o perdere denaro in breve tempo. Per questo motivo, dovreste stabilire degli ordini di stop loss su tutte le vostre posizioni per garantire che non perdiate più denaro di quanto non siate in grado di fare.

L’importanza di monitorare il margine disponibile

È possibile che vi venga richiesto un margine e che le vostre posizioni vengano chiuse automaticamente se non impostate degli stop prima del trading. Una cosa da tenere presente, tuttavia, è che la nostra politica dei margini non garantisce che il vostro capitale non finisca in un saldo negativo. Questo aspetto varia in base alla sede e al tipo di conto (retail o professionale).

Nel caso in cui il vostro capitale scenda al di sotto del cinquanta per cento del deposito iniziale, si attiverà la richiesta di margine. Nel caso in cui il vostro patrimonio netto scenda al di sotto del 99%, 75% o 55% del margine, faremo il possibile per contattarvi, ma non è un obbligo da parte nostra. D’altro canto, è vostro dovere assicurarvi che il vostro conto disponga di liquidità sufficiente.

Un modo per evitare che le vostre posizioni vengano chiuse è quello di trasferire sul vostro conto una quantità di denaro sufficiente ad aumentare il vostro patrimonio netto oltre il margine richiesto. Un’altra opzione è quella di cancellare alcune delle vostre scommesse per ridurre il vostro patrimonio netto.

Il trading è possibile sia quando i prezzi salgono che quando scendono

Quando si fa trading, si ha l’opportunità di speculare sul prezzo delle attività che sale o scende.Se credete che il prezzo dell’asset salirà, lo acquisterete (andate long), mentre se credete che scenderà, lo venderete (andate short). In altre parole, se andate long e il prezzo sale, otterrete un profitto; se invece il prezzo scende, perderete denaro. D’altra parte, quando si apre una posizione short, è vero il contrario.

Short selling stock
Adobe Stock

Per una guida completa alla scelta del broker più sicuro e adatto alle proprie esigenze e strategie, oltre ai parametri vitali da valutare nella scelta, corri a leggere il nostro articolo:
Come scegliere il broker per il trading sullo stock market: guida per il 2023

Un esempio di come andare long e andare short nel trading

Questo è il bid-ask spread, che cos’è?La differenza tra il prezzo richiesto per un’attività e il prezzo offerto per la vendita viene definita spread.Lo spread denaro-lettera è quindi una componente essenziale del trading, poiché è la base per determinare i prezzi dei derivati.

Il prezzo di acquisto di un’attività sarà leggermente superiore al prezzo di mercato sottostante quando viene applicato uno spread, mentre il prezzo di vendita sarà leggermente inferiore al prezzo di mercato sottostante.

Cos’è lo spread bid-ask nel processo di trading

Perché è essenziale disporre di una piattaforma di trading leader del settoreLa nostra piattaforma di trading, che ha vinto numerosi premi, offre un’ampia gamma di strumenti e risorse che consentono di operare in qualsiasi modo e da qualsiasi luogo.

Un esempio di trading con i CFD sui mercati delle materie prime

Prendiamo a titolo di esempio il seguente scenario: avete condotto uno studio sulle materie prime e siete giunti alla conclusione che il prezzo spot dell’oro salirà dal livello attuale di 1.994 dollari.

Decidete di prendere una posizione lunga e di acquistare cinque contratti per differenza (CFD) su Spot Gold Mini (10 oz) .Ciascuno di questi CFD ha una dimensione di contratto di 10 dollari per ogni punto di movimento, per un totale di 50 dollari per punto (5 CFD moltiplicati per 10 dollari). A causa dello spread, il prezzo di acquisto attuale è di 1996 dollari, un po’ più alto del prezzo a cui è scambiata la posizione di mercato sottostante.

Poiché la componente di margine per i CFD sull’oro a pronti è del 5%, è necessario effettuare un deposito di margine di 4.990 dollari per stabilire una posizione con un valore di 99.800 dollari (50 dollari moltiplicati per 1996 dollari moltiplicati per il 5%).

Se si verifica un aumento del prezzo dell’oro spot che ne fa crescere il valore a 2004 dollari e si sceglie di chiudere l’operazione a 2006 dollari, si otterrebbe un profitto di 500 dollari (10 punti moltiplicati per 50 dollari) poiché il mercato si sarebbe mosso a proprio favore di 10 punti (escluse eventuali commissioni aggiuntive).

Dall’altro lato, subireste una perdita se il prezzo spot dell’oro scendesse a circa 1988 dollari. Subireste una perdita di 400 dollari se doveste liquidare la posizione al nuovo prezzo di vendita di 1.802 dollari (otto punti moltiplicati per 50 dollari), escluse eventuali spese aggiuntive.

Su quali mercati operare

Ci sono migliaia di azioni disponibili per l’acquisto e la vendita. Potete entrare in posizione long o short su azioni come Apple, Tencent ed eBay. Vengono scambiati su quasi tutte le principali piattaforme decine di indici mondiali, tra cui l’S&P 500 e l’EU Stocks 50. Sul mercato dei cambi avrete accesso a più di 80 diverse coppie di valute, tra cui le coppie principali come EUR/USD e USD/GBP, oltre a coppie più piccole ed esotiche come SGD/JPY e GBP/TRY.

Un altro modo per approcciare i mercati finanziari senza troppe difficoltà è l’utilizzo dei Fondi negoziati in borsa (ETF). Potrete scegliere quindi tra una vasta selezione di mercati ETF che includono indici, settori, materie prime e altro ancora. Oltre qeusti, si potranno negoziare un’ampia gamma di titoli di Stato e fondi negoziati in borsa (ETF) obbligazionari.
Esistono circa 35 tipi diversi di materie prime che possono essere acquistate e vendute, tra cui oro, petrolio e succo d’arancia.

La presa di posizione sulla futura direzione a breve termine (trimestrale) di una serie di tassi di interesse globali è un aspetto importante dei tassi di interesse. Un’altra possibilità è l’acquisto di titoli azionari IPO prima e dopo la loro quotazione sui vari mercati mondiali. Comprendere i pericoli del trading e i modi per mitigarli. Comprendere i rischi associati al trading e intraprendere le azioni necessarie per gestirli con successo è della massima importanza. Gli stop loss e gli ordini limite sono due dei numerosi strumenti che offriamo per aiutarvi a gestire il rischio attraverso i nostri servizi.

Quanto è pericoloso fare trading?

Il trading è collegato a una serie di pericoli di cui i trader devono essere consapevoli. In quanto prodotti con leva finanziaria, i contratti per differenza (CFD) offrono una maggiore esposizione all’attività sottostante a una frazione del costo di altri strumenti.

D’altro canto, le perdite subite saranno proporzionali alla dimensione totale della posizione e potrebbero essere superiori all’importo dell’investimento iniziale; è quindi essenziale gestire efficacemente il rischio.

Quali tecniche di gestione del rischio possiamo adottare

Gli stop, spesso chiamati stop loss, e i limit order sono due esempi di strategie di gestione del rischio che possono essere utilizzate dai trader durante il processo di trading.

La vostra posizione sarà chiusa automaticamente dagli ordini di stop loss nel caso in cui il mercato vada nella direzione opposta.Detto questo, non c’è alcuna garanzia che questi ordini vi salvaguardino dallo slippage.

La vostra operazione sarà chiusa al prezzo preciso che avete impostato quando utilizzate gli stop garantiti, che forniscono una protezione totale. Si tenga presente che, in caso di attivazione dello stop, verrà addebitato un premio.Le notifiche dei prezzi sono uno strumento utile per monitorare le azioni del mercato. Ciò avviene tramite l’invio di notifiche push o e-mail. Questi avvisi vi informeranno quando viene raggiunto un particolare livello di mercato.

I gusti personali e la quantità di rischio che siete disposti a correre determineranno lo stile e il metodo di trading che impiegherete.I termini “stili di trading” e “strategie di trading” non sono intercambiabili, nonostante siano comunemente usati in modo intercambiabile.

In parole povere, lo stile è il piano principale per la frequenza di trading, mentre la strategia è il metodo che utilizzerete come linea guida per scegliere quando iniziare e chiudere le posizioni. Di seguito è riportato un elenco che fornisce una panoramica di alcuni degli approcci e degli stili più comuni.

Cos’è una strategia di trading

Nel contesto del trading, uno stile di trading si riferisce alla scelta della frequenza delle vostre attività di trading, in particolare se siete interessati a operare a lungo o a breve termine. È possibile modificare la propria tecnica di trading in base al comportamento del mercato che si desidera operare.

  • Position Trading (Trading basato sulle posizioni)
    Il lungo termineIl valore basso per settimane, mesi o anni
  • Swing Trading (Trading a medio termine basato sulle oscillazioni)
    Campo medio da giorni a settimane
  • Day trading (Trading durante il giorno)
    Fare trading aprendo e chiudendo le operazioni generalmente nel corso della stessa giornata.
  • Scalping
    È l’approccio più rapidom nel quale le operazioni durano anche pochi secondi

Preparare un piano per il vostro trading

Una strategia di trading è uno strumento decisionale onnicomprensivo che potete utilizzare per aiutarvi a raggiungere gli obiettivi che vi siete prefissati. È possibile che copra un’ampia varietà di argomenti, come ad esempio quali attività negoziare, quando negoziarle, quanto denaro spendere per una singola posizione e come evitare di correre rischi inutili.

Tenendo conto del vostro livello di confidenza con il rischio e della quantità di denaro che avete a disposizione, questa strategia deve essere modificata per adattarsi alle vostre particolari circostanze.

Iniziate la nostra carriera di trading con un conto di prova

P er mettere alla prova la vostra nuova esperienza di trading, potete aprire un conto demo gratuito con noi. In questo ambiente privo di rischi, avrete l’opportunità di fare trading utilizzando fondi virtuali.

Se vi sentite a vostro agio nel trading sulla piattaforma e avete acquisito sufficiente sicurezza in voi stessi, potrete decidere se passare a un conto reale.

Mettete alla prova le vostre capacità di trading creando un conto reale

Potrete creare un conto reale quando avrete fatto esperienza di trading con un conto demo e riterrete di aver perfezionato sia la vostra strategia di trading che le vostre abilità di trading. Inoltre, non vi è richiesto di effettuare un deposito immediato di denaro.

Il conto di trading live può essere aperto nel modo seguente:

Per assicurarvi un’esperienza il più possibile vantaggiosa, vi verranno poste delle domande sulle vostre capacità di trading e vi verrà chiesto di compilare un questionario. Nella maggior parte dei casi, siamo in grado di verificare la vostra identificazione in modo tempestivo. Effettuate quindi un deposito sul vostro conto e iniziate a fare trading: Quando siete pronti per iniziare il vostro viaggio nel trading, dovete depositare i fondi sul vostro conto.In questo caso, non è necessario un deposito minimo.