Nuovo digitale terrestre, rivoluzione in atto: come capire se bisogna cambiare tv

Cambiamenti in vista con il passaggio al nuovo digitale terrestre, con molti che si chiedono se dovranno o meno cambiare il proprio televisore. Ecco come fare.

digitale terrestre tv
Foto © AdobeStock

Nell’ultimo periodo, complice anche l’impatto del Covid, si è assistito ad un cambiamento delle nostre abitudini. Ne è una chiara dimostrazione il crescente utilizzo dei vari dispositivi tecnologici, che ci offrono la possibilità di restare in contatto con chiunque, anche se geograficamente lontani. Tra gli strumenti di comunicazione più apprezzati e diffusi, inoltre, si annovera senz’ombra di dubbio la televisione.

Ormai presente in quasi tutti le case, d’altronde, questo apparecchio offre la possibilità di attingere ad informazioni di vario genere. Non stupisce, quindi, che siano in molti ad essere interessati alle novità che riguardano proprio la tv. Tra queste il passaggio definitivo al nuovo digitale terrestre che, ricordiamo, lavorerà con il sistema DVB-T2. Una novità indubbiamente importante, con molti che si chiedono se dovranno cambiare o meno il proprio televisore. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Nuovo digitale terrestre, come capire se bisogna cambiare tv: ecco i due canali tester

Come risaputo è già iniziato il graduale passaggio al nuovo digitale terrestre, destinato a rivoluzionare il nostro modo di vedere la tv. Come già detto il nuovo lavorerà con il sistema DVB-T2 e per questo motivo in molti saranno costretti a cambiare la vecchia tv o quantomeno dotarla di un decoder compatibile con il nuovo segnale.

Allo stesso tempo, è bene ricordare, il passaggio al DVB-T2 non vuol dire necessariamente buttare il proprio televisore. Vi sono, infatti, molti modelli compatibili, per cui sarà necessario, semplicemente, provvedere a risintonizzare le frequenze. Ma come fare a capire se bisogna o meno cambiare la propria tv?

In tal senso giunge in nostro aiuto un venditore, addetto ai lavori, che all’agenzia Ansa, così come riportato da Libero Quotidiano, ha spiegato: “Per questo mese basta andare sui canali 501, 502 e 503 e oltre, e si vedono subito i canali. Devono essere visibili e audibili. Per lo switch-off più importante ci sono attualmente due canali tester, uno posizionato sul canale 100 e uno sul canale 200. Sulla tv dovrà apparire una schermata bianca fissa su sfondo blu, con scritto ‘Test HEVC“.

LEGGI ANCHE >>> Termosifoni, stangata in arrivo sulla bolletta, ma risparmiare è possibile: ecco come

Se appare tale scritta, quindi, vuol dire che il televisore è in grado di ricevere il nuovo segnale e bisognerà semplicemente risintonizzare i canali. Nel caso in cui lo schermo appaia nero, invece, il proprio televisore potrebbe non essere compatibile al nuovo standard. Prima di buttarlo, comunque, si consiglia di risintonizzare tutti i canali e riprovare a fare il test. Solo a questo punto, in caso di esito negativo, può voler dire che sia effettivamente giunto il momento di cambiare tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *