Reddito di cittadinanza, come avere più carte e importo suddiviso

Il Reddito di cittadinanza può essere distribuito suddividendo l’importo, e si possono avere più carte? Dettagli, condizioni e aspetti da sapere

Non mancano mai spunti, interrogativi e curiosità per quanto riguarda il Reddito di Cittadinanza, un tema che desta e suscita l’interesse generale a vario livello, come nel caso della distribuzione dello stesso, frazionando l’importo: ma di cosa si tratta nel particolare circa una misura che è stata approvata non di recente ed in vigore da un anno. I dettagli al riguardo.

Reddito di cittadinanza, come avere più carte e importo suddiviso
fonte foto: Adobe Stock

A parlarne nel proprio approfondimento è Il Giornale, il quale si sofferma proprio sulla possibilità della distribuzione del RdC, con importo frazionato, ai componenti del nucleo familiare del beneficiario i quali siano maggiorenni. Al fine di rendere operativa tale disposizione, si legge, l’INPS fornisce ai soggetti interessati più carte relative al Reddito.

Come già detto, si tratta di una misura non recente e che è in vigore da un anno, sin dall’introduzione da parte del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il Giornale menziona Investireoggi.it, circa l’importo che spetta a colui che percepisce il RdC, il quale si può suddividere tra i familiari maggiorenni solo quando il beneficio ad integrazione della misura liquidato nel mese in cui viene fatta richiesta, quindi nel primo mese in cui è erogata la prestazione, abbia un ammontare maggiore ai 200€.

Qualora la richiesta di suddivisione di Rdc venga presentata nel medesimo momento in cui viene fatta domanda circa l’ottenimento del sostegno economico, l’INPS emette un numero di carte pari alle persone del nucleo familiare indicate dal beneficiario.

Nel caso in cui la domanda fosse fatta in un momento successivo, dopo l’emissione della prima carta RdC, la quale resta attribuita al richiedente della prestazione, e ferme restando le somme accreditate su questa carta sino al termine di cui al successo periodo, sono rilasciate altre carte a favore degli altri aventi diritto del nucleo familiare.

Reddito di cittadinanza, modalità di accredito e questione frazionamento: scelta irrevocabile

Sono dunque tanti e diversi gli argomenti che riguardano gli aspetti dell’economia che destano attenzione e suscitano l’interesse generale, proprio come nel caso del Reddito di Cittadinanza, una misura, di rilevanza e molto importante su cui però curiosità, aspetti da approfondire e domande non mancano mai da parte di molti.

Si pensi ad esempio all’attenzione da prestare, al RdC, circa la sospensione e la restituzione, quando scattano e cosa c’è da sapere, o ancora, ad esempio, si consideri cosa si può comprare e cosa si può pagare con il Rdc, aspetti che non sono alla conoscenza di tutti.

Per quanto concerne il tema in oggetto, Il Giornale sottolinea un aspetto importante, ovvero prima di fare l’eventuale richiesta della suddivisione dell’importo del Reddito di Cittadinanza tra componenti maggiorenni del nucleo familiare, bisogna sapere che tale decisone risulta essere poi irrevocabile per tutto il periodo per il quale il beneficio economico viene riconosciuto.

Un elemento su cui dunque prestare grande attenzione prima di procedere, eventualmente. Quando la domanda di suddivisione viene presentata insieme alla richiesta del beneficio della misura, l’accredito su più carte viene fatto dal primo mese di erogazione dell’aiuto economico.

Qualora la domanda fosse invece successiva, l’erogazione partirebbe dal secondo mese di assegnazione della misura stessa.

Ma come funziona? Il Giornale spiega che il frazionamento tra i componenti maggiorenni del nucleo familiare, avviene riconoscendo ad ognuno la quota pro capite. Il sostegno per il versamento del canone di locazione o mutuo, poi, viene assegnato al beneficiario intestatario del contratto di affitto o mutuo indicato nella richiesta di suddivisione dell’importo.

Ad ogni modo ed al di là di tutto, è opportuno che ciascuno si informi nel dettaglio circa tali aspetti e approfondisca anche mediante un confronto con esperti del campo e professionisti del settore i vari elementi del tema e della questione, così da chiarire tutti gli eventuali dubbi e conoscere al meglio aspetti, dettagli, meccanismi e tutto quanto c’è da sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *