Cos’è lo slippage sui mercati e come evitarlo

Si parla di slippage di un’operazione sui mercati quando si verifica una disparità tra il prezzo a cui ci si aspetta che venga finalizzato l’ordine predisposto e il prezzo a cui viene effettivamente concluso.

Lo slippage può verificarsi in qualsiasi momento, ma è più frequente nei momenti di maggiore volatilità, quando si utilizzano gli ordini di mercato. È anche possibile che un grosso ordine venga completato, ma che non vi sia un volume sufficiente al prezzo desiderato per mantenere lo spread ask/bid al livello attuale. Questo è un altro scenario che può verificarsi.

slippage trading
Adobe Stock

Slippage è il termine utilizzato per descrivere qualsiasi circostanza in cui un partecipante al mercato riceve un prezzo di esecuzione della transazione che non è quello previsto per lui. Nel caso in cui lo spread ask/bid si sposti tra il momento in cui viene richiesto un ordine di mercato e il momento in cui una borsa o un altro market maker esegue l’ordine, questo fenomeno viene definito slippage.

Il fenomeno dello slippage si verifica in tutti i mercati, compresi i futures, le obbligazioni, le valute e le azioni. Lo slippage negativo, lo slippage positivo e l’assenza di slippage sono le tre possibili classificazioni della differenza tra il prezzo di esecuzione finale e il prezzo di esecuzione previsto. Evitando l’esecuzione di transazioni all’ultimo giorno, investendo in mercati tranquilli e liquidi e stabilendo ordini limite, si può ridurre la quantità di slippage che si verifica durante il trading.

Per una guida completa alle stock, cosa sono e come si negoziano le azioni sui mercati, quali rischi e opportunità comportano e come possiamo partire con il piede giusto evitando gli errori più frequenti, corri a leggere la nostra guida:
Cosa sono le azioni: guida al trading nello stock market

In che modo si verifica lo slippage

Lo slippage è definito come la differenza tra il prezzo di esecuzione previsto e il prezzo di esecuzione effettivo e non indica un movimento positivo o negativo. Quando viene eseguito un ordine, il titolo viene acquistato o venduto al prezzo più vantaggioso reso disponibile da una borsa o da un altro market maker. È possibile che ciò si traduca in risultati più vantaggiosi, uguali o meno favorevoli rispetto al prezzo previsto per l’esecuzione. Lo slippage negativo, lo slippage positivo e l’assenza di slippage sono le tre possibili classificazioni della differenza tra il prezzo di esecuzione finale e il prezzo di esecuzione previsto.

I prezzi sul mercato sono soggetti a rapide fluttuazioni, che possono determinare uno slippage tra il tempo che intercorre tra la richiesta di un’operazione e la sua esecuzione. Sebbene la frase sia utilizzata in diversi contesti di mercato, le sue definizioni sono le stesse ovunque. D’altra parte, è più probabile che lo slippage si verifichi in una varietà di condizioni a seconda del luogo.

Nonostante il fatto che un ordine limite elimini la possibilità di uno slippage negativo, esso comporta il rischio intrinseco che l’operazione non venga eseguita se il prezzo non torna al livello limite. Questo rischio aumenta in circostanze in cui la volatilità del mercato è più rapida, il che riduce drasticamente il tempo in cui un’operazione può essere completata al prezzo previsto per la sua esecuzione.

Evitare lo slippage con gli ordini limit

Il collocamento di ordini con limite di prezzo consente agli investitori di prevenire gli slippage indesiderati che potrebbero verificarsi.

Uno spostamento improvviso dello spread ask/bid è una delle cause più frequenti di slippage ed è anche uno dei modi più comuni in cui si verifica lo slippage. Ciò può comportare l’esecuzione di un ordine di mercato a un prezzo meno vantaggioso o più favorevole di quello inizialmente previsto.

Un aumento del prezzo di domanda in un’operazione long o una riduzione del prezzo di offerta in un’operazione short sono entrambi esempi di operazioni di slippage negativo. Il prezzo ask si è ridotto in un’operazione long, mentre il prezzo bid è salito in un’operazione short. Questo è un esempio di slippage positivo. Lo slippage è un fenomeno da cui gli operatori di mercato possono proteggersi inserendo ordini limite ed evitando gli ordini di mercato quando possibile.

Per esempio, immaginiamo che i prezzi bid e ask di Apple siano visualizzati sull’interfaccia del broker rispettivamente a 183,50 e 183,53 dollari. Viene effettuato un ordine di cento azioni sul mercato e si prevede che la transazione sarà eseguita al prezzo di 183,53 dollari. D’altra parte, lo spread ask/bid aumenta a 183,54$/ 183,57$ prima che l’ordine venga piazzato a seguito di transazioni al microsecondo effettuate da algoritmi computerizzati. Successivamente, l’ordine viene eseguito al prezzo di 183,57 dollari, il che comporta uno slippage negativo di 0,04 dollari per azione o di 4,00 dollari per 100 azioni.

Cos’è la liquidità sui mercati finanziari

Il grado in cui un’attività può essere acquistata e venduta rapidamente e a prezzi costanti è definito liquidità. La spiegazione più semplice è che si tratta di una misura del numero di acquirenti e venditori presenti e della facilità con cui le transazioni possono avvenire. Nella maggior parte dei casi, la liquidità viene determinata prendendo in considerazione il numero di transazioni o il volume delle operazioni in sospeso che si stanno svolgendo sul mercato.

Quando c’è una quantità considerevole di attività di trading e quando c’è sia un’offerta che una domanda elevate per un’attività, si creano alti livelli di liquidità. In presenza di un elevato livello di liquidità, infatti, è più semplice individuare un acquirente o un venditore. Questo tipo di mercato viene definito mercato illiquido o a bassa liquidità quando ci sono solo pochi operatori e l’attività di trading è inconsistente. La liquidità si traduce in spread più ridotti, che a loro volta rendono il trading più semplice e veloce.

Perché la liquidità del mercato è così importante

Sono molti i fattori che contribuiscono all’importanza della liquidità del mercato; tuttavia, la ragione più importante è che essa influisce sulla velocità con cui si possono aprire e chiudere le posizioni. Quando un mercato è liquido, spesso c’è sempre qualcuno pronto a prendere il lato opposto di una determinata posizione. Ciò significa che il mercato è normalmente legato a un livello di rischio inferiore. È possibile che ciò invogli gli investitori e gli speculatori a entrare nel mercato, contribuendo ulteriormente a creare una situazione di mercato favorevole.

In un mercato liquido, un venditore troverà rapidamente un acquirente e non avrà bisogno di ridurre il prezzo del bene per renderlo più appetibile agli acquirenti. D’altro canto, un acquirente non dovrà pagare un prezzo più alto per ottenere il bene che ritiene desiderabile.

Un mercato liquido è un mercato sano

Inoltre, la liquidità di un asset è una componente significativa che gioca un ruolo nel decidere lo spread che un fornitore di leveraged trading è in grado di fornire. Quando c’è un alto livello di liquidità nel mercato sottostante, indica che c’è un numero significativo di ordini di acquisto e di vendita. In questo modo aumenta la probabilità che il prezzo più alto che un acquirente è disposto a pagare e il prezzo più basso che un venditore è disposto ad accettare si avvicinino. In altre parole, lo spread ask/bid si restringe.

Poiché otteniamo i nostri prezzi da quelli del mercato sottostante, una riduzione dello spread ask/bid si convertirà in uno spread più basso fornito dalla piattaforma su cui operiamo. Nel caso in cui un mercato sia illiquido, ciò può indicare uno spread significativamente maggiore.

ipercomprato ipervenduto
Adobe Stock

Per una guida completa alla scelta del broker più sicuro e adatto alle proprie esigenze e strategie, oltre ai parametri vitali da valutare nella scelta, corri a leggere il nostro articolo:
Come scegliere il broker per il trading sullo stock market: guida per il 2023

Quali sono i metodi per ridurre gli effetti dello slippage

Nonostante lo slippage sia una componente inevitabile dell’investimento, esistono alcune tecniche per minimizzarlo o ridurne l’impatto. In genere, lo slippage si verifica quando i mercati sono turbolenti o quando c’è una carenza di liquidità. Quindi, il tempo e il tipo di titoli che state trattando possono avere un impatto significativo sul fenomeno.

Trattare in momenti di calma relativa

D’altra parte, la probabilità di essere colti di sorpresa da uno scivolone diminuisce in proporzione al grado di volatilità del mercato. Dovreste evitare di investire in concomitanza di grandi annunci economici o di aggiornamenti chiave relativi ai titoli che desiderate negoziare, come ad esempio una relazione sugli utili, se volete ridurre la quantità di slippage che si verifica attraverso i vostri investimenti. Il verificarsi di eventi di questa natura ha il potenziale per influenzare drasticamente i mercati e far fluttuare i prezzi.

Piuttosto, piazzate ordini limit per ridurre i rischi. Rispetto agli ordini limite, gli ordini di mercato sono transazioni destinate a essere eseguite il più rapidamente possibile, mentre gli ordini limite sono ordini che saranno eseguiti solo se il prezzo selezionato viene raggiunto o superato. Lo slippage negativo può essere evitato piazzando un ordine limite, il che è d’obbligo. D’altra parte, c’è sempre la possibilità che l’ordine non venga eseguito.

A seconda della piattaforma, gli investitori hanno la possibilità di piazzare un ordine indicando contemporaneamente la quantità massima di slippage che sono disposti ad accettare espressa in percentuale.

Il mercato dei cambi (Forex) e lo slippage

Lo slippage nel mercato dei cambi si verifica quando viene eseguito un ordine di mercato o quando un’operazione di stop loss chiude la posizione a un tasso diverso da quello specificato nell’ordine. Per ridurre al minimo l’entità della possibile perdita, molti trader e investitori utilizzano ordini di stop loss. L’utilizzo di contratti di opzione è una strategia alternativa che può essere utilizzata per ridurre l’esposizione alle perdite al ribasso durante i periodi di consolidamento e di rapido movimento del mercato.

Quando c’è un livello significativo di volatilità nel mercato dei cambi, a seguito di recenti eventi di cronaca o quando la coppia di valute viene scambiata al di fuori delle ore di punta del mercato, è più probabile che si verifichi uno slippage. In ogni caso, i trader professionisti di valuta estera effettueranno l’operazione al prezzo che rappresenta l’opzione migliore.

Cosa significa il termine slippage nelle criptovalute

Lo slippage può verificarsi in tutti i tipi di asset. È possibile che si verifichi con maggiore probabilità con le criptovalute perché il mercato delle valute digitali è tipicamente più volatile e, in alcuni casi, meno liquido. Uno slippage del 2% a cosa corrisponde esattamente? La possibilità di definire una tolleranza massima di slippage è offerta da alcuni broker agli investitori. Uno slippage del 2% si verifica quando un ordine viene eseguito a un prezzo superiore o inferiore del 2% rispetto al prezzo previsto.

Questo è un esempio di slippage negativo del 2%. Ad esempio, se avete piazzato un ordine per le azioni di un’azienda mentre erano scambiate a 100 dollari per azione e avete finito per pagare 102 dollari per azione, avrete subito uno slippage negativo del 2%.

Quanto è vantaggioso lo slippage positivo?

Lo slippage positivo è sempre una cosa positiva. Che siete stati in grado di ottenere un affare migliore di quello che avevate previsto. Lo slippage è una parte del processo di investimento che si verifica quando il prezzo a cui viene effettuata un’operazione differisce dal prezzo richiesto.Per quanto riguarda il tempo necessario per evadere un ordine, gli spread ask/bid sono soggetti a fluttuazioni. Quando i mercati sono volatili o meno liquidi, è più probabile che questo fenomeno si verifichi in tutte le sedi di mercato, comprese le azioni, le obbligazioni, le valute e i futures.È anche probabile che si verifichi con maggiore frequenza.

In generale, lo slippage può essere ridotto al minimo se si opera in mercati molto liquidi ma con una volatilità dei prezzi molto bassa. Inoltre, è potenzialmente in grado di operare a vantaggio degli investitori. Uno slippage può essere positivo o negativo. Uno slippage positivo si verifica quando l’investitore riceve un prezzo superiore a quello previsto, mentre uno slippage negativo si verifica quando si verifica il contrario.

 

*NB: Le riflessioni e le analisi condivise sono da intendere ad esclusivo scopo divulgativo. Quanto esposto non vuole quindi essere un consiglio finanziario o di investimento e non va interpretato come tale. Ricorda sempre che le scelte riguardo i propri capitali di rischio devono essere frutto di ricerche e analisi personali. L’invito è pertanto quello di fare sempre le proprie ricerche in autonomia.