Bitcoin, il dramma: così è sfumata la ricchezza che aveva già in mano

Un ragazzo era riuscito a mettere le mani su 2,5 milioni di euro in Bitcoin. Purtroppo però li ha definitivamente persi.

Bitcoin (AdobeStock)
Bitcoin (AdobeStock)

Siamo nel 2009 quando il Bitcoin fa il proprio ingresso sulla scena mondiale grazie ad un anonimo inventore. L’idea era stata partorita nel 2008. Il primo tasso di cambio registrato riguarda il 5 ottobre del 2009 quando un dollaro valeva 1309 BTC. Il primo grande balzo in avanti della criptovaluta si registrò il 27 novembre 2013, quando la moneta digitale in questione raggiunse la quota di 1000 dollari.

Negli anni il Bitcoin ha sempre dimostrato di essere una valuta molto instabile. A picchi clamorosi, infatti, sono seguite a volte discese eccezionali. Ad esempio a fine 2017 aveva raggiunto il valore di 20mila dollari, salvo poi crollare pochi mesi dopo a 6mila dollari. Recentemente però, grazie anche agli investimenti fatti da Tesla, la criptovaluta più famosa del pianeta è schizzata alle stelle superando i 50mila dollari.

Come si perdono 2,5 milioni di euro in Bitcoin?

L’incremento in questi anni è stato incredibile. Basti pensare che chi ha avuto la fortuna e il “coraggio” di puntare sul Bitcoin 1 solo dollaro nel 2009 oggi sarebbe il detentore di circa 82 milioni di dollari. Naturalmente ci sono persone che all’epoca hanno deciso di investire in questa moneta digitale e oggi ne raccolgono i frutti.

Purtroppo però ci sono anche tante persone che hanno perso questi soldi per problemi di vario genere. Ne è un esempio Martino, un ragazzo intervistato da Le Iene, che nel 2013 aveva comprato 50 Bitcoin pagandoli 650 euro. Purtroppo però il sito sul quale aveva concluso l’acquisto è improvvisamente sparito e con lui anche le monete digitali acquistate. Il rimpianto di questo ragazzo però è che oggi, quei 50 BTC, avrebbero un valore di circa 2,5 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>> Criptovalute, quali scegliere? Le più ambite e scambiate sul mercato

La cosa migliore quando si parla di criptovalute è affidarsi a dei wallet certificati. In questo momento uno dei più famosi è sicuramente Coinbase, che è stato anche quotato in borsa proprio da ieri. L’app è molto semplice da utilizzare e vi permette anche di ricevere alcune monete digitali in omaggio realizzando alcune attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *