Monete, la 2 euro più preziosa: attenzione a non confonderla con le altre

Un vero e proprio pezzo da collezione che però spesso confonde gli appassionati meno informati. Tutti i dettagli di una vera gemma.

Monete euro
Adobe

Alcune monete hanno il dono di nascere, in un certo senso sotto una buona stella. Parliamo in questo caso di iniziative speciali, operazioni gestite dagli stessi singoli paesi per promuovere in qualche modo precisi progetti. In alcuni casi, particolari monete prendono vinta con l’intento di andare a catturare l’attenzione dei collezionisti o dei semplici appassionati del genere. Alcune operazioni nascono con la volontà anche puramente commerciale in alcuni casi di andare ad innescare una dinamica in qualche modo di lustro dell’immagine di particolari versioni o esemplari di moneta. Una realtà molto specifica.

A caratterizzare in alcuni casi certe operazioni del genere subentrano alcuni fattori assolutamente determinanti. Ad esempio la tiratura della moneta in questione, oppure il modo come la stessa viene di fatti presentata e successivamente venduta. Negli ultimi anni una moneta più di chiunque altra ha catturato le attenzioni di collezionisti e semplici appassionati. Si tratta di una moneta da 2 euro con sopra impresso il volto dell’educatrice e scienziata Maria Montessori. Proprio il grandissimo illustre personaggio che con i suoi tratti ha caratterizzato l’ultima versione cartacea della vecchia 1000 lire.

Monete, la gemma tra quelle da 2 euro: i dettagli di un pezzo di pura collezione

2 euro Montessori
Adobe

La moneta in questione, come detto da 2 euro con il volto di Maria Montessori è stata coniata per l’esattezza il 9 giugno del 2020. Facciamo riferimento ad uno dei personaggi più illustri della recente storia italiana, educatrice che con i suoi metodi ha fatto letteralmente scuola in ogni anno del pianeta. La monete, in vendita direttamente attraverso il portale dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano in versione Fondo Specchio possiede alcune caratteristiche molto particolari, che di fatto la allontanano dalle classiche versioni precedenti. In versione bimetallica cosi come gli altri esemplari da 2 euro, la moneta ha un diametro di 25,75 mm, uno spessore di 2,20 mm e un peso di 8,5 g. Su una delle facciate, il valore nominale da 2 euro e la rappresentazione dell’Europa attraversato a 6 linee che uniscono le 12 stelle rappresentanti i paesi.

Monete rare, cercatele in casa: da semplice moneta a tesoro in banca è un attimo

Sull’altra, il ritratto di Maria Montessori realizzato attraverso una composizione geometrica di elementi didattici riferiti al suo sistema educativo. Il marchio della Zecca di Roma e la data di nascita, 1870, oltre alla data di conio, per l’appunto 2020.  Inoltre, a destra del ritratto troviamo “LDS” sigla dell’autore Luciana De Simoni. Il sito web dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano  ha venduto tale esemplare, fino a quanto questo è stato di fatto disponibile, ad un prezzo di 20 euro più eventuali spese di spedizione, ad oggi, infatti, tutti i 5mila esemplari coniati sono andati venduti.

I fortunati acquirenti in questione, però, in alcuni casi hanno rimesso la moneta sul mercato ad un prezzo di circa 70 euro. In questo caso specifico occorre però fare una netta distinzione con la stessa moneta da 2 euro raffigurante sempre la Montessori. Questa, infatti, non è venduta in un astuccio di fatto da collezione e con tutt’altre caratteristiche, ma è tutt’ora in circolazione. In questo senso, una fragorosa svista potrebbe portare a più di un equivoco. La moneta in questione ha infatti un valore molto vicino ai 2.50 euro, praticamente oggi del tutto ininfluente sul mercato collezionistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *